“ANNUNCIO: Bravi ragazzi. Seri. Intelligenti. Sensibili. Cercano persone da abbindolare, ottenendo lavoro a contatto con i bambini.”

L’annuncio di cui sopra potrebbe riassumere le due storie che sto per presentarvi. Accadute a distanza di 15 giorni l’una con l’altra nel Regno Unito. Dove per l’appunto due ragazzi, “buoni, onesti, bravi, socialmente impegnati, seri, etc. etc. etc.” sono finiti in stato di arresto, in quanto pedofili.
Quelli peraltro altamente pericolosi. Che lavorano in strutture (leggasi scuole) dove noi mandiamo tranquillamente le loro prede (leggasi nostri figli).
Partiamo dal primo.
Nome: Brian Syme.
Età: 32 anni.
Professione: insegnante di sostegno.
Passatempo: aprire profili come fosse una ragazzina sui social network più noti per catturare bambini.
Davanti agli agenti di Scotland Yard in lacrime ha ammesso di averne adescati giusto…una novantina.
Il Giudice che l’ha condannato ha affermato che una  delle sue colpe più grandi “è quella di aver violato la fiducia delle sue giovani vittime”.
Tra i capi di imputazione non poteva mancare la detenzione di materiale pedopornografico.
Interessanti le parole del Giudice al momento della condanna (da usare per qualsiasi caso di pedofilia):
“alla luce di quanto ho visto e sentito su questo caso credo che i bambini debbano essere protetti da un soggetto come lei!”.
Insieme al signor Brian è finito nel registro dei sexual offenders anche un altro suo simile.
Nome: Oliver Corbett.
Età: 25 anni.
Datore di lavoro: scuola.
Passatempo: nel computer aveva 62mila fotografie e 1.585 video di bambini. Chiaro il passatempo?
Arrestato, ed ora in carcere, resterà nel registro dei pedofili A VITA.
Un plauso agli agenti di Scotland Yard che per arrivare a lui hanno visionato 6milioni di fotografie…
Del soggetto aggiungiamo che è un esperto informatico, un “bravissimo ragazzo, senza precedenti penali o nemmeno sospetti che potesse avere una doppia vita”, e tutto quanto sapete oramai ricorrere nei più consueti standard pedofili.
“Bravi ragazzi. Seri. Intelligenti. Sensibili. Cercano persone da abbindolare, ottenendo lavoro a contatto con i bambini.”
Chi saranno i prossimi?

 
Link: la canzone:
http://www.youtube.com/watch?v=N3A6jaAzNQg

Per qualsiasi “problema” possiate incontrare in internet:
http://poliziadistato.it/articolo/982-Polizia_postale_e_delle_comunicazioni

Il video della Polizia Postale:
http://www.youtube.com/watch?v=u6mLirrz_8I

3 Commenti a ““ANNUNCIO: Bravi ragazzi. Seri. Intelligenti. Sensibili. Cercano persone da abbindolare, ottenendo lavoro a contatto con i bambini.””

  • apetta88:

    A volte me li immagino i tizi di Scotland Yard che debbono visionare le fotografie quando si danno il cambio…
    “dai Sean vai a riposarti,è mezz’ora che stai davanti a quei cosi,stai diventando giallognolo…”
    “grazie Frank,ora vado a prendermi un caffè e poi vado a interrogare un pluriomicida.”
    “Sempre meglio di questo…buon lavoro!”
    “eh…Frank”
    “dimmi…”
    “tieni queste pillole,me le ha date il mio medico,sono forti antiemetici…”
    “Grazie ma ho le mie,come credi che possa fare questo lavoro senza?”

    Scherzi a parte,grazie amici poliziotti…
    Se non ci foste voi sta gente la farebbe franca!

  • Scotland Yard sta facendo un grande lavoro contro la pedofilia. Se in Italia si facesse anche solo la metà di quello che fanno loro avremmo già fatto dei grandi passi in avanti. “62mila fotografie e 1.585 video di bambini”. Che schifo, che schifo!!! Quando ho letto questa frase ho fatto fatica a procedere nella lettura…ma come si fa? Almeno ora è in galera e da lì non esce!!!

  • Nounours:

    “alla luce di quanto ho visto e sentito su questo caso credo che i bambini debbano essere protetti da un soggetto come lei!”

    Ecco un BUON GIUDICE!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe