Archivio di novembre 2004

PREDATORI ALL’OPERA.

<< TOKYO – Una bimba giapponese di sette anni, salita in macchina di uno sconosciuto che l’hai poi rapita, e’ stata trovata morta oggi nei pressi di un villaggio della prefettura giapponese di Nara. L’uomo avrebbe mandato un messaggio dal cellulare della bambina alla madre: “mi sono preso tua figlia”, accludendo una foto della piccola. Di recente, altri bambini della zona avevano riferito ai genitori di un uomo sospetto che li importunava con strane domande. >>

Riporto la notizia dopo aver terminato il libro di Sabine che vi ho segnalato in un paio di discussioni fa. Sabine, vittima sopravvissuta alla prigionia del pedofilo sadico Marc Dutroux, venne rapita mentre andava tranquillamente a scuola e portata nella casa degli orrori dove sarebbe rimasta per diversi mesi, prima dell’intervento della polizia. Nel frattempo in Belgio i pedofili continuano ad agire ed i bambini a scomparire.  Il 29 novembre si terrà la nuova Marche Blanche / Marcia Bianca, dedicata ad una nuova ragazzina. Volto (per noi) anonimo, tra i tanti, troppi, rapiti ed abusati, in questi anni di follia.

LA MATTANZA.

Vi segnalo una importante iniziativa appena pubblicata da Einaudi, “ La Mattanza ” di Carlo Lucarelli (= libro + cd). Il sottotitolo dell’opera, “ Dal silenzio sulla mafia al silenzio della mafia ”, riassume chiaramente l’argomento trattato.

A tratti sconvolgente il documentario, ricco di interviste e filmati d’epoca (un’epoca che risale anche a ben…..10 anni fa), riporta pure alcuni interventi di “illustri” mafiosi, registrati durante lo storico maxy processo di Palermo:

tra le varie affermazioni: “la mafia? Non esiste”; “le persone che mi accusano sono state influenzate da un film, signor Giudice, hanno probabilmente visto il padrino” (frase detta da….Michele Greco), e via discorrendo. Sembrerebbero ilazioni di un’ironia quasi macabra se non fosse che vengono dette con “sincero” convincimento.

In giorni in cui la lotta alla pedofilia appare sempre più come la lotta alla mafia una riflessione nasce spontanea:

è proprio vero che la storia non insegna nulla? !

 

CANZONE: Fabrizio Dè André, La domenica delle salme.

MA DOVE SONO FINITE LE FOTO?

Me lo chiedete in tanti. Torneranno a breve con (prometto!) un blog più “ricco”, anche nella grafica. Pazientate gente, pazientate.

UN APPELLO DALL’OSSERVATORIO.

Riporto un appello inoltratomi da Antonio Marziale: conto sulle vostre adesioni IN MASSA!!!!!!

E’ ora di dire basta!

<< Giovedì 25 Novembre 2004 . Ore 17.20 circa .

Un’inviata della Vita in Diretta narra la vicenda dell’adolescente uccisa a Manfredonia . Davanti al liceo cittadino intervista, senza mascherare il volto, alcuni minori ai quali chiede se quella zona sia battuta da personaggi poco raccomandabili . Violazione palese della Carta di Treviso, del Codice Deontologico e delle Leggi vigenti in materia . Possibile che a nessuno dei redattori sia saltato in mente che quei ragazzi sono stati esposti a rischi di ritorsioni?

Ho intenzione di fare una denuncia forte che vada oltre la sterile polemica parolaia!

Vi prego di contattare il sito http://www.osservatoriominori.org/tv_e_minori.htm e di farmi avere una Vostra nota in merito.

Vi ringrazio di cuore per l’aiuto.

Antonio Marziale >>

TERREMOTO A BRESCIA.

……… chissà forse lassù finalmente qualcuno si sta incazzando……

V giornata mondiale per i diritti dell’infanzia.

 

 “How long, We’ll sing this song ?!”, U2.

 

Bambini soldato. Bambini vittima dell’hiv. Bambini usati per “sminare i campi” (vengono mandati a giocare nei campi minati, al posto dei greggi di pecore che costano di più). Bambini soli negli ospedali. Aumentano i casi di abuso. Minacce e silenzi. Nuove reti pedopornografiche. Nuove tecniche per far circolare foto con bimbi abusati. Un’altra bimba handicappata vittima di stupro. Bebé partoriti apposta per essere utilizzati durante riti satanici. Traffico d’organi, di minori. Shopping a zig zag per evitare l’ennesimo bambino mendicante, rispolverato in contemporanea agli addobbi natalizi.  Bambini rapiti. E mai più ritrovati.

“Papà mi fa del male”. “Padre, mi lasci stare”. Ma che cazzo c’è da festeggiare?!

Lasciamo ancora una volta la festa ai venditori di candele e di fumo.

Tanto da oggi svaniranno come la cera che vi hanno rifilato ed il fumo che hanno aspirato. Noi, invece,si torna al lavoro……..

SOPRAVVISSUTA.

La coincidenza mi fa piacere. Mentre sto correggendo le bozze del mio libro con un capitolo a lei dedicato, esce edito da Bompiani il libro “Avevo 12 anni….”, scritto da Sabine Dardenne, vittima sopravvissuta al mostro Dutroux, dopo alcuni mesi di indicibili violenze.

Nella introduzione, scritta lo scorso agosto, si legge:

<<…se ho avuto il coraggio di ricostruire questo calvario, è soprattutto perché nessun giudice rilasci più i pedofili a metà della loro pena per “buona condotta” e senza altre forme di precauzione. ….Può esserci detenzione temporanea o a vita, in caso di recidiva. E’ la recidiva che mi fa arrabbiare……Avrò 21 anni il 28 ottobre 2004. Questo futuro mi aspetta, spero che sia finalmente sereno, anche se “non si può dimenticare l’indimenticabile>>.

Un caloroso abbraccio, cara sabine, di quelli di cui siamo capaci da queste parti.

E ricorda: solo il bene non muore mai, mentre il male è comunque, sempre, estirpabile.

OGGI NON SOPPORTO……………

(TERZA puntata – sfoghi e arrabbiature terapeutiche, senza peli sulla lingua né freni censori)

…… E MI SFOGO QUI:

1) il fatto che i bambini italiani debbano pagare 70 euro per ricevere le vaccinazioni dal proprio medico pediatra

2) la moglie (?) di Albano che vale quasi quanto uno scarto dai provini del grande fratello (aridatece Rominaaaaa)

3) chiunque ti manda gli sms senza firmarli e quando gli rispondi “chi sei?” si offende, capendo di non essere nella tua rubrica: peccato che l’offesa non duri e la persona torni sui suoi passi, rimessaggiandoti anonimamente

4) Doroty, per quel poco che può durare….

5) Flavia Vento, che dopo aver fallito come…..come….sì insomma come……ecco come, quello che faceva (“ma che faceva?”) adesso si butta in politica: altra scelta sbagliata cara….. cara….. come si chiama, ah già, Vento, cara Vento, con tutti i posti dove potevi buttarti: “giù da un ponte”, “sotto l’autobus”, “contro il treno”, “dalla finestra”.

6) Adriano Sofri che in un ennesimo libro intervista ha dichiarato: “la galera è piena di persone come Maradona che però non sanno giocare a pallone”: non si poteva usare una parola sola…….

7) Tutti gli ex-concorrenti del Grande Fratello che qualsiasi domanda venga loro fatta rispondono sempre “eh, quando ero nella casa”, con quell’aria da reduci che nemmeno chi torna da una guerra vera riesce ad avere:

“cosa ne pensi del buco dell’ozono?”: “eh, quando ero nella casa”; “cosa pensi dell’euro”: “eh, quando ero nella casa”; “cosa pensi del fenomeno del randagismo?”: “eh, quando ero nella casa”; “cosa pensi di Flavia Vento?: “ah, si chiudesse in casa”. Ma fateci il piacere…..

8) Varie ed eventuali. < I:o)

canzone del giorno: Albano, “E’ la mia vita”.

INVECE ADOOORRRROOOO (prima puntata):

– Il bimbo che – nello spot dei quattro salti in padella – con forte accento tedesco si lamenta di aver fatto entrare Babbo Natale a casa sua (“perché fatto entrare !!!???”)

– U2: il nuovo cd è stra bello!

– Albano

– Christmas time

– Tony Soprano

– Eventuali e varie. >I:o)

ANCORA COMUNITA’ IN RETE.

Ricevo e segnalo:

Pedofilia: comunita’ virtuale su Internet, 15 indagati Perquisizioni e sequestri della polizia in 11 citta’ (ANSAweb) –

CATANIA, 18 NOV –

Una comunita’ virtuale italiana di pedofili su Internet e’ stata scoperta dalla polizia postale di Catania durante indagini di contrasto alla pornografia minorile che hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati di 15 persone. I luoghi di lavoro e le abitazioni degli indagati sono stati perquisiti dalla polizia che ha sequestrato computer e materiale informatico a Roma, Catania, Modena, Bologna, Brescia, Pavia, Trento, Cagliari, Lucca, Chieti e Genova. L’inchiesta avrebbe permesso di individuare tutti i membri italiani iscritti alla comunita’ virtuale, costituitasi circa un anno fa in un sito web ubicato all’estero. Le indagini sono coordinate dalla Procura Distrettuale di Catania e si svolgono in collaborazione con il Servizio Centrale di Polizia delle Comunicazioni di Roma.

“Si potrebbe però tanto nelle cose piccole, come nelle grandi, evitare, in gran parte, quel corso così lungo e così storto, prendendo il metodo proposto da tanto tempo, d’osservare, ascoltare, paragonare, pensare, prima di parlare”.

Alessandro Manzoni, “I Promessi Sposi”.

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe