Archivio di Febbraio 2005

 Ho aggiunto una seconda fotografia (quella con lo Squalo) che mantiene lo spirito di questo forum (spirito sul cui utilizzo discuto spesso), la voluta alternanza di toni doverosamente seri con quelli più scanzonati ed ironici. Gli uni non offuscano gli altri, tutt’altro, semmai i secondi (quelli ironico-scherzosi-stupidi) servono a farci respirare un po’, permettendoci di affrontare gli altri. Chiaro no?!  ;o)

Quanto vale l’anima di una bambina in un paese del cosiddetto terzo mondo?

Quanto vale se ad occuparsi di lei sono le cosiddette “forze di pace”, più armate delle forze di guerra?

Facile:

“qualche uovo, una barretta di cioccolato ed un pezzo di pane”.

Tale il “prezzo” pagato da sei soldati marocchini del contingente di pace dell’Onu in stanza nel Congo, in cambio dell’anima e del corpo di alcune bimbe di 12/13 anni d’età.

La denuncia nei loro confronti si è aggiunta a quella di altri 70 indagati circa, per medesimi reati, tutti fatti approfittando della divisa e del ruolo ricoperto.

Ultimo ma non utlimo un altro dato degno di nota:

questo è il primo caso in cui un paese chiede l’arresto per i propri “uomini” impegnati, molto impegnati, in tali missioni.

Canzone del giorno:Mia Martini, Gli uomini non cambiano. 

 Lo Sfondo

<<Cambierà ancora, di tanto in tanto, ma questo è lo sfondo definitivo.>>

UN NUOVO ESEMPIO.

E’ accaduto un paio di giorni fa guadagnando le cronache locali con un bel trafiletto.

Una cagnolina ha salvato i suoi cuccioli dal cassonetto dove erano stati buttati. Pare abbia chiesto aiuto…..ai carabinieri (non si capisce come, se andando direttamente in caserma o attirando la loro attenzione mentre passavano di lì) che li hanno recuperati appena in tempo.

Chissà, forse a breve, dopo il cane guida per i non vedenti, o il cane soccorritore anti-valanga, potremmo pensare al cane anti-pedofilia, per proteggere anche i cuccioli d’uomo dalla follia (di una certa parte) del branco.

Riporto la bella frase detta ieri sera a Cuneo durante una mia conferenza dal dirigente della Squadra Mobile di Cuneo (grande!), DR. Tommaso Pastore:

<< la lotta alla pedofilia può essere fatta solo dai cittadini” >>. 

 

IL PAPA E GLI ANGELI.

Splendida frase del Santo Padre.

Rientrato “a casa” dopo il ricovero in ospedale, ha dichiarato:

“ho sentito vicini i bambini”.

Bambini come il piccolo che qualche giorno fa è riuscito, dopo molte insistenze, a trovare chi lo accompagnasse dentro la stanza del Papa, ottenendo una preghiera per sé e per tutti gli altri piccoli degenti.

IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI.

L’auto in corsa rallenta per poco, giusto il tempo di buttare fuori dal finestrino

l’ingombrante fagotto. Che rotola sul duro asfalto, sporco di copertoni e kerosene. Da adesso, bagnato pure di lacrime e dolore.

Il fagottino infatti ha il volto, le mani, il cuore di un bimbo. Di cui ci si è sbarazzati in un modo a dir poco brutale.

 E’ accaduto ieri da qualche parte in America.

Per la cronaca il bimbo è vivo e sta lottando, bene, in ospedale.

Troverà braccia e cuori in ascolto. Rinascerà Avrà una nuova occasione. Migliore.

Lo stesso non si può dire per chi l’ha “gettato via”:

non basterà una vita per cambiare.

Rimarranno, per sempre, così:

mostri!

 

Per gli amici di Bergamo.

“La Voce di Bergamo”, uscita oggi, mi ha dedicato una bellissima intervista. Se ne consiglia la lettura.

IL PREZZO DELLA DIGNITA’.

Ho carissimi amici che lavorano nelle forze dell’ordine e che ogni giorno rischiano la pelle sulle strade (italiane ed estere).

Ho carissimi amici che lavorano nelle forze dell’ordine e che ogni giorno rischiano la pelle sulle strade (italiane ed estere).

La rischiano per me. Per te. Per noi tutti.

Non sempre con modi che possono esserci simpatici. Ma comunque nel pieno rispetto di quella democrazia e di quella legalità che ostinatamente cercano di riaffermare.

Lo fanno per stipendi che raggiungono anche le …..1.300 euro al mese.

Ci sono poi persone che vengono pagate sempre dallo Stato italiano con stipendi che raggiungono le 1.800 euro, cifra peraltro destinata a lievitare grazie ai benefici che arrivano con tale somma: buoni pasto, rimborso alberghi, spese di trasferta, addirittura finanziamenti per i cosiddetti “progetti vita” (acquisto di negozi, edicole, bar, casa, etc.).

Sono i “pentiti”, collaboratori di Giustizia, che dopo aver ucciso, messo bombe, generato violenza ed odio, vivono da nababbi a carico dei contribuenti italiani e guadagnano molto di più di chi ci deve proteggere.

Tra un po’ alla domanda “cosa vuoi fare da grande”? non stupiamoci se insieme al calciatore, la velina, il concorrente del grande fratello, i nostri figli risponderanno “ il pentito! ”.

SENZA FINE.

Ci sono notizie così terribili da farci nascere una domanda, a tratti scontata, trita e ritrita in qualsiasi argomentazione, ma assolutamente coerente con quello a cui ci si riferisce: “ma dove stiamo andando a finire?”.

In questa serie di orrori senza fine, la domanda nasce spontanea dopo aver appreso al notizia che vi riporto:

a Tampa, in Florida, sono stati arrestati i coniugi Dollar. John, 58 anni e Linda, 51 avevano preso in affido 7 ragazzi (4 maschi e 3 femmine) da madri sole che lavoravano e non li potevano seguire. La coppia assicurava che nella propria casa i ragazzi sarebbero stati sicuramente meglio: meglio di cosa, aggiungo io, difficile stabilirlo, visto la polizia che ah salvato i ragazzi li ha così descritti:”sono scheletrici. Ricordano Auschwitz”.

Per rendere meglio l’idea basti il peso del più grande, il ragazzo di 17anni, che al momento della “liberazione” pesava appunto 26 chili.

Tutti venivano torturati (= si parla nei report apparsi sui media americani  molto, troppo, ricchi di dettagli, di unghie strappate, ustioni, botte,, etc.) e abusati. Nessuno veniva mandato a scuola né aveva contatti con l’esterno.

Incredibilmente solo due dei sette ragazzi sono stati risparmiati dalla furia psicopatica dei loro genitori acquisiti: due di loro infatti non hanno subìto nulla, anzi, ha aggiunto il comandante della Polizia locale, “sono stati trattati come dei figli veri”.

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe