Archivio di maggio 2005

TRAFFICO DI MINORI – LA FOTO.

Di questa foto ne parlai già in passato, la prima volta che mi fu inviata.

Oggi, visto che mi riappare in due documenti credo sia il caso di farvela vedere.

Anche se è forte. Molto forte. 

E dolorosa. Altrettanto. 

A meno che non siate parte di quell’uno per cento di pedofili che passano da qui. Allora quella che vedete non è nient’altro che una bufala. Oppure una tavola imbandita.
A scelta.

Già un anno ma tutto qui parla ancora di te. Che corri nel sole e vivi nel cuore. Forever.

Ciao Flip……

IL VAMPIRLA.

Intanto scrivi tu. Poi, dopo l’appello, scriviamo noi. Con nomi e cognomi. E dettagli. Perché come più di un rappresentante del mondo politico ha recentemente detto, “bisogna che oltre alla condanna della giustizia per i pedofili ci sia la condanna da parte della società”. 

ORVIETO.

A proposito di grandi incontri fatti con grandi persone, venerdì scorso si è tenuta una nostra conferenza alle porte di Orvieto. A tale incontro, organizzato da un carissimo amico sacerdote e da suo fratello, è intervenuto il Vescovo di Orvieto. Il quale dopo aver ricevuto le lettere dai gruppi di pedofili che lo invitavano a boicottarci ha detto le seguenti parole:
”è una vergogna che chi si batte per la difesa dei bambini finisca sotto accusa. Non fermatevi mai!”. Grande Monsignore. Se volesse trasferirsi avrei un paio di città da proporle.

Il baby sitter.

E’ accaduto in provincia di Bergamo. Che cosa, facile immaginarlo.

L’importante è mettere subito le cose in chiaro: la colpa era delle bambine. Due per l’esattezza. Gemelle di anni 9. Che ogni qual volta vedevano “lo zio di famiglia”, reclutato appunto come baby sitter, “gli si buttavano addosso”,come ha confermato anche la moglie (!) della bestia (!!) in Tribunale. Diversa invece la versione che le piccole hanno fornito ad una attenta insegnante che ha fatto con loro (ed il loro compagni) un lavoro, sempre più specifico, sul tema della paura:
”abbiamo paura dei giochi che lo zio ci fa fare, di dove ci mette la lingua,  di come ci tocca e di dove ci fa toccare”, hanno scritto nei due distinti temi.

Lui povero innocente esemplare si è beccato solo 7 anni e mezzo. Speriamo vista la sua bontà ed innocenza che la pena venga commutata al più presto:

l’ergastolo, può bastare! 

MARCIA X GLI ANGELI

Si è svolta con grande successo la Terza edizione della Marcia x gli angeli.

Riporto qui quelle che sono state le mie riflessioni, cogliendo l’occasione per ringraziare tutti quelli che vi hanno partecipato ed hanno lavorato sodo per la migliore organizzazione possibile.

Nuovo appuntamento: 27 maggio 2006 per quello che da settembre sarà per noi un anno ricco come mai prima d’ora! State con noi!

Mai come quest’anno è fondamentale ritrovarsi: accendere una luce ed il proprio cuore.

Marciare per un’ideale che rischia di essere spazzato via dalla follia dell’uomo.

Allearsi e stringersi più compatti che mai.

Angeli….. facile chiamarli così.

Difficile preservarli.

Proteggerli a vita dalle insidie del Male.

Un male sempre più cattivo, beffardo, volgare, protetto.

Ma anche codardo. Piccolo. Analfabeta nei sentimenti. facilmente spazzabile via con l’impegno civile di voi tutti.

Voi presenti siete un esempio che le cose possono e devono cambiare.

Come Prometeo avete in mano un fuoco che fa rima con Vita, passatelo a chi più amate, ma anche a chi non conoscete.

Che sia Vita, Amore, Fede, da utilizzare come risposta a chi sa solo insultare, aggredire o peggio ancora, abusare.

Ed insieme, solo insieme noi tutti, riusciremo a ridisegnare il corso degli eventi ed a restituire a TUTTI i bambini quella serenità che è loro e che nessuno deve permettersi di sottrarre.

PATTI CHIARI.

In seguito all’inchiesta che ha portato nel registro degli indagati 186 insospettabili per reati di pedofilia in internet, è apparsa un’interessante intervista fatta a Nanni Arena, presidente di Telefono Arcobaleno, sul quotidiano Il Giorno. Ancora una volta riemerge il tema, qui più volte trattato, del “patteggiamento”; l’ultimo esempio, assurdo come tutti gli altri, arriva dal Veneto: “pochi giorni fa a Verona un uomo ha patteggiato, pagando una multa di 3.000 euro, dopo che lo avevano trovato in possesso di 82.364 files a contenuto pedopornografico e 33 video dello stesso genere, dice Nanni, “tornandosene a casa senza nemmeno la fedina penale macchiata…..”. Gente che devasta a vita di bambini (per sempre) ha la possibilità di non vedere la propria esistenza nemmeno macchiata dall’onta di una fedina penale pedofila. 

LE FOTO DEI PEDOFILI n.  9 – 

Si chiama come un noto attore americano, Kevin. Per esteso don Kevin Uruegbe. Dopo la lezione di catechismo, tenuta nella “sua” parrocchia in provincia di Cosenza si avvicina ad una bimba che ha 33 anni meno di lui (99 e tenta di violentarla dopo essersi spogliato. Ma non finisce così: la Procura di Cosenza apre una seconda indagine: il presunto religioso potrebbe essere membro di una organizzazione pedofila. 

BASTA UN POCO DI ZUCCHERO E LA PILLOLA VA ……

Arriva da New York e avrei dovuta inserirla nelle notizie “buffe ed assurde” riportate poco tempo fa.

Ma visto che ancora una volta c’è poco da ridere la riporto qui.

Nella Grande Mela, durante gli ultimi cinque anni, prima cioé che le autorità se ne accorgessero, duecento persone già condannate per stupri e pedofilia hanno ricevuto periodicamente, scatole di ……viagra, gratis.

Altro che senatrice.

Oriana Fallaci a processo per “vilipendio della religione islamica”. La denuncia arriva da Adehl Smith (non so come si scrive e non me ne frega nulla), lo stesso che se ricordo bene, aveva chiesto di togliere dalle scuole il crocifisso poiché “volgare”. Quando si dice  “due pesi e due misure”. 

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe