Archivio di Giugno 2005

Il tutto è andato avanti per 3 anni. Fino a l’altro ieri quando sono scattate le manette. Lui, 41anni, è l’ennesimo insospettabile, ultimo solo in ordine di tempo. Vicino di casa della piccola vittima di 9 anni. Che ne ha parlato alla sorellina la quale ne ha parlato alla maestra che ne ha parlato alle forze dell’ordine che hanno fatto le lunghe e doverose (o dolorose, semrpe e soloper qualcuno?) indagini di rito.Interessante sottolineare come anche per i genitori sia arrivato un avviso di garanzia: pare infatti che pur avendo sospettato che la figlia subisse abusi non abbiano mai sporto denuncia (!!!): il tutto è accaduto nel Lazio

 Si è aperto il processo alle Bestie di Satana e subito si fa notare la coerenza e l’impegno dei loro difensori. Tra le varie richieste vince il premio originalità quella di portare in aula ….un esorcista. Richiesta che ovviamente

la Corte ha subito respinto. Ma la difesa non demorde: scomttiamo che cercherà di dimostrare che le vittime (soprattutto quelle morte ammazzate) si sono inventate tutto oppure che sono state influenzate da tanti pessimi films di cui verranno fornite adeguate copie (uno su tutti “L’esorciccio”)…….scommettiamo!

Per Simone e Claudia:

 

“Ecco che arrivi tu, il mondo non ti aspettava più.

 

Lì falliva la spirale. Qualsiasi anticoncezionale,

 

quel giorno lì non funzionò.

 

Nessuna malattia

 

Forse una, la fantasia.

 

Niente vitamine e ormoni,

 

ma tanto fiato nei polmoni,

 

quando hai gridato: Sono qua!
E fino a che si insegnerà la vita,

 

la più bella lezione resti ancora tu…… (…)

 

3 x 3 farà quello che vuoi,

 

sarai tu a sceglierti gli eroi,

 

guerre semmai, tu ne farai

 

coi soldatini tuoi d’argilla. (…)

 

Grazie a te,

 

è da te che il mondo, IMPARA!”.

 

Renato Zero, Lezione di vita.

 

A 23 anni si può morire messi in croce. Non è una frase fatta o una triste metafora, ma quanto accaduto ad una giovane suora, probabilmente malati di schizofrenia, che in quanto “ritenuta posseduta dal demonio” è morta dopo tre giorni consecutivi passati sulla croce, senza toccare né cibo né acqua (chiaramente) ma con un asciugamano legato intorno alla bocca per soffocare le grida. E’ successo in un monastero ortodosso in Romania,terra che non cessa di fornirci esempi che fanno rima con la parola follia. Ora sotto accusa sono 4 religiose (parenti di Doroty?) ed un sacerdote che rischiano fino a 25 anni di carcere per il loro “tentato esorcismo”…..

NUOVE FOTO:

A) Foto Boston Globe.

Giusto per rinfrescarsi la memoria….e non dimenticare:mai!

 

 

B) Foto Toast.

Probabilmente è già iniziata la sua maledizione:offeso, svilito, sbeffeggiato in questo blog eccolo passare all’attacco e colpire.

E così stamani dopo il doveroso footing mattiniero eccomi affrontare una ricca colazione.Yogurt, cereali, spremuta, marmellata fresca, toast…..toast? Oh my God: sul toast (passi sugli omogeneizzati o sulle pastine) leggermente bruciacchiato ecco apparire lui:Michelino Jackson. 

Ditemi vi prego che è solo una bruciatura da me male interpretata…..

Ne ho parlato spesso durante le mie conferenze ma come altrettanto spesso capita, l’attualità ha confermato, surclassandola, la denuncia fatta.

Che in parole più semplici significa questo:

ancora una volta le cronache nere confermano le nostre denunce raggiungendo però limiti che pensavamo distanti.  Questa volta sono i nostri “colleghi” di Scotland Yard a segnalarci la loro ultima inchiesta che ha portato all’interruzione di un traffico di bambini. Le indagini sono durate dieci mesi ed hanno portato ad accertare che più di cento bimbi africani, venivano importati in Inghilterra (soprattutto a Londra) dove venivano sacrificati durante rituali celebrati da sette segrete, fondate dai soliti insospettabili di turno, in alcune chiese della capitale inglese.

Sì, avevo detto che era l’ultima, ma leggendo l’ agenzia appena battuta sul sig. michael jackson, riguardo ai festeggiamenti per la sua assoluzione, una domanda mi nasce spontanea:

perché un pubblico ministero che partecipò ad una cena con alcuni familiari i cui figli furono vittime del mostro Dutroux fu sollevato dall’incarico (e per protesta contro la “punizione” scesero in piazza 100.000 persone), mentre non accade nulla quando veniamo a sapere che durante la festa super privata fatta a Neverland per celebrare la salvezza di michelino, hanno partecipato pure alcuni giurati del suo processo?

36.000 nomi.

SAN JOSÉ – Nelle mani della polizia californiana è finito un 63enne sospettato di aver abusato sessualmente di migliaia di bambini. I presunti crimini sarebbero stati commessi in vari stati americani, ma anche in Messico e Brasile. La polizia ha sequestrato all’uomo sette taccuini nei quali erano riportati i nomi di 36 mila bambini, hanno comunicato le autorità di San José. L’uomo, che vive a San José, si trova in prigione da fine maggio. La polizia è stata messa sulle sue tracce dai genitori di un ragazzino di 12 anni, forse vittima di abusi. In prigione è finito anche un uomo di 34 anni, poiché sospettato di complicità. Nel corso di perquisizioni, la polizia ha trovato migliaia di foto pornografiche con bambini.

QUESTA LA NOTIZIA.

QUELLO CHE VORREMMO GRIDARE, MA NON SERVE PIU’ FARLO PERCHE’ LA GENTE NON E’ TONTA, E’ IL DOLORE DI QUEI 36.000 BAMBINI FOTOGRAFATI E DEPREDATI.

DALTRONDE CHI UN GIORNO SI E’ SVEGLIATO E SI E’ ACCORTO CHE IL PROPRIO PAPARINO O IL PROPRIO FIGLIO , PARTE DEL MEDESIMO DNA IN TUTTI I SENSI, AVEVA LA CATTIVA ABITUDINE DI STUPRARE BAMBINI PER RAGGIUNGERE L’ORGASMO, RESTERA’ DELLA STESSA IDEA:

36.000 BIMBI CHE SI INVENTANO LE COSE E UNA SOCIETA’ FOLLE CHE LI APPOGGIA.

"D’ora in poi, mai più quel canto disperato, alle allusioni non dar credito tu, a quelle voci, non rispondere più. Se ci sei, avranno fiato i tuoi pensieri, grida tu, che ci sei perché ci credi, che se vuoi, arrivi certamente dove sai…". Renato Zero, E ci sei.

L’ultima su Michael.

Ok lo ammetto in questi giorni, almeno qui (visto che fuori non se ne è parlato poi così tanto, forse per il disgusto nel vederlo assolto)  Michelino Figlio di Jack è stato un po’ il protagonista delle discussioni. L’ultima su di lui ce lo vuole ospite al prossimo Live 8, l’edizione che riunirà nuovamente su uno stesso palco i più importanti big della musica: ora, accantonando la prima domanda che nasce spontanea (cosa c’entra lui con i big della musica visto che sono esattamente 15 ani che non vende un disco?), credo sia giusto che lui vi partecipi. Sì avete letto bene: GIUSTO!

 

Poiché visto che anche questa edizione sarà dedicata ai bambini, chi più di lui ha dimostrato di amarli?  

 

p.s.: x dovere di cronaca si aggiunge che la sua partecipazione è in forse visto che al momento il sig. Jackson pare essere molto provato dal processo e si regga a mala pena in piedi: figuriamoci non se ne parla proprio quindi di dover ballare e cantare in playback per ben 15 minuti!

Non so voi cosa ne pensiate ma a me la vicenda del “finto Nonno” romano, ha messo molta tristezza. La vicenda, per chi non la conoscesse, in poche parole è la seguente:

qualche mese fa un anziano mesto signore di Roma, si dichiarava insegnante in pensione e cercava una famiglia….che lo adottasse.

Studio Aperto, il tg più votato ai casi umani che l’Italia abbia mai avuto, prontamente lanciava il video messaggio e subito da mezza Italia arrivavano le offerte di aiuto. Tra le tante la spuntò una famiglia della provincia di Bergamo e sulla vicenda calò il sipario.

Ce lo immaginavamo in pantofole e pipa, vicino ad un caminetto raccontare episodi della sua vita ai nipotini, o passeggiare col cagnolino al guinzaglio, tra una briscola con i nuovi compaesani ed un calice di vino in trattoria. 

Invece….invece oggi scopriamo che il signor Giorgio Angelozzi anziché dalle pagine del libro Cuore sembra uscito da un manuale di psichiatria.

Ladro, truffatore, mai stato insegnante (alla faccia del cantante Venditti che quando vide il messaggio fece subito un comunicato stampa dove diceva di ricordarselo come suo professore) il sig. Angelozzi ha truffato sia la famiglia adottiva che un’altra famiglia piemontese dove aveva trovato recentemente alloggio. 

Per lui restano le parole della “nipotina” bergamasca la quale gli ha ricordato, a mezzo stampa, che Dante Alighieri (da lui spesso citato!) metteva nell’ultimo girone dell’inferno quelli che si erano presi gioco dei benefattori (!), per noi resta la conferma che in una società che toglie i crocefissi dalle scuole perché offensivi, in cui babbo natale diventa pericoloso e politicamente scorretto, o in cui i poveri nonnini diventano assurdi truffatori, un dramma come quello denunciato in questo blog (= la pedofilia) non può che trovare terreno fertile.

E continuare a moltiplicarsi.

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe