Archivio di luglio 2005

QUESTO SPAZZA VIA TUTTE LE IMBECILLITA’. NEL NOME DELLA GIUSTIZIA. VERA.

Pedofilia : Francia , condanne pesanti per i mostri di Angers
Pene pesanti per il piu’ grande processo per pedofilia della Francia. Ad Angers 39 uomini e 26 donne da 23 a 73 anni erano imputati con l’accusa di violenze sessuali, avvio alla prostituzione, aggressioni, commessi su 45 minori alcuni dei quali molto piccoli. I legami di parentela fra le piccole vittime ed alcuni degli accusati ed altri particolari sordidi della vicenda hanno suscitato scandalo e interesse in Francia attorno a questa bieca vicenda. Fra gli imputati una madre, riconosciuta colpevole di violenza carnale su una delle sue figlie e di aver indotto alla prostituzione i suoi bambini, divenendo in seguito la tesoriera dell’osceno intreccio conclusosi ieri in tribunale. Il processo, iniziato il 3 marzo in corte d’assise, si e’ concluso con la condanna a pene fra i 16 e i 28 anni di reclusione per la maggior parte degli accusati. Alcuni degli imputati erano recidivi, altri si sono dichiarati innocenti, ma molti sono stati inchiodati dalle testimonianze dei propri bambini che, ascoltate in aula, hanno prodotto reazioni di disgusto nei presenti.

Complimenti all’idiota che nella foto sullo scempio alla lapide di Borsellino ha indicato un lungo elenco di tipologie di materiale pedopornografico. Materiale cheha sicuramente a casa sua e cheè la suunica fonte dipaicere.

Inutile dire che la cosa non finisce qui…….beccato!

NUMERI x RIFLETTERE.

Sconvolgenti i dati presentati negli USA dal network “Risposte cristiane”, rete di informazione delle diocesi cattoliche americane:

in base a dati scientifici alla mano (non a intuizioni personalistiche e complici!) un bimbo su 6 ed una bimba su 4 entro i 18 anni, saranno vittime di abusi sessuali. Interessante, molto interessante anche l’analisi sul rapporto chiesa e pedofilia: “il silenzio della chiesa permette ad abusanti saltuari di diventare abusanti abituali!” .

“Milioni di giovani soffrono in silenzio senza che nessuno dia loro voce e li aiuti ad affrontare e superare il proprio dolore”.

“Yahweh, Yahweh
C’è sempre dolore prima che nasca un bambino
Yahweh, Yahweh
Sto ancora aspettando l’alba 

Prendi queste mani
Insegna loro cosa portare
Prendi queste mani
Non farne un pugno
Prendi questa bocca
Così veloce a criticare
Prendi questa bocca
Dalle un bacio”. 

U2, Yahweh.

Leggo che tra gli obbiettivi dei terroristi che minacciano di radere al suolo la città di Roma c’è anche la chiesa di Santa Maria Maggiore, che da parecchi mesi ospita l’ex vescovo di Boston, Bernard Law. Qualcuno li avvisi, per favore, che per quante bombe possano mettere, per quanti sacrilegi possano commettere, arriverebbero comunque secondi…….

Come si possono commentare foto come quella che per schifo ho deciso di omettere da questo blog e che vedono ritratti due giovani turisti, verosimilmente marito e moglie, in posa sorridenti davanti alle macerie di Sharm? Lieti di portarsi a casa un pizzico di tragedia ad uso e consumo di vicini di casa ed amici voyeurs che ascolteranno per i mesi a venire, i loro noiosi racconti. Con una sonora pernacchia!

INFAMI DI MERDA.

Tornano a colpire. Chissà magari prendendo nomi ed indirizzi da qui. Con la loro modalità mafiosa, degni figli di un totoriìna di serie C, fastidiosi brufoli sul culo del mondo. Che per difendere il pedofilo che hanno generato cercano di annullare tutti i casi di pedofilia (meglio se con pervertiti mascherati da religiosi).

I bastardi hanno colpito ancora. A Laglio. Mandando a tutta la popolazione l’ennesimo volantino dove attaccano la vittima di Don Mauro Stefanoni, scrivendo “siete il disonore della nostra famiglia e della chiesa”.

Non si augura mai a nessuno un brutto male. E’ molto volgare farlo e poi dicono pure non porti bene.

Limitiamoci allora ad un inarrestabile attacco di dissenteria. D’altro canto la merda (scusate le volgarità ripetute) può generare solo merda.

p.s.: penso mi farò un giretto a Laglio. Penso seguiremo MOLTO da vicino il processo.

Nello spazio favole del sito di Aquilone Blu c’è in sottofondo la base midi di un brano dei Beatles, “Here comes the sun”, “Qui giunge il sole”. 

GretaBlu (l’autrice di tale spazio) ha deciso di fare un salto, grande, improvviso, fottutamente doloroso per chi resta, apparentemente (!/?) sereno per chi va. 

E in quel sole c’è entrata, senza aspettare che fosse lui a scendere. Con tutta la poesia di cui era capace. 

A volte la malattia ha il sopravvento e si dimostra più forte di noi. 

A volte basta un silenzio. Altre una maschera non sufficientemente grande per proteggerci. Calzata male, quanto basta per lasciare uno spiraglio dove il dolore può passare e tornare a ferirci. A morte.

L’importante è riuscire a lasciare una traccia del nostro passaggio. Un seme che altri potranno far germogliare se noi non ne abbiamo avuto il tempo.

C’era una volta…..è così che dovrebbero iniziare tutte le favole.

C’è e sempre ci sarà…..è così che inizieranno sempre le tue.

Ciao Greta……  

 

..sipario!

 p.s.: non so cosa ho scritto né penso che lo rileggerò. Ma so che per oggi può bastare.

NUOVA RUBRICA

Nuova rubrica estiva, nata ancora una volta dalle vostre idee. Mandate delle domande, di qualsiasi natura, via mail, a maxfrassi@yahoo.it (nell’oggetto: DOMANDE X IL BLOG) o tramite la casella CONTATTAMI del Blog. Firmatele (nome più città…almeno), e periodicamente le migliori (e le peggiori) troveranno una risposta qui.

Prossimamente:

Romania ; il nuovo libro; Flip 1  e Flip 2 ; Festival Gaber; Names project.. …

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe