Archivio di agosto 2005

Il blog tornerà ad essere aggiornato REGOLARMENTE da lunedì 05 settembre.

Si riparte con nuova veste grafica, nuovi links, tags x tutte le discussioni (anche quelle vecchie), nuoviarticoli e nuove foto.

Da metà settembre valuteremo se rendere obbligatoria l’iscrizione per chi vuole lasciare commenti, dando così un taglio agli imbecilli, ai sapientoni ed ai codardi complici.

Buon fine agosto a tutti.

La “Marcia degli angeli” si ferma……..

Me ne aveva parlato più volte e la notizia non è certo nuova. Ma oggi che Panorama ne riporta un’intervista l’ufficialità che acquisisce mette la parola fine ad una bella esperienza, utile ed importante, quella della Marcia degli angeli di Foligno, associazione creata da Luciano Paolucci, papà del piccolo Lorenzo ucciso da Luigi Chiatti. Non una resa quella di Luciano (“continuerò come tecnico e consulente”) ma certamente una sconfitta (“troppa fatica e pochi aiuti da parte delle istituzioni”) per chiunque difenda, a tutti i costi, l’infanzia violata. Nel frattempo Luigi Chiatti, l’assassino pedofilo, ha chiesto di ottenere i benefici che la legge gli consentiranno per poter usufruire di licenze premio (!) e statene certi, e lo metto e riscritto fin d’ora, entro un anno da oggi la bestia uscirà. “E se gi vedesse Chiatti vicino ad un bambino?” chiede il giornalista a Luciano, dopo che quest’ultimo ha ammesso di averlo perdonato:
”sarebbe l’ultima azione della sua vita!”.

Nota: Nell’articolo, che a settembre inseriremo integralmente nel sito di Prometeo, Paolucci pare un nuovo filone di indagine nel caso Chiatti, la pista satanica, facendo capire che Chiatti avrebbe potuto avere dei complici………

La Terrazza – Antidoto alla follia.

Il reality show del blog, per divertirsi e respirare un po’.

Bilancio di metà estate questa sera sulla Terrazza.

Sir Flip 2° festeggia nell’ordine la scoperta del nuovo parco giochi (basta la parola parco per fargli avere le convulsioni che si placano solo quando, in braccio, viene posato sul prato dello stesso), e la distruzione totale dell’Uomo Ragno, pupazzo preso come indistruttibile a cui è riuscito ad aprire e svuotare la testa (forse per scoprire la vera identità di Spider-man, chissà?!) dopo giorni di lavoro certosino.La notizia che oggi ha più colpito il circolo riunito sulla terrazza è quella dell’imbecille che teneva in casa un serpente velenosissimo e che ha corso il rischio di morire per il suo morso. E mentre qualcuno si interroga sul fatto che possa esistere anche un antidoto anti Flipper, la mia piccola dolce belva, più veloce di un Beep beep corre per la casa lanciando in aria e riprendendo al volo ciò che resta del supereroe rossonero. Non c’è estate che si voglia che non abbia i suoi beceri pettegolezzi. E nel caso sia vera la notizia battuta dalle agenzie americane per cui farsi gli affari degli altri migliora l’umore ed addirittura la circolazione cardiaca, ecco in questa fresca sera buttarci lancia in resta sulla Ferilli e sulla Hunziker. Nel primo caso l’ammirazione di tutti i maschi del gruppo nei confronti della super Sabrina sfocia in un misto di commiserazione per passare ad un duro attacco nei confronti dell’ex-marito che pare averla tradita. Ed i commenti su come sia stato possibile tale “sacrilegio” ve li lascio solo immaginare.

La Hunziker invece divide anche i maschietti in due fazioni, accomunate dallo stupore per le scelte affettive dell’ex-signora Ramazzotti oggi fidanzata con l’ex fidanzato della mamma dell’ex fidanzato (con cui però, mamma ed ex fidanzato, fa le vacanze insieme): chiaro no?!

Altro che circolazione e buon umore, qui c’è da uscirne pazzi.

Meglio cambiare argomento:

per gli amanti della musica sarà un autunno da urlo, che si preannuncia già carico di due belle novità.

A settembre torna Paul Mc Cartney con un nuovo album che si preannuncia splendido, mentre i Rolling Stones tornano con cd e tour mondiale. Non so ancora se andrò a vedere Elton John ma stasera sulla Terrazza (mentre in sottofondo c’è Rock Swings il nuovo cd di Paul Anka che ha riarrangiato in chiave swing brani di Bon jovi, Nirvana, Billy idol, a tratti stravolgendoli: il risultato è straniante e splendido al tempo stesso; se siete fans di Michael Bubblé…..) riabilito….Cesare Cremonini. Ebbene sì, l’ex Lunapop autore comunque di belle canzoncine pop. L’ho visto a Viareggio ospite del festival Gaber dove ha eseguito anche lui 3 pezzi e devo ammettere, ha saputo intrattenere il pubblico e stare sul palco con degna bravura: complimenti. Adoro Camilleri. E adoro il suo (nostro) commissario Montalbano.

Durante l’anno, appena esco prendo i suoi romanzi che poi, quando l’estate arriva, mi godo con il tempo e l’attenzione necessaria per gustarmeli più di un “tanticchia”. Vi consiglio …l’opera omnia, gradita anche da Flip per il formato (libricini piccoli) invitante alla masticazione. Oggi ho terminato “la pazienza del ragno” e ve lo consiglio. Fa freddo questa sera sulla terrazza: il vento che arriva dal lago anticipa la fine di una stagione.

Aria di autunno e di cambiamenti. “L’inverno passerà tra la noia e le piogge ma una speranza c’è, che ci siano nuove spiagge”…….. Continua: next time: Flip 2: the true story – the dog behind the mask!

JURASSIC AFGHANISTAN. 

Non è solo il terrorismo a macchiare l’immagine che l’Afghanistan ha nel resto del mondo. Sono anche e soprattutto, fatti come questo: 

Mohammad (il nome l’ho inventato e non sapendo trovarne un altro mi sono buttato sul “classico”), è un bimbo di sette anni e come tutti i bimbi di sette anni dovrebbero fare, va a scuola.

Nella sua classe però gli alunni sono tutti maschi. Così come nella classe dell’anno precedente, quella che dovrebbe frequentare anche la sua sorellina Shaina di anni 6, sono tutti maschi. Nemmeno l’ombra di una femminuccia. Il perché è presto detto, nel civile paese vige l’usanza di far sposare le bambine fin dall’età di sei anni. Per questo le piccole non vanno a scuola ma se ne stanno a casa, come tutte le brave mogliettine che si rispettino, a svolgere le funzioni domestiche loro assegnate. Molte muoiono a dodici quando arrivano incinte negli ospedali locali. Ma state tranquilli: se appena riescono a superare tale età possono sempre farsi lapidare diciottenni, ree di essersi innamorate di un coetaneo, come è capitato pochi giorni fa in un paese per niente post-talebano, ma molto troppo jurassico.

 

Taizé – il mio ricordo.

Taizé è un posto magico, carico di quella magia che non ha chiaramente nulla a che fare con fattucchiere e maghi, cartomanti o stregoni, ma che fa rima con poesia, fede, vita.

I silenzi che si respirano a Taizé attraversano l’anima per purificarla. Riempiono il cuore di serenità (…nada te turbe, nada te espante…), portano dritti dove tutto ha avuto inizio e dove tutto finirà (….de noche iremos de noche para encontrar la fuente, sòlo la sed nos alumbra…).

Prima che la mia agenda impazzisse, salvandomi però da un sicuro lavoro in banca, alcuni anni fa all’inizio di questo mio percorso di vita feci per un paio di estati consecutive altrettante esperienze a Taizé, nella comunità interreligiosa creata da Freré Roger.

Ricordo più di tutto la preghiera della sera. L’enorme chiesa gremita di giovani di tutte le nazionalità. Le luci e le ombre create dalle candele. I canti e poi il silenzio. Il palpabile concreto silenzio. Muta litania dell’anima. E ricordo bene – come dimenticarla? – la figura di Freré Roger. Malgrado gli anni e la malattia, ogni sera puntuale attraversava la chiesa per disporsi al centro, sempre accompagnato dai bambini, mano nella mano, bambino anche lui. E così deve aver fatto anche quella sera di metà agosto. Circondato da quel candore che lui ha sempre difeso, protetto, ma che è stato purtroppo inutile davanti a tanta follia nell’ultimo giorno della sua vita terrena. Freré Roger è stato ucciso per mano di una pazza romena che gli ha inferto non so quante coltellate proprio mentre stava pregando. 

La sua comunità, le sue preghiere, i suoi libri, il bene fatto, resteranno per sempre, immuni a qualsiasi violenza, anzi, antidoto alla violenza stessa, proprio per la loro natura. 

Quanto alla magia ci vorrà del tempo, prima che torni a generarsi con lo spirito che aveva quando ebbi l’onore di farla mia, nella accogliente comunità sulle colline di Taizé………………

LA SCONFITTA DELL ’AIDS.

Buone notizie sul fronte della lotta all’aids. Premettendo doverosamente fin d’ora quanto pericoloso sia l’abbassare la guardia nei confronti di tale malattia, veniamo a sapere che oggi le aspettative di vita per un sieropositivo sono di 25-30 anni. Se penso che fino a pochissimi anni fa, quando mi occupavo di aids, i malati che seguivo avevano una speranza di …..pochi anni se non addirittura pochi mesi, la parola “miracolo” per segnalare i passi fatti dalla scienza non è per nulla campata in aria.

Diverso però è il discorso se ci spostiamo in Africa. Saranno 90milioni i malati entro i prox. 20 anni. Malati condannati a morte certa.

Lì, è il caso di dirlo, è proprio un altro mondo……

DONEGANI – IL GIALLO DELL’ESTATE.

Non serviva un master in criminologia per capire chi fosse in realtà il soggetto che ha massacrato i coniugi bresciani in quello che banalmente è stato battezzato come il giallo dell’estate. Completamente apatico, freddo e controllato, lanciava senza alcuna emozione il suo appello ai media, invitando chi avesse notizie sui coniugi scomparsi a farsi avanti. Ed a ruota ecco schiere di parenti e conoscenti fare l’ennesimo ritratto del bravo ragazzo, certo un po’ taciturno e solitario, ma non per questo sinonimo di assassino.

In realtà, il “lucido criminale” (secondo le parole del procuratore capo di Brescia) con la “faccia da pirla” (secondo le parole del sottoscritto) aveva appena fatto a pezzi i suoi parenti e li aveva divisi in tanti sacchetti manco fossero cibo per il congelatore, disperdendone poi i resti in un bellissimo e fino ad allora incontaminato luogo di montagna.

Per farla breve, insomma, la solita storia che vuole i più efferati criminali, “normalissimi vicini di casa”. Magari solo un po’ taciturni……

Nota: avete notato chi è stato uno dei testimoni chiave delle vicenda? Un bambino, già un piccolo, di quelli che gi stupratori e la loro stirpe si illudono con sempre meno forza intellettiva di far passare per non credibili. Fingendo di non sapere che di fronte ad un trauma i sensi si amplificano, immagazzinando tutto, anche i più insignificanti particolari.

 

 

 

Vallanzaska e Giuliani: quando si inneggia ai criminali!

Quando la mala politica e la più becera strumentalizzazione colpiscono le vittime e celebrano gli assassini:

 a) Leggo sui muri della città di Brescia due scritte, realizzate probabilmente dalla stesa mano, generate sicuramente dalla stessa madre:

la prima dice “Vallanzaska libero: 6 il nostro eroe”, la seconda ricorda invece che “Carlo Giuliani vive! A morte i suoi assassini”.Per chi fosse corto di memoria ricordo brevissimamente che Vallanzasca (senza la kappa che fa tanto figo) è un terrorista criminale pluriomicida, mentre Carlo Giuliani è uno di quei…come chiamarli…….boh…….vabbé facilitiamo, uno di quei ragazzi (sic!) che misero a soqquadro la città di Genova e che morì mentre stava per uccidere un carabiniere contro cui si apprestava a lanciare un idrante, dopo che lui ed altri suoi compagni ne avevano accerchiato la jeep. Il carabiniere sparò in aria sperando di spaventare le bestie che lo braccavano ma il colpo rimbalzò e colpì l’aggressore Giuliani.Chiaramente il carabiniere fu rimosso dall’incarico e trattato come un assassino, mentre il violento aggressore ha in corso una pratica di beatificazione, con targhe a lui dedicate e vergognose scritte sui muri che sarebbe bello poter far cancellare con la lingua agli autori che le hanno generate: almeno suddetti individui avrebbero una loro utilità nell’odierna società.

b) Basterebbe il nome, “O’Zulù”, per farci decifrare il grado culturale di appartenenza del soggetto in questione. Ex cantante dei 99 Posse (ditemi almeno 3 canzoni loro? Visto! Ora ditemene almeno 3 dei Ricchi e Poveri….) oggi cerca una nuova verginità musicale con un album solista registrato dal vivo che contiene chicche di pura poesia che recitano all’incirca così: 

“bombe intelligenti, carabinieri deficienti” o “vaffanculo Nassirya”.

Non so a voi che effetto facciano questi poveracci, stronzi finto no global ma in realtà più global della coca cola, che fingono di cambiare il mondo imprecando al cielo per il loro pubblico di tossici straccioni ma che il mondo non lo cambieranno mai. L’unica cosa utile che potrebbero fare è quella di sottoporsi spontaneamente a dei lavori forzati: ripulire i guard rails delle autostrade (ne ho visti di sporchissimi in questo mio peregrinare estivo) o smaltire i rifiuti tossici delle centrali nucleari ucraine, ritengo siano due buoni inizi. Lasciando la musica e le canzoni di protesta a chi le sa sinceramente fare.

NO COMMENT.

<< RIMINI – L’accusa è infame e gravissima: detenzione di materiale pedopornografico. Per questo, un uomo di 52 anni di Orte Scalo (Viterbo) è stato arrestato questa mattina dai carabinieri. L’uomo, M.P., di professione capotreno, è anche un animatore volontario nei campi scuola per bambini, organizzati dalla parrocchia del suo paese. Secondo quanto appreso avrebbe fotografato alcuni ragazzini, che negli anni passati erano stati sotto la sua ‘tutela’, in atteggiamenti osceni e messo tutto il materiale nel proprio personal computer portatile. E, nel loro ultimo giorno di vacanza, sono stati proprio alcuni bambini, che si trovavano in un campo scuola nei pressi di Rimini, a smascherarlo: per caso, mentre stavano giocando, hanno acceso il portatile del loro animatore, e la sorpresa è stata a dir poco sconcertante: hanno rinvenuto infatti fotografie dei loro coetanei nudi, in atteggiamenti equivoci. I bambini, consci della grave situazione, non hanno esitato: uno di loro ha fotografato con il proprio telefono cellulare alcune immagini e le ha spedite ai genitori. I parenti a loro volta hanno subito avvertito i carabinieri della stazione di Orte Scalo, i quali, all’insaputa di M.P., hanno atteso che la comitiva arrivasse alla stazione di Orte e arrestato con questa infamante accusa l’insospettabile 52enne.>>

Ok non ho resistito e malgrado avessi dato a tutti appuntamento a settembre sto x riaggiornare il blog. Giusto per far cessare i messaggi che caldamente (!) invitavano (!!) a farlo. Domani quindi troverete parecchie nuove discussioni (si parlerà di Chiatti, Donegatti, spose bambine, etc.). Buona continuazione di vacanze o buon lavoro per chi le vacanze le ha già terminate….

 

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe