Archivio di giugno 2007

Bisogna proprio imparare dagli animali…..un gruppo di pulcini entra, per sbaglio, in una gabbia di tigri.
Il risultato: ne escono incolumi poiché nessun tigrotto ha fatto loro del male.
tigri

Ne ho parlatStampa_DVD defo alcuni giorni fa riportando la storia (qui messa in scena) di Martina. E oggi vi segnalo che FINALMENTE dopo una lunghiiiiiisima gestazione, è pronto il DVD “ANGELI ALL’INFERNO”. Duro, commovente, coinvolgente. Aiutateci ad aiutare. Per info.: http://www.associazioneprometeo.org/sh_hp.php?act=nw&id_n=1

L’AVVOCATO.

“Uno alla volta si scende anche voi, sotto a chi tocca….”-
Renato Zero, Il Carrozzone.

avvocatoChiunque lavori in polizia sa che con il cambio di stagione e le giornate di caldo intenso, certi “soggetti” danno il meglio di sé. Dando sul piano della follia, il meglio……in assoluto.

Così deve essere stato per quell’avvocato di Milano che è andato a processo, questa volta sul tavolo delgi imputati.
L’accusa: aver cercato di strappare dalle braccia del nonno una bimba di 5 anni “per baciarla”.
L’avvocato (Fabio Massimo N.) ha dato il meglio di sé anche durante il processo, dove ha scelto di difendersi da solo (affiancato quindi dal legale d’ufficio). In passato era più volte stato ricoverato in strutture per malati psichiatrici.
Di lui, forse, torneremo a parlare. Dato che tra le sue passioni c’era il riempire i blog di difese, più o meno velate, della pedofilia. Pare che lui stesso avesse creato un sito e che nel forum dei radicali avesse apertamente difeso la pedofilia.
Come sempre capita per questi individui, che aprono siti solo per loro stessi, commentandosi tra sé, le giustificazioni portate avanti e spacciate addirittura per “scientifiche” sono così ridicole da essere pure divertenti, sotto certi aspetti, se non si parlasse di abuso.
Così davanti alla Polizia che gli sequestrava a casa sua materiale pedopornografico, con immagini di bimbi abusati da adulti e di bambine nude, l’avvocato ha risposto che di fatto si trattava di materiale "normalissimo, scaricabile liberamente da internet". Anzi lo stesso si è vantato di essere un membro della Commissione europea (?????) atta a vagliare uno studio approfondito sul fenomeno pedofilia.
Studio dove – scommetto – avrebbe parlato di bambini fantasiosi e genitori contagiati.
 

noè
Dedicata a quello sparuto manipolo di idioti che prova – inutilmente – a remare contro.

Referendum e comunicazioni di servizio.
Continua il referendum per sapere se vi piace il nome del blog.
Quasi tutti mi chiedete di reinserire il mio nome anche nel titolo (sinceramente visto che c’è già nell’indirizzo www. io preferirei ometterlo), altri mi chiedono un titolo più duro e diretto, altri ancora qualcosa che dia speranza, ed altri ancora un nome dolce (“Paradise” e “Cuore dolce” quelli più…..originali !?).
Vedremo. Voi continuate a suggerire e poi dopo l’estate decideremo il da farsi.
Lo stesso dicasi per la grafica, che io personalmente vorrei stravolgere, adottando un unico template (lo sfondo….) creato apposta per questo spazio. Anche qui si accettano suggerimenti ed aiuti.
Una sola cosa vi riunisce tutti. Tutti concordi. Tutti ma proprio tutti.
Volete “almeno una volta alla settimana, anche se servirebbe una volta al giorno” il Flipper Show.
Non solo perché oramai siete affezionati a Flipper ma perché, sempre secondo le parole di tanti di voi, “diverte, dà speranza, fa fare una pausa ristoratrice, è unico, spezza la durezza del blog, etc. etc.”.
Flipper ovviamente ne è entusiasta. Io non prometto nulla.
Ma per farmi perdonare vi regalo una nuova inedita speciale intervista doppia, interamente dedicata alle vacanze.
Nel frattempo vi ringrazio per tutte le cartoline, gli mms, i messaggi che ci mandate dalla spiaggia. Flipper anche qui fa la parte del Leone, sulle vostre foto con la sua maglia (a proposito entro lunedi, spero, primo rapporto sulla vendita maglie!!!!!) o addirittura (per il secondo anno consecutivo) con i gruppi di lettura del blog dalle spiagge. Che dire? Mitici! E Buone Vacanze.
Snake
FLIPPER SCIO’.
Spazio autogestito per bimbi da zero a 100 anni – autore il cane Flipper.
Intervista doppia sul tema delle vacanze:
Intervistatore: innanzitutto ben trovati.
Max: ma dobbiamo proprio?!
Flipper: Hey hey hey bbellooooo questo è il MIO spazio con la MIA intervista doppia vabbene?! quindi non cominciare e rispondi!
I: Mare o montagna?
M: Ce l’hai già fatta nella precedente intervista doppia.
F: Hey hey hey rispondiiii. Credi che la gente si ricordi cosa hai detto in un’intervista? Ma quando mai….Allora, io montagna col mare davanti, opppure mare con le montagne dietro. Ma anche montagna col mare dentro. Hai presente….
M: Mare. Da solo!
F: Da solo? Intendi solo, cioè senza nessuno. Nessuno tipo me, yo, mois, me???!!!! A poveri noi. Non chiamarmi però alle tre di notte che ti senti solo perché non ti raggiungo, a nooooo eh.
I: Rimini o Cortina?
F: A Cortina non ci vado da’npezzo. Hua hua hua.
M: Flip questa è più vecchia dell’intervistatore.
F: Così vecchia, allora farà ridere perchè non la sa nessuno.
M: Vediamo di fare alla svelta. Allora né Rimini né Cortina. Detesto le spiagge dove l’affollamento è pari a quello del centro di Pechino, detesto i posti di montagna dove la passeggiata serale è più una passerella per babbione impellicciate e cornute, anche ad agosto, che altro.
F: Pechino? Cosa c’entra Pechino? Ma c’è il mare a Pechino?
Io non so rispondere, certo se qualcuno si decidesse a portarmi sia a Rimini che a Cortina forse poi potrei scegliere.
I: La vacanza ideale?
M: Con le persone con cui stai bene. Diventa bello qualsiasi posto.
F: Visto, allora mi porti al mare eh?!
La vacanza ideale è quella in cui Max dimentica i cellulari a casa, non ha un accesso a internet, non può ricevere messaggi nemmeno per mezzo di piccioni viaggiatori, nessuno lo riconosce, nessuno gli parla di Prometeo, non esiste una copia di un suo libro, nessuno sa cosa sia la pedofilia. Ci resisterebbe 24 ore ma sai la pacchia…..
I: Perizoma o bikini?
M: Scherzi vero?
F: Io….
M: Flippeeeeeeeerrrrrr. Credo l’intervistatore abbia sbagliato elenco di domande.
I: Sì scusa, allora passiamo al cibo, il piatto che più vi ricorda l’estate.
M: ….. boh. Forse prosciutto e melone.
F: Banale! Io tonnarelli con crema di acciughe balsamiche alla Nutella, con contorno di cozze agli asparagi fritti e marmellata di albicocche al burro fuso.
M: Ecco perché la notte brontoli, perché mangi “light”.
F: Gnegnegnegne. Ts……
I: Gelato o ghiacciolo?
M: Gelato, non mi piacciono i ghiaccioli.
F: Già a lui non piacciono e allora a casa nessuno li deve mangiare, ti pare giusto? Per questo devo farmeli da solo: frullo gli Happy Hippo, ci aggiungo lo zucchero a velo, un po’ di smarties, una scatoletta di Tic Tac all’arancia, mezza scatoletta di Simmenthal poi metto tutto in frigo a meno 20 gradi inserendo un bastoncino di liquirizia e dopo due ore ho il Magnum Flipper.
I: La canzone che vi ricorda l’estate?
M: Spiagge di Renato. Ma anche certi tormentoni anni’60 o ’80, dai Watussi a Vamos a la playa.
F: Per me Galeotto fu il..…CANotto. J la storia di 8 cani che evadono dal carcere.
E vai sempre più sotttoooooooo…..
M: Ok ok basta così che poi piove. E poi ho il sospetto che tu non abbia ben colto il tema della canzone.
F: Gnegnegnegne. Ts……
I: Lo sport estivo che più praticate.
M: Qui lo voglio. Risponde prima lui.
F: Arrampicata subacquea col parapendio.
M: Non esiste. E poi è impossibile…..
F: Bugggieeee. Sentilo lui che l’unico sport che pratica l’estate è il salto del lettino da spiaggia.
I: Ok, basta, un posto dove non andreste proprio:
M: In parte l’ho già detto, sicuramente in certe spiagge super affollate.
F: Mai più in Madagascar!
M: Ma tu non sei mai stato in Madagascar.
F: Sì ma ho visto il cartone animato e non mi piaciuto. Con una giraffa parlante poi, ts, figurati, sanno tutti che non ci esiste una giraffa parlante.
M: Sei un topolotto disarmante.
CONTINUA …….

SONG
Il gruppo si chiama Hugaflame e questa è la canzone che si può scaricare legalmente e gratuitamente dal loro sito (www.hugaflame.com), proprio sul tema dell’abuso.
Me l’hanno inviata in anteprima ed io ve la propongo:

L’audio e’ stato cancellato dallo spazio su Splinder

LO SCIACALLO PEDOFILO.
05_Cappuccetto_Rosso01L’italiano arrestato dalla Polizia Spagnola per il caso della piccola Maddie (la bimba inglese rapita in Portogallo)  secondo la polizia medesima è, probabilmente, solo uno sciacallo.
L’uomo, originario di Sandrico in provincia di Vicenza si chiama Danilo Chemello, 61 anni ed è stato arrestato insieme alla sua compagna, una donna portoghese, Aurora Pereira, per aver cercato di estorcere del denaro ai genitori di Maddie.
Ancora una volta, benché su un episodio di sciacallaggio e non di abuso (ammesso che le due cose siano diverse….) emerge che il sig. Chemello, in passato era già stato condannato per abusi.
Anche per questo, forse, resta comunque aperto un fascicolo di indagine nei suoi confronti per rapimento.
Nel frattempo i genitori lanciano un nuovo sito che vi invito a visitare:
www.findmadeleine.com

maddie

ULTIM’ORA – Fonte Ansa.
PEDOFILIA: SORPRESO MENTRE VIOLENTA UNA BAMBINA DI 6 ANNI
MANTOVA –  Un uomo di 40 anni è stato sorpreso mentre, nella propria abitazione, violentava una bambina di sei anni. Li ha scoperti la madre della piccola che ha denunciato l’accaduto ai carabinieri che hanno arrestato l’uomo. Lo scrive questa mattina la Gazzetta di Mantova. Il responsabile della violenza è Villiam Bosio, disoccupato, con piccoli precedenti penali alle spalle. Tutto è accaduto martedì scorso. L’uomo, che abita vicino alla famiglia della bambina nel quartiere di Lunetta a Mantova, era solito ospitare la piccola mentre i genitori erano fuori e farla giocare con le apparecchiature elettroniche che ha in casa. Martedì la madre è tornata prima del previsto e, non trovando la figlia a casa, è andata nel vicino appartamento dell’uomo. Ha trovato la porta aperta ed è entrata. Qui le si é presentata la scena dell’uomo addosso alla bambina mentre le dedicava attenzioni morbose. La donna ha cominciato ad urlare ed é fuggita con la bambina. Subito dopo ha avvertito i carabinieri che hanno arrestato l’uomo mentre era ancora a casa. Lui ha confessato e ha cercato di spiegare: "mi sono lasciato andare perché sto attraversando un brutto periodo. Mi dispiace". Le violenze, secondo il racconto della bimba, andavano avanti da tempo. L’uomo ora si trova in carcere a Mantova.

bambini
Oramai non passa giorno che dalla Sardegna non emergano storie di pedofilia (una l’ho riportata ieri). Tutte “folli”, assurde, cariche di un orrore che va oltre……fuori dal comune.
Forse il merito è del caso Dessì che ha permesso per la prima volta che se ne parlasse e quindi ha portato le cronache ad occuparsene maggiormente, dando risalto a tutti questi episodi. O forse sono solo arrivati i tempi giusti, chissà….
L’ultimo è accaduto ieri.
Un uomo (di cui non si riportano le generalità per tutelare le vittime, dato che l’abuso era familiare) che era già stato condannato a 7 anni di carcere per aver abusato dei suoi 4 figli, facendoli anche assistere a …..suoi rapporto sessuali con animali, è finito nuovamente (per fortuna) dietro le sbarre (in isolamento, ovviamente) poiché aveva più volte riavvicinato i bambini, minacciandoli.

In arrivo:
–         finalmente (a GRANDE richiesta) torna il Flipper Show con l’intervista doppia dell’estate
–         dal mio archivio: le foto di un orfanotrofio rumeno: come i bimbi ci chiedevano aiuto denunciando i propri abusi
–         – sorvegliati speciali. Le nuove mail mandate a chi ci ospita, per screditarci
–         Il film Hand of God
–         E tanto altro ancora
Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe