Archivio di gennaio 2008

OGGI GIORNATA DELLA MEMORIA…..
PER NON DIMENTICARE.
 giorno MEMORIAolocausto Madreaaa 3aaa 1pianurareno_org
 
 
“Tutto questo può accadere di nuovo”, scrisse Primo Levi.
E questo è ciò che accade:
starving-child-4botte in faccia blog pedofiliainterpol 2fiaccolata 2

La pedofilia è sempre esistita?
Quante volte ve lo siete sentiti dire?!
Soprattutto da chi, così dicendo, evita il problema?!
oggi però diamo loro ragione con un documento eccezionale.
La foto dello scheletro deprimo pedofilo apparso sulla terra.
Che ci permette di capire anche come sono fatti…..dal di dentro.
scheletro di un pedofilo

 

…visto quanto vi è piaciuta la precedente, facciamo il bis:

big cat

povero gatto …

(ben gli sta, Flipper)

p.s. la quiete prima delle tempesta…..

 

bibmo a donkey

dopo l’orrore dei giorni scorsi, un piccolo sorriso con i due cuccioli addormentati…..

 

E SE FOSSE ACCADUTO A VOSTRO FIGLIO?
johnny
E’ una calda mattina di settembre. Per l’esattezza domenica 5 settembre. Del 1982.
Johnny ha 12 anni e come ogni domenica consegna, puntuale, i quotidiani (avete presente quei ragazzi che in bicicletta lanciano i giornali fuori dalla porta di casa? Ecco Johnny è, era, proprio uno di quelli).johnny3-99
Mentre fa il suo lavoro viene avvicinato da un auto e trascinato dentro il veicolo con la forza da 2 uomini. Quindi sparisce nel nulla.
L a Polizia  brancola nel buio, così come l’F.B.I..
E quando i genitori prendono degli investigatori privati questi, anni dopo, portano indiscutibili prove di coperture ad alti livelli.
Quei documenti sono carichi di prove, foto, testimonianze. Tutte mai accolte da chi doveva investigare. La stessa madre di Johnny (che diventa negli Usa il simbolo dei bambini scomparsi) riceve moltissime lettere con documenti e fotografie.
Emerge da tutto questo che Johnny è stato rapito da una vasta rete di pedofili legati al satanismo. Come altre centinaia di vittime è stato sottoposto al lavaggio del cervello, per poter essere abusato, torturato, utilizzato durante riti satanici (abusi questi di cui c’è ampia documentazione, essendo gli stessi stati filmati/fotografati dai predatori di bambini).J3new
Oggi Johnny ha poco meno di 40 anni. È riuscito a scappare da quella rete ma vive in clandestinità, certo che se si riavvicinasse alla famiglia, tutti verrebbero uccisi (“è una delle prime cose che vengono insegnate alle vittime che vengono rapite”).
A cercare Johnny e tutte le vittime come lui c’è, a distanza di tempo, sua madre. In prima fila. Non ha mai mollato, malgrado le pesanti minacce e le pressioni.
Per ora vi ho riportato, in breve, la sua storia. Tra un po’ di tempo torneremo a parlarne. Incontrando peraltro anche la madre di johnny.
Basti per ora, tra quei documenti di cui vi parlavo, le foto di Johnny. Legato insieme ad altri bimbi mai più ritrovati (foto scattate poco tempo dopo la sua scomparsa! – sul corpo, tatuati, dei simboli "cari" ai satanisti….).
johnny
….continua….

conserva
Processo Tommaso Onofri.
Il 1 aprile questa pers…questa donn…questa questa, uscirà dal carcere, poiché scadono in tale date i termini di custodia cautelare. A meno che non ci sia un Giudice che facendo il suo lavoro lo impedisca.

APPUNTI DI VIAGGIO
Sono questi giorni di conferenze in giro per l’Italia. Ne ricordo qua due per ringraziare chi le ha rese possibili. È partito sabato scorso a Torino, grazie all’impegno del 50% (quasi) del comitato scientifico di Prometeo (Monica Magi, Ilaria Macchiorlati, Tommaso Pastore e Elena Martellozzo) uno straordinario corso di criminologia (dove si toccherà anche il tema dell’abuso) per tutte le forze dell’ordine (polizia, carabinieri, finanza), con dei relatori, oltre a quelli citati, di grandissimo livello. Martedì sera invece a Milano ho presentato il mio ultimo libro in una conferenza presso il Lion’s club, presieduto da Antonio Marziale. Grande serata. Grandissime emozioni, e tante idee concrete per difendere i nostri bimbi. Ancora una volta con sensibilità e professionalità.

A breve parliamo di questa storia:
johnny bis
 

SPECIALE QUARK: CONOSCIAMOLI DA VICINO.
Incominciamo, in attesa del nuovo blog, un viaggio ancora più all’interno del “pianeta pedofilia”. Partiamo dalla parte più folcloristica…la poesia.
creeper
LA POESIA DEL PEDOFILO.
Quella che segue è la poesia che un pedofilo americano ha messo nel proprio sito:
“LITTLE BOY”
Piccolo ragazzo,
trascinami dentro
il tuo dolce sogno.
Lascia che ti stringa.
Lascia che io respiri su di te.
Tu giustifichi il battuto del mio cuore.
Con te, il mondo ed i suoi problemi infiniti
cessano di esistere…
Il Paradiso non è alla tua altezza
dolce espressione di perfezione.
Immensa felicità infantile
tu scorri nelle mie vene,
oh mia linfa vitale.
Piccolo ragazzo,
sogno di seta.
Apri i tuoi occhi,
io guardo attentamente
la tua anima.
Perdo me stesso
e divento te….
Definitivo obbiettivo ripieno d’amore
Unità.
Insieme a te
torno ancora bambino.

Sta per arrivare un novo blog. Più ricco e “forte” nei contenuti. Sempre più voce ufficiale delle vittime. Di cui è sopravvissuto agli abusi sessuali ed ora, anche da qui,restituisce il dolore ricevuto e TORNA a vivere. Un blog con una nuova grafica. State con noi.
libro_nero_pedofilia 07
p.s. grazie all’amico Gianmaria di Prometeo Cuneo abbiamo pensato ad una newsletter legata al blog. Per sapere come riceverla mandaci una mail a blogfrassi@yahoo.it.
E nei prossimi giorni….maxy aggiornamento del sito, in ogni spazio e con nuova home-page.
…… ma quanto si lavora!? 😉
Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe