PEDOFILIA – LA MARCIA PRO PRETE IN CARCERE.
 “Non c’è alcuna differenza tra la fiaccolata organizzata ad Albenga a favore di don Luciano Massaferro agli arresti per presunti abusi a danno di una bambina e gli applausi a favore del numero 1 della ‘Ndrangheta arrestato ieri a Reggio Calabria” – è quanto sostiene Massimiliano Frassi, presidente dell’Associazione Prometeo lotta alla pedofilia.
“Sono entrambi episodi che sottolineano come questa società sia malata e come si siano pericolosamente invertiti i ruoli, facendo in modo che chi abusa o uccide sia osannato come “uomo di pace” e chi arresta un latitante o denuncia un abuso sia sottoposto ad attacchi ignobili”.

2 Commenti a “”

  • Io dubito che si possa ragionevolmente credere ad una frase come "Chi è malato di pedofilia non commette reato una sola volta".
    Il che non equivale a dire che dubito che Monsignor Brancaleoni l'abbia detta, intendo che dubito che abbia riflettuto su cosa comporterebbe.
    Cioé che, se fosse accertata la colpevolezza dell'inidiziato in questo caso, dovrebbe preoccuparsi di cercare le altre vittime nella sua infiaccolata Diocesi.
    Un saluto,
    Rik

  • CHE CACCHIO VUOL DIRE "MALATO DI PEDOFILIA"???
    che si tratta di un povero diavolo con problemi mentali (o come poco fa mi sono sentita dire -pluah!- che ha movimenti errati ed è in una fase di fissità???)
    ma per piacere, di certi buonismi inutili non se ne può più…

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe