pedofilia in condominio

Le scuse dei Pedofili.
Ci siamo già occupati delle scuse più utilizzate dai pedofili in questi lunghi anni di attività. Anni in cui ne abbiamo sentite davvero di tutti i colori.
Con spiegazioni che ogni volta surclassano, per follia, quelle precedenti.
Ancora ferisce il padre “pedofilo ma sonnambulo e quindi assolto”, mentre diverte, se così si può dire, il pedofilo americano che ha accusato il suo gatto “di aver scaricato centinaia di files pedopornografici”.
E così tra immagini di pedofilia estrema “scaricate per motivi di studio” e “genitori che si sono contagiati scambiandosi la pedofilia come si scambiano il raffreddore”, abbiamo , ripeto, un campionario infinito quanto folle, di spiegazioni.
Ci mancava però la bega condominiale.
Il cane del vicino non vi fa dormire? Quando avete appena pulito le scale lui sale con le scarpe zeppe di fango che non si è premurato di pulire all’ingresso?
Parcheggia sempre nello spazio a vostra disposizione? Lascia la sua puzzolente spazzatura sulle scale? Vi costringe a sentire il Grande Fratello fino a che non finisce perché tiene un audio che neanche al concerto dei Metallica? Bene!
La soluzione c’è ed è semplice: lo si denuncia per abusi.
È in corso presso il Tribunale di Ancona (ma i fatti si sono svolti a Jesi), e si appresta ad arrivare alle battute finali, il processo nei confronti di Falerio Filipponi, settantenne accusato di aver attirato nel garage di un condominio (dove pure lui abitava) ben 8 ragazzini (7 maschi ed una femmina – anche se si sospetta potrebbero essere di più….), per molestarli.
Gli episodi si sarebbero svolti nel periodo 2002 – 2004, quando l’età media delle vittime era di 12 anni.
Nel garage il gentilissimo omino pare avesse un computer pieno di videogiochi che regalava ai bambini.
Secondo quanto detto in aula dal Pm pare che in garage,dopo aver attirato con delle scuse i ragazzini o spesso con la promessa di masterizzare loro dei cd di giochi, chiudesse la serranda e mostrasse loro immagini pornografiche per poterli poi molestare.
Da sottolineare un altro classico di queste losche vicende: molti dei ragazzini vittima hanno parlato solo tempo dopo. Per paura.
E l’omino? Bhé lui, come anticipato riconduce tutto a delle mere questioni di beghe condominiali. Già…..
Vicini di casa antipatici, chissà forse invidiosi di qualcosa, che pilotano i propri figli, convincendoli del peggiore dei crimini. E gli stessi, sono così “convinti” da stare male anche a distanza di tempo ed affrontare addirittura un processo.
Magari tutto per colpa di uno zerbino sporcato, una bicicletta lasciata nel posto sbagliato, una radio troppo alta, l’abbaiare di un cane……..
Falerio (o Valerio????) Filipponi (il nome appare sui giornali) seguiremo molto da vicino il suo processo. Aspetteremo con ansia la sentenza. E poi, una volta avuta, racconteremo tutto quello che oggi qua non c’è stato. Dando il giusto valore alla parola “beghe condominiali” e l’altrettanto giusto valore alla parola “PEDOFILO”.
Intanto mandiamo la nostra solidarietà e la stima dell’Italia civile ai suoi (fortunatamente per loro ) ex condomini…..

7 Commenti a “”

  •  Ed io mi capacito sempre meno degli uomini e delle loro scuse….nn comprendo come si arriva a far male ad un bambino per sempre, con quale cuore lo si rende "mai più uomo" e "mai più donna", lasciando nella loro anima la peggiore impronta..

  • a44a:

    Chiediamo invece scusa a tutte le vittime di questi bastardi per non essercene accorti prima…………….solidarietà piena ai poveri condomini.

  • Amici, il dolore…la rabbia…la frustrazione che state provando è tanta…quello che poi  vi dovete pure sentir dire è davvero vergognoso. Ma voi siete dei GRANDI genitori e so che non mollerete mai…. per i vostri figli.
    Spero di rincontrarvi ancora.
    Un abbraccio fortissimo a tutti voi.
    Humbly

  • piena solidarietà e stima………………….

  • …aspetterò con ansia l’evolversi di un giudizio sereno…continuando a condividere le vostre lacrime!!!…

  • Robe da pazzi, e ancor più incredibile è che ci sia qualcuno disposto a credere a tutte le allucinanti scuse che tirano fuori tutti questi personaggi pur di discolparsi !!
    Non so se ridere o piangere … ma sono veramente sgomenta !
    Bisogna dare sostegno e solidarietà ai genitori e alle vittime …

  • Del trovare scuse, anzi del mentire, i pedofili sono maestri. E’ la cosa che gli riesce meglio.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe