medicoavvoltoio
Trovato il Pc del prete: era in casa di un amico.
La polizia ha trovato il famoso quarto computer di don Luciano Massaferro. C’è voluta l’infiltrazione di un agente nel gruppo dei numerosi amici del sacerdote di Alassio, arrestato per presunte molestie sessuali a una ragazzina. La macchina era custodita in casa da uno di loro. Il parroco ha sempre negato l’esistenza del computer, di cui invece gli inquirenti erano certi. Di qui il sospetto che le memorie possano contenere elementi utili all’inchiesta. Ora la parola passa ai tecnici informatici, che già da tempo stanno lavorando sugli altri tre computer del prete. La ragazzina al centro del caso,come ha raccontato la madre al SecoloXIX, è stata esclusa dalla comunità parrocchiale.  «Nessuna chiusura – spiega il vicario della diocesi di Albenga, monsignor Giorgio Brancaleoni – ma una decisione dettata da buon senso: preservare la ragazzina ed evitare disagi a lei, agli educatori, agli altri bimbi».
Il sacerdote trasferito dal carcere di Chiavari a quello di Sanremo.
ALCUNE DOMANDE:
A) Perché se non si ha nulla da nascondere, non si consegna subito i propri computer alla Polizia, ma si nega invece addirittura la loro esistenza? Mala fede o pura imbecillità?
B) A distanza di tempo e con simili indagini in corso, scommettiamo che il computer trovato ha il disco fisso nuovo? In tal caso si indagherà anche su chi lo custodiva?
C) “La bimba vittima è stata esclusa dalla comunità parrocchiale. La si esclude per proteggere…..gli educatori e gli altri bimbi.”
Ora mi chiedo: li proteggiamo da cosa? Proteggiamo gli altri bimbi da una loro coetanea che oggi più che mai ha bisogno di giocare, di svagarsi, di sentirsi non in colpa ma accettata e soprattutto aiutata?
E gli educatori da cosa li preserviamo? Dal vedere i danni fatti dall’abuso e magari fare una veglia di preghiera pro pedofili in meno, ed un abbraccio ad una bimba in più?
VERGOGNATEVI!
C) Don Lu trasferito a San Remo: diteci per favore e fatelo subito, che il trasferimento non c’entra nulla con l’imminente Festival, vero??????
Già dovremo sentire cantare Emanuele Filiberto, mò ci manca pure Don Lu….
p.s. una risata vi seppellirà.

7 Commenti a “”

  • Mi associo :VERGOGNATEVI!!!!!!Semmai ne siete capaci.

  • 1 forte abbraccio a questa bimba che ha conosciuto il lato peggiore dell’adulto. ha vissuto sulla sua pelle il crimine + aberrante e conosciuto, la falsità, ipocrisia, menefreghismo, tradimento che l’adulto regala all’infanzia.

  • Un abbraccio alla piccola vittima…
    E grazie Max perchè sei proprio forte e nonostante la tristezza dei racconti con il tuo sarcasmo riesco sempre a farmi sorridere, che non è poco !!

  • a44a:

    Io spero che a Sanremo canti, ma per dire una volta e per sempre quanto è stato un mostro………….

  • Per quando il sacerdote possa ancora godere della presunzione di innocenza che precede il giudizio del tribunale, il ritrovamento del computer inesistente ne mette in seria discussione la credibilità.
    Trovo invece plausibili le motivazioni per allontanare la vittima. Oggi ha più che mai bisogno di giocare e di sentirsi accettata, ma potrebbe esserlo in un ambiente dove tanto palesemente ci si schiera a favore dell’indiziato? Gli educatori e gli altri bimbi vanno protetti dai fan del sacerdote, che saprebbero generare e mantenere un asfissiante clima di odio.
    Perché un pedofilo prete possa avere tanti ammiratori è presto detto. Invece di giudicare i parrocchiani con clemenza lo faceva per connivenza, metro assai più largo.
    Un saluto,
    Rik

  • La penso come Rik e credo che forse per la piccola sia meglio ricominciare lontano da lì dove tutti pendono a favore del prete.
    Ovvio se le persone intorno fossero umane e tenessero veramente ai bambini cercherebbero di aiutarla e di non farla sentire sola, ma purtroppo non è così.
    Forza piccola, non ci conosciamo, ma tutti noi ti siamo vicini e ti vogliamo bene.

  • Error:

    io non capito a i padre e madre di questi bimbi …come fanno ancora a lasciare suoi bimbi li
    questo sembra una societa de gente malata  male
    de gente che non importa niente cosa succede a suoi figli

    bhe
    niente
    continuo a leggere ..pero meglior sto muta
    perche non mi esci in italiano le parole che vorrei dire 🙁
    ciao

    grazie Massi di tutto

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe