Un’altra condanna. Che non ripaga del dolore, ma almeno, pone un freno a tanto male.
Un altro padre. Sbagliato chiamarlo così. Nella sua etimologia il termine include i verbi “proteggere” e “nutrire”…tutto l’opposto di questo, che chiameremo quindi
con il suo vero nome: predatore.
Predatore di bambini, che per due anni almeno, ha abusato le proprie figlie.
All’epoca dei fatti di 10 ed 11 anni.
La bimba più piccola, esasperata dagli abusi e dalle minacce ne parlò con una insegnante (grandi le insegnanti. Utilissime nei casi di abuso familiare. Perlomeno quando sono sensibili e preparate…!), che raccolse la sua richiesta di aiuto e riferì il tutto all’autorità giudiziaria.
Il fatto, dimenticavo, è accaduto a Vicenza. Il predatore è stato condannato a soli 4 anni (contro la richiesta di 6 da parte del Pubblico Ministero).
Particolare un episodio:
alcuni anni fa si era dichiarato colpevole, scegliendo il rito abbreviato e accettando di “risarcire le vittime”. Poi aveva ritrattato, accusando le bimbe di essersi inventate tutto. Gli stessi legali avevano parlato di “autosuggestione”. E si era quindi arrivati al processo penale. Processo finito con al condanna di primo grado!!!
p.s.: Un abbraccio forte alle ragazze.

8 Commenti a “”

  • a44a:

    Lo schifo non ha mai fine………………..a morte!

  • grazie per quello che fai con questo blog.

  • Io metterei a morte i legali che hanno basato la loro difesa sull’autosuggestione…ma per favore!Nemmeno i bambini crederebbero a queste cavolate,in quanto a quell’essere….la giusta punizione?Non credo che ci sia,ma se ci fosse una legge sulla castrazione…non chimica….e se fosse in mio potere la farei approvare all’istante.

  • D’istinto mi associo anch’io, purtroppo xò, castrazione chimica o no, queste bestie continuerebbero a fare del male ai bambini. Per la pena di morte invece, credo che fosse in vigore, le bestie diventerebbero ancora più spietate, facendo perdere le tracce di molti più bambini.
    Io personalmente sono per una pena pesante, perenne e soprattutto, senza via d’uscita.
     

  • Condanne sempre più ridicole,che vergogna!!!!

  • purtroppo le condanne sono molte blande. voglio credere ad una giustizia divina più severa. ci spero

  • sono così ipocriti e nauseabondi che rendono tutto una farsa, processi annessi.

  • Le condanne dovrebbero essere più severe !!!
    Comunque quando sento odore di condanne godooooo io stavolta !!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe