Pubblicità 2
Mese del libro. Novembre 2009
DA ADESSO FINO AL 20 NOVEMBRE DATA D’USCITA DEL NUOVO ATTESISSIMO LIBRO DI MASSIMILIANO FRASSI SCONTO DEL 15% SU TUTTI I LIBRI DEL NOSTRO CATALOGO. UN MODO PER AIUTARCI MA ANCHE E SOPRATTUTTO PER FARE INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE.
DALLA PARTE DEI BAMBINI. SEMPRE.

16 Commenti a “”

  • p.s. E RICORDA. DA OGGI LA TUA SOFFERENZA E’ LA NOSTRA. ANCHE PER QUESTO FARA’ MENO MALE……….

  • Ha ragione Max e mi permetto di aggiungere che i nostri cuori sono spalancati a te.
     

  •  Non sei sola, da oggi in poi siamo tutti qui per te a dirti che meriti di essere felice. Un abbraccio forte.
    Mony


  • Ciao Mary, sono Silenziocheurla perchè il mio silenzio urla da una infinità di anni,
    Avevo più o meno la tua stessa età quando un predatore ha abusato di me.
    Inutile dire come ci si sente perchè lo hai già scritto tu.
    Io ho più anni di te e solo da pochissimo ho parlato di ciò che è successo. Lo avevo fatto con i vari psicologi che mi hanno aiutata ma solo con loro.
    Sono cresciuta con la convinzione che ciò che era successo era stata colpa mia perchè il mostro che ha rubato la mia innocenza, la mia infanzia e ha tatuato il dolore nel mio cuore e nella mia anima, ha, oltre che una violenza fisica, fatto una violenza psicologica.
    Questo potere è a mio avviso, l’arma più potente degli orchi.
    Quella di piantare il seme della paura, del terrore e della vergona dentro di noi. Non solo. Mi ha convinta anche che se avessi parlato le persone che amavo sarebbero morte, mi ha convinta che quello che mi aveva fatto era scaturito dal fatto che ero bellissima e cattiva e quindi era soltanto mia la colpa.
    Di lì a poco la persona che amavo di più al mondo è morta davvero e sono cresciuta anche con questo grande senso di colpa, che, ti sembrerà, strano, ma t’assicuro che è così, è ancora più terribile dell’abuso stesso.
    Così per anni mi sono negata all’amore e ho indossato una maschera facendo credere a tutti che fossi una cinica, fredda, insensibile e stronza.(Scusa la parolaccia ma devo dipingermi così come volevo apparire). Ho allontanato da me le persone che mi amavano e che amavo.
    Ho passato un inferno dietro l’altro cercando di diventare brutta. Sono stata bulimica per tanto, tanto tempo. Poi il mio metabolismo è impazzito e sono diventata un’obesa. Sono arrivata a prendere 17 pasticche al giorno per curare tutte le mie patologie che mi stavano facendo morire. Ho passato anni al buio rannicchiata nella stessa posizione che hai ben descritto tu. Ho creato oceani con tutte le lacrime che ho versato. Ho sofferto di dolori psicosomatici fino a qualche anno fà. Ho dovuto fare i conti con gli attacchi di panico.
    E intanto mi sentivo dire soltanto che non avevo niente, che i dolori me li inventavo.
    E la depressione poi? Tutti gli psicofarmaci? Mi sentivo dire: Ma cosa ti manca? Non pensi a tutte le persone che stanno molto peggio di te?
    Non immagini nemmeno quante volte ho chiesto a Dio di farmi morire e l’ultima volta che avevo allineato tutti gli psicofarmaci che avevo a disposizione(tanti) sul tavolo, e stavo per prenderli con del cognac(figurati che sono astemia) mi ha fermato la voce di uno dei miei figli sulla porta che piangeva perchè si era svegliato ed era arrivato alla porta della cucina senza che me ne accorgessi. Non so nemmeno da quanto tempo fosse lì quando me ne sono accorta. Cmq sono viva e ho due splendidi figli che ormai sono ragazzi.
    Le nostre cicatrici non le cancellerà mai nessuno cara Mary però voglio dirti che la vita vale la pena di essere vissuta fino a che Dio ce la concederà perchè se noi decidessimo di porvi fine da sole avremmo fatto vincere i predatori due volte!
    E’ questo che dobbiamo capire. Noi non abbiamo colpe e toglierci di mezzo dopo aver ricevuto il male sarebbe linfa per tutti i predatori del mondo. Essi si nutrono soprattutto della paura che ci mettono, e della vergogna!
    Dobbiamo vivere invece e urlare per annientare i predatori.
    Hai avuto la fortuna di incontrare una persona che è al tuo fianco ed ha capito il tuo dramma.
    Io no cara Mary. gli ho raccontato solo di recente cosa mi è successo e t’assicuro che non ho ricevuto nè una buona parola nè una carezza.
    Volevo scrivere un libro, lo sto scrivendo ma non potrò mai pubblicarlo. Questo era il mio sogno ma oltre al resto hanno ucciso anche questo. Le lacrime ci saranno sempre, il dolore rimarrà ma continuerò a vivere con la speranza che le cose possano cambiare. Nel mio piccolo, perchè devo fare tutto di nascosto in quanto non mi è permesso di rivelare la mia storia, combatto ogni giorno contro la pedofilia.
    Vivi Mary, per te, per tuo marito, per tuo figlio, per tutti i bimbi del mondo e anche per me.

  • Mary, grazie per esserti raccontata, grazie per aver trovato il coraggio. Non sei tu quella che ha colpe, non sei tu che ti devi nascondere, no. Non sei tu che non hai il diritto alla vita e alla felicità. Proprio perchè te la sei guadagnata da sola, con le unghie e coi denti, coltivala sempre, non lasciarti andare. Se sei stanca di lottare, riposati un attimo, e poi riprendi il cammino. Sei grande e sei forte, sei importante per noi. Se puoi, non far sì che i fiori che hai piantato tu e che stai coltivando tu, puliti e puri, vengano infangati, anche quelli, dal tuo passato, da chi ti ha uccisa.
    Tanti ce l’hanno fatta, e ce la farai anche tu. Custodisci il calore che trovi qua dentro, so quanto bene fa.
    Un abbraccio forte.

  • Che storia terribile… da rimanerne gelati per una vita intera, anche solo per averla letta. Per averla vissuta…
    Non mollare, Mary. Non darla vinta a quelle bestie che ti hanno rubato le forze e la voce, trova la forza, urla di nuovo tutta la rabbia che hai come hai fatto al maneggio, quel giorno… poi trova la forza, che in te c’è, e prova a quei bastardi, alla gente che non capisce, a tutti noi che l’anima non te l’hanno davvero rubata, ma che c’è ancora e ha voglia di sentire di nuovo correre la vita.
    Un abbraccio immenso.

  • Cara Mary,
    conosco bene le emozioni che ti attraversano perchè purtroppo anch’io sono stata vittima per tanti, troppi anni di un pedofilo in famiglia…
    Ti abbraccio raccogliendo un po’ del tuo dolore e della tua rabbia.
    Vorrei essere portatrice di un messaggio di speranza, una luce in fondo al tunnel cara Mary, perchè dopo 10 anni di psicoterapia finalmente la mia vita è cambiata radicalmente e sono Serena e Felice.
    Sono sicura che proseguendo la terapia, senza mai stancarti di farlo, anche tu riuscirai a trovare la serenità e la felicità che meriti !
    Non mollare Mary, non mollare mai, neanche quando pensi che anche la terapia sia troppo difficile da sopportare…
    Io sarò sempre qui ad incoraggiarti, a spronarti.
    Ti mando un lungo e stretto abbraccio

  • Ho letto da poco la tua storia. Dirti mi dispiace è poca cosa, fa innorridire il male ke ti è stato fatto.
    Nessuno merita tutto ciò, l’unica cosa ke ti posso dire è che nn sei sola, hai tanti di noi, ed io compresa, al tuo fianco, con la speranza che tu possa riprendere in mano la tua vita, e sono certa ke ce la farai.
    Continua a lottare in ciò in cui credi, nn mollare, xchè la vita è un dono, la tua vita è importante, per te, per chi ti ama, e per noi,  perche tu  hai avuto la forza di raccontarti e quindi  renderci partecipi.
    Ti abbraccio con sincero affetto, con amicizia, ti sono vicina <3

  • a44a:

    Cara Mary, sei una donna forte e fragilissima che ha dato e forse dà ancora alle lacrime, la dignità ed il rispetto che meritano.Ognuna delle tue lacrime rappresenta il dolore di ogni bimbo del mondo. In fondo anche molti di noi hanno attraversato una strada simile chi più, chi meno, credo che nessuna si possa paragonare ad un’altra, ogni storia è un pezzo di cuore che si lacera, ogni storia nasconde la morte di un’anima, non è necessaria la violenza è sufficiente che si soddisfi la perversione e che si coinvolga psicologicamente una mente ancora acerba per essere in grado di distinguere il bene dal male.Credo che tutti noi abbiamo un compito: lottare per le vittime senza voce e scrivendo la tua storia hai contribuito a questa lotta, ma non fermarti, lo so che non è facile, ma ora devi continuare anche per te stessa e per la tua famiglia, perchè oggi al tuo fianco c’è chi ha sentito il tuo bisogno di aiuto e se oggi sei qui lo devi anche a colui che ti ha salvato, ma soprattutto se hai un figlio devi permettere a questo figlio di camminare a testa alta senza aver paura dei tuoi silenzi perchè ce ne saranno ancora molti, come dicevi tu, è difficile che quelle cicatrici possano parlare.
    La vita continua, noi siamo qui spettatori della nostra ma anche di quella degli altri, la cosa più strana è che non bisogna pagare nulla per assistere allo spettacolo, già abbiamo pagato abbastanza, facciamo in modo che altri angeli non debbano pagare ancora………ti abbraccio.

  • Senza parole,di fronte a tanto dolore solo rispetto e stima per una donna forte e coraggiosa come te.
    Mi unisco al coro della Prometeo:vivi!

  • …………:
    ciao Max, per ora non rispondo alla tua mail perchè non ce la faccio ma ti ringrazio per le parole piene di calda umanità che mi hai scritto.
    (…)

    ti risponderò prima o poi. intanto ringrazio te e tutti coloro che stanno commentando, ma non mi sembra che la mia storia sia così meritevole delle tue lacrime.
    un caro abbraccio
    "mary"  

  • Ogni parola mi sembra inutile e non ce ne sono x definire tutto quello che hai passato. Vorrei dirti tante cose, ma ho un nodo alla gola e le lacrime che offuscano tutto. Sei solo 1 grande donna che è riuscita a sopravvivere, che ha avuto la fortuna di trovare un marito con 1 cuore enorme ed avere 1 figlio. 1 angioletto frutto del tuo amore del tuo essere eccezzionale. Sii felice, goditi tuo figlio, parte speciale di te, meriti questo ed altro. Ricorda solo che tu sei una vittima innocente e senza ALCUNA colpa. Un abbraccio

  • Tu non vali nulla!
    TU VALI TANTO ORO QUANTO PESI; TU SEI UN’EROINA, HAI SALVATO TUA SORELLA, L’HAI SALVATA, PER AMORE TI SEI BUTTATA VOLONTARIAMENTE NEL FUOCO DELL’IINFERNO!
    ERI PICCOLISSIMA COME POTEVI DIFENDERTI DA QUEL GRANDISSIMO FIGLIO DI PUTTANA, E POI QUANDO ERI ADOLESCENTE, DOPO TUTTO QUELLO CHE TI è SUCCESSO COME POTEVI PRETENDERE DA TE STESSA, PICCOLO PICCOLISSIMO UCCELLINO FERITO, DI DIFENDERTI DAL SECONDO ORCO!
    M. TUO MARITO TI è STATO DONATO PERCHè TI MERITI UN ANGELO CUSTODE, M TI HA SALVATA COME TU HAI SALVATO TUA SORELLA QUINDI TI MERITI M AD ANCHE TUO FIGLIO.
    SAI QUAL’è LA TUA MIGLIORE VENDETTA, VIVERE, GIOCARE CON TUO FIGLIO E SORRIDERE.
    TU SEI UNA GRANDISSIMA EROINA, HAI SALVATO TUA SORELLA, NON C’è AMORE E CORAGGIO PIù GRANDE DI QUELLO DI UNA PERSONA CHE SACRIFICA LA PROPRIA ANIMA COME HAI FATTO TU PER UN’ALTRA PERSONA.
    SE TI INCONTRASSI DI PERSONA PRIMA DI ABBRACCEREI FORTE POI MI INGINOCCHIEREI AI TUOI PIEDI PERCHè I GRANDI EROI COME TE VANNO ONORATI.
    NON CAPIRò MAI IL TUO DOLORE, MA MI PIACEREBBE ESSERE CAPACE DI ALLEVIARLO, FACENDOTI PERCEPIRE L’EMOZIONE CHE PROVO PENSANDO A PERSONE EROICHE E DEGNE DI RISPETTO, STIMA ED AMORE COME TE.

  • 88apetta88:

    non  fare lo stesso errore mio…
    tu TI MERITI la felicità…
    sei una donna splendida [lo si capisce dalle parole che usi mentre scrivi…]
    non buttarti giù
    un abbraccio

  • Si Mary, vale la pena di combattere per tuo figlio e per tuo marito. Sei grande. Vorrei poterti abbracciare.

  • Cara Mary, ti chiedo scusa.

    Ti chiedo scusa perchè ieri ho letto la tua lettera e solo oggi riesco a rispondere: ma ci tenevo a farlo.

    Non solo per dirti che non sei sola: ed è vero.
    Non solo per dirti che per quanto tu ti senta fragile, io trovo che tu sia diventata una donna davvero forte: lo credo davvero.

    Ci tenevo tanto a scriverti che vale la pena. Te lo hanno già scritto, ed io voglio unirmi a chi lo ha scritto.

    Vale la pena Mary, continuare a vivere.
    Prima di tutto per te stessa: perchè VALI TANTO, ma TANTO DAVVERO.

    Per Tuo figlio, e per Tuo marito, e per chi ti vuole bene.

    Non ti conosco, è vero, ma ti mando un abbraccio simbolico ma che viene davvero dal profondo del mio cuore.

    Vivi Mary, perchè TE LO MERITI!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe