polanskicover1

Ho aspettato 48 ore prima di dire la mia sul caso Roman Polansky (e voi mi avete sollecitato a farlo con decine di mail!).
Ho aspettato ed ascoltato, in silenzio, le fesserie che sono state dette. Rifiutandomi pure di lasciare dichiarazioni ai giornalisti che ieri mi  hanno chiamato.
Ora, essendo questo un blog contro la pedofilia è scontato presupporre che si imbatterà in  attacchi contro “il grande acclamato regista”, ed in effetti è così……però vorrei motivarvi, dato che purtroppo c’è bisogno di farlo, il perché, dei miei “attacchi al rinomato e bravissimo regista”.
Da sempre in Italia ci battiamo perché i reati di questo tipo non cadano in prescrizione, permettendo quindi alle vittime che hanno spesso una vita segnata da quel lontano abuso di avere un riconoscimento di quel danno subito in giovane età. Per riconoscimento intendo il vedersi rispondere dalla società civile che quanto hanno subito non è avvenuto per colpa loro ma perché uno o più adulti hanno approfittato con la violenza della loro giovane età.
Per questo Polansky deve essere estradato e condannato.
Perché il messaggio che deve passare è che per questi reati , non ci deve essere mai fine (per il predatore così come non c’è – spesso – mai fine per la vittima).
Predatore che non può farla franca e deve sapere, che prima o poi, la Giustizia gli presenterà il conto.
E non importa se sei un elettricista sconosciuto o un famosissimo regista, se hai abusato devi pagare. Punto!
Ecco perché mi hanno fatto letteralmente schifo tutte quelle persone che intervistate ieri sera dal Tg5 hanno espresso la solidarietà a Polansky. Soprattutto le donne presenti. Schifo ed indignazione, perché non si può parlare di “persecuzione”, altrimenti se applichiamo questo canone, tutti ma proprio tutti i criminali (dagli assassini come Battisti agli stupratori ai terroristi, ai mafiosi) se non sono stati condannati ed arrestati subito, dopo alcuni anni dovranno essere lasciati in pace.
Se si applica questa regola allora avremmo dovuto lasciare libero Provenzano, obbligato poverino a vivere per 30 anni (dalla prima condanna all’arresto) come un vagabondo…..
Polansky peraltro la vita se l’è goduta. Ha fatto indubbiamente dei bei film (molto importanti come Il Pianista) e delle cagate mostruose (come Oliver Twist o Pirati),
ha girato il mondo, ha fatto un sacco di soldi ma NON ha mai pagato per il suo reato.
Se chi come l’onorevole Luca Barbareschi ha dichiarato che gli dà solidarietà e che pure le vittima era “consenziente” (sigh!) e che “l’ha già perdonato”, ricordo due cose:
a)     la vittima è vero lo ha perdonato. Ed in una lettera del 28 maggio 1997 scrisse al Giudice dicendo che per lei non c’erano problemi se Polansky rientrava, anzi era convinta che “non sarebbe stato un pericolo per gli americani”. Diceva altresì che lei non voleva più sentire parlare di processi e che con quel perdono quindi voleva chiudere per sempre la storia, perché la sua vita era stata segnata e distrutta da quell’episodio e quindi non voleva oggi, raggiunto un briciolo di serenità, rimettere tutto in discussione per tornare a quei giorni! Il che è molto diverso da dire, lo perdono perché non mi ha fatto male!!!!
b)    Se anche un minore fosse “consenziente” (sigh – frase questa tipica di una certa cultura!), nessun adulto dovrebbe comunque mai e poi mai, accettare di avere rapporti con quel minore, chiaro???!!!!! L’alternativa significa accettare la pedofilia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Darle un alibi. Peggio, un’occasione, sotto il segno dell’impunità.
Questo è quanto penso. Questo è quanto chi ha un minimo di cervello e si preoccupa per il futuro dei propri figli,  mi auguro pensi.
polanskia1

8 Commenti a “”

  • oggi (perchè solo oggi ho saputo di questa storia) ho sentito di una marea di c…oni famosi che stanno firmando una petizione per il povero perseguitato. una mandria di donnicciole, tra l’altro, firmano per solidarietà per quale motivo? vogliono fare u salto nel suo lettino sperando di essere pubblicizzate e schiaffate in uno dei suoi film? che fine ha fatto il buon senso (se è lecito chiederselo)? e il signor Barbareschi una volta non stava dalla vostra (o forse NON è lecito toccare questo tasto?)?!

  • a44a:

    Non è ammissibile il perdono, almeno per come la vedo io e penso che la ragazza l’abbia (diciamo) perdonata probabilmemente proprio per non dover rimettere il dito nella piaga, poi mi meraviglio in modo assurdo dell’onorevole Barbareschi, non mi sarei mai aspettata tanta benevolenza da parte sua visto i suoi personali precedenti……..

  • Anch’io ho sentito le varie interviste fatte a diversi personaggi.

    E’ un vero e proprio schifo parlare di persecuzione verso chi si è macchiato del crimine della pedofilia,invece di sparare caz…li inviterei a pensare quante notti insonni ha trascorso la vittima,dopo aver subito lo stupro!!!

  • Ennesima dimostrazione.

    Già i pedofili e gli stupratori trovano sempre il modo di pararsi il c…

    Di fronte ad una notorietà, in questo caso di nome Polansky, non c’è alcun bisogno che se lo parino da soli xè troveranno sempre qualche altro rifiuto umano pronto a difenderlo “sempre” con ogni se ed ogni ma.

    Il fatto che Woody Allen abbia sottoscritto una petizione a favore del collega non mi meraviglia molto (visti i precedenti), ma che l’abbiano fatto anche persone come Martin Scorsese, David Lynch, Pedro Almodovar, Ettore Scola, Giuseppe Tornatore ecc. ecc., mi da letteralmente il voltastomaco.

    Queste persone hanno fatto film importantissimi ma a quanto pare lo stuprare bambini viene meno anche di una bella pellicola che riempie le sale cinematografiche.

    Il mio “Oscar” va a tutti quei bambini che malgrado tutto il male sono riusciti a riscattarsi e (per gran cuore loro) a perdonare.

    Sono i bambini che vanno sempre difesi.

  • Perchè poi questa persona dovrebbe essere stata la sua unica vittima? Io non credo proprio…e odio gli uomini che credono di potersi prendere ciò che vogliono e quando lo vogliono. Anche se ti cercano di convincere usando lusinghe invece che schiaffi. Anche se semplicemente si sentono in diritto di offenderti con complimenti o esclamazioni fuori luogo….soprattutto se ti sono superiori in qualche modo. Posizione sociale, grado lavorativo, età….

  • caro amico…che tristezza!!!

    ancora una volta episodi del genere confermano quanto è dura , per questa società, riconoscere questo male!!!…se parliamo di pandemia, tutti peoccupati a se, come, dove, quando troveremo il vaccino “almeno” per i nostri bimbi…se, il mostro è uno famoso…mha si dai, avrà bisogno di solidarietà…che fa se tra le tante cose “buone” ne ha fatta una “cattiva”…è un “big”!!!…e meno male che lui stesso ha confermato la porcata!!!…tu prova ad immaginare se la “cosa” fosse presunta…e chi ti avrebbe mai creduto?!?!…tutto ciò dovrebbe aprire la mente e trarne almeno una conclusione…anche questa volta…il maiale di turno…è un INVISIBILE!!!….ma, ESISTEEEE!!!…e vive con noi!!!

  • 1. mi stupiscono o forse non dovrebbero le parole di Barbareschi.

    2. nel punto b. sembra sia quello che vogliono fare. A questo punto dico, ma sono veramente tantiiiiiiiiiiiiiiii

  • yzy:

    è incredibile max, hai pienamente ragione. Sono sconcertato per la ignobile leggerezza di coloro che in questi giorni dimostrano la propria solidarità a polanski, ridicoli paladini di una giustizia storpia. sanno di che reato parlano? addirittura la mobilitazione, vogliono che si ricordi la peggiore lezione: per il predatore è una questione di tempo limitato la propria colpa; per sempre si è solo vittime. che schifo! qui invece ho imparato a ribaltare questa proporzione temporale: è giusto che il predatore sia colpevole per sempre, e che la vittima trovi la forza di non esserlo più. Ciao max, per fortuna che in questo mare di m.. ci siete voi! yuri

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe