E’ un viaggio all’inferno di 17 minuti il servizio di Luigi Pelazza andato in onda la scorsa setimana allo show de Le Iene. Il reportage dalla Cambogia, realizzato tra la capitale e le zone rurali circostanti, ha mostrato senza ombra di dubbi la facilità con cui i turisti pedofili possano ancora oggi trovare bambini e bambine piccoli nei bordelli e in alcune zone della città.
Sotto accusa un pedofilo italiano, già condannato, che agli arresti domiciliari in Cambogia (gli è stato ritirato il passaporto, quindi non può rientrare in Italia) continua ad avvicinare minori e le stesse vittime del suo reato. Ma molti altri ricchi occidentali, ignari delle telecamere nascoste, hanno sbandierato lo sfruttamento e l’abuso abituale dei minori. I filmati sono stati consegnati alle autorità cambogiane per l’individuazione dei colpevoli.
A guidare Pelazza in questo reportage c’era l’avvocato Marco Scarpati, che da sempre opera nell’ambito di Ecpat contro il turismo sessuale e la pedofilia e che, da direttore dell’ong Cifa, lavora in Cambogia su progetti di prevenzione della prostituzione e di protezione dei minori.

5 Commenti a “”

  • L’ho guardato e ho pianto tanto… grazie per averlo messo, si deve sapere, tutti devono sapere a che schifo sono sottoposti questi poveri bimbi!!!!!! Vale davvero un dollaro, l’anima di un bambino??

  • Ci sono dei giorni in cui perdo ogni speranza.

    Se i “nostri” bambini (perché tutti i bambini sono nostri) non possono essere tutelati nemmeno dalla polizia, come possiamo mettere un freno a tutto questo orribile traffico di anime innocenti.

    Perché a questi orchi è sempre concessa una via di scampo e hai nostri piccoli solo l’angoscia di una vita rubata. Perché!?

    Perché le loro urla restano sempre inascoltate!?

    Perché chi sa continua a tacere!?

    L’altro giorno in ufficio ho parlato di questo servizio e dei bambini abusati, volete sapere cosa mi è stato detto???

    … ma smettila … sono tutte balle … non è fisicamente possibile avere rapporti con dei bambini così piccoli.

    ….

    Io dico che sono i loro cuori ad essere soltanto “FISICAMENTE VIVI”.

  • a44a:

    Dolore su dolore, magari non fosse una cosa possibile, magari non accadesse in ogni parte del mondo, ma che si aspetta ad intervenire dopo aver visto un servizio del genere? La cosa che poi aggrava il tutto è lo stato di miseria in cui vivono questi genitori che nonostante tutto continuano a far nascere bambini sapendo che cmq riusciranno a sopravvivere con la loro vendita, che schifo, ma come si può? La mia indignazione purtroppo non porta a nulla ma vorrei tanto che tutti questi maledetti pedofili bastardi venissero sterminati da un giustiziere anonimo………..

  • Ho visto anch’io lo schifo mandato in onda dalle iene e mi ha procurato una notte insonne e rabbia per la consapevolezza di non potre far nulla,di fronte a questo turpe mercato.

  • l’ho visto e m’ha cavato il sonno…. io che ho preso da voi Anima Nera e non sono ancora riuscita a guardare il dvd……

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe