COSE DALL’ALTRO MONDO.
Oramai, diciamolo subito, non si tratta di un caso isolato ma della norma, in parole più chiare, va sempre così perchè è così che deve andare.
In Giordania se sei vittima di uno stupro….devi essere punita, e la punizione spesso avviene addirittura con la morte.
Perché il tuo essere vittima è un disonore per la famiglia, per la società, per il mondo che sei costretta ad abitare.
L’ultima ragazza, ultima in ordine di tempo, è stata uccisa nel sonno dallo zio, che el ha sparato mentre il padre guardava (consenziente). All’età di 16 anni
La ragazza era stata stuprata….in casa!!!! Da altri due zii e dopo lo stupro era rimasta incinta mettendo al mondo un bimbo di cui non oso immaginare il futuro….
Dopo quel fatto era stata ripudiata da tutti ed ora “finalmente” l’onta è stata riparata, col sangue.
Peraltro la legge non punisce, gli assassini, con le giuste condanne.
Al massimo lo zio , oggi incarcerato, rischia due anni.
Ci si può infatti appellare a due leggi:
l’art. 98 del codice penale che appunto prevede condanne non superiori ai due anni per delitti commessi “in un momento dirabbia2 o l’art. 340 che fa riferimento all’indulgenza da parte di un familiare della vittima, indulgenza facilmente ottenibile dato che tutti sono complici ed appartenenti appunto al medesimo clan.

4 Commenti a “”

  • tempo fa ho sentito una brutta storia del genere: il padre di una bambina di 8 (OTTO!!!) anni ha decapitato la figlia perchè era stata stuprata da un cugino ed era “impura”.

    ma prendersela con il bastardo di tanto in tanto?

    non riesco a concepire che il mondo se ne freghi di cose del genere e si interessi del trombamico della velina, non credo si possa cadere più in basso di così…

  • a44a:

    Un mondo che va sempre più alla devastazione totale, non ho parole.

  • No comment…………vittime 3 volte.

  • E’ orribile,del resto credo che anche se non a questi livelli le donne debbano ancora faticare x conquistarsi quella dignità che è un diritto,in tutto il mondo.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe