Ieri sono tornato a Tizzano di Parma, piccolo (splendido) borgo sull’Appennino parmense. Con un gruppo di amici siamo andati a portare un fiore a Tommy, che lì riposa. Lontano da processi farsa, squali, marchette onerosamente pagate sulla pelle dei bambini.
Mi è sembrato doveroso farlo dopo che nei giorni scorsi, a mio modesto parere, si è nuovamente infangata la memoria di Tommy. Con udienze a dir poco irrispettose. E ritardi e rinvii che solo l’insulsa legge italiana può permettere che accadano.
Come già scrissi nel mio libro il cimitero di Tizzano è un luogo “magico”, che dona serenità, pace, tranquillità.rana tommy onofri
La stessa che ho ritrovato in mamma Paola, incontrata lì. Per condividere insieme l’abbraccio al suo piccolino.
Forza e serenità che lì Paola ritrova per tornare ad affrontare un mondo di merda……fatto di gesti, episodi, comparse, di merda, appunto.
La lapide di Tommaso è circondata come sempre da fiori freschi, foto, peluches e messaggi da ogni parte del mondo. Segno, tangibile, che i nostri bimbi forse non saranno adeguatamente difesi, né rispettati.
Ma l’amore dalla gente, il rispetto, l’appoggio quello no, niente e nessuno lo può togliere.

Un Commento a “”

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe