“Hai subito abusi? Meglio per te!”

20070626211340-locura

Siete vittima di abuso? Bimbe stuprate?
Donne pestate a sangue dal coniuge? Ragazzine abusate? Bambini violati?
Meglio per voi!!!!
Già avete letto bene, meglio per voi.
E, per evitare fin da adesso che pensiate che il sole che ho preso in questo week end al mare mi abbia dato alla testa, vi dico subito che le farneticazioni di cui sopra, non sono ovviamente farina del mio sacco, ma quanto emerge dalla lettura dei documenti del sito delle “Donne Cristiane”, nello spazio “Abuso”(sic!).
Le quali riportano a tal proposito un lungo articolo, che copio pure qua, con tutte le sue belle citazioni bibliche. Lo riporto ed inorridisco. E per ora non metto miei commenti. Anche perché la (loro) realtà supera ogni immaginazione, diventando per me incommentabile.
Donne……. Cristiane…..mah…….
3973d
“Ciò che Dio dice ad una persona vittima di abusi”
 Il mio scopo è d’incoraggiarela donna che ha subito un abuso fornendole delle istruzioni chiare riguardanti cio’ che dio insegna alle persone vittime di abusi.
Ho già chiarito chi sia una persona vittima di abuso con la A maiuscola: prima di prendere in considerazione la possibilità di fuggire, la donna deve esaminarsi dimenticando le circostanze in cui vive. È possibile fare ciò solo fermandosi e facendosi le seguenti domande:
“Sto facendo ciò che Dio chiede da ME?”
“Sono irreprensibile davanti a Dio?”
“Posso cambiare qualcosa nella mia condotta, per poter cambiare il cuore di mio marito?”
Sicuramente sarai d’accordo con me che solo una persona ripiena dello Spirito di Dio può essere a perseverare in questo modo per un periodo di tempo che solo lei può giudicare necessario. Dio non ci darebbe mai delle indicazioni impossibile da realizzare. Ch’Egli ti dia la forza necessaria per agire secondo questi versetti. Perciò, con la coscienza purificata da ogni tuo errore, sarai in pace, essendo cosciente di aver fatto tutto ciò che era in tuo potere di fare.
Questo testo di 1 Pietro capitolo 2, dal versetto 18 fino al capitolo 3, versetto 17 è rivolto ai cristiani di quel tempo che erano vittime di abusi molto gravi ed ingiusti nonostante la loro innocenza. Pietro scrive loro per incoraggiarli a perseverare e fare tutto ciò che potevano per essere irreprensibili davanti a Dio e davanti a coloro che li maltrattavano. Questo passo può applicarsi ad ogni persona abusata di ogni tempo… e può dunque essere applicato anche alle donne che sono vittime d’abusi.
Pietro comincia innanzitutto istruendo i servi, le donne e ci dà l’esempio di Gesù stesso, poi si rivolge a “tutti”. (Presto troverai nel sito una studio sull’esempio datoci da Gesù). Non importa chi siamo, tutti questi versetti sono applicabili a TUTTE NOI.
La Bibbia parla molto della sofferenza, soprattutto la sofferenza inflitta ingiustamente. Gesù stesso ha sofferto atrocemente per l’altrui ingiustizia, Lui che era senza peccato. Dobbiamo dunque aspettarci che l’ingiustizia e la sofferenza degli innocenti sia una continua realtà in questo mondo che non si preoccupa di piacere al suo Creatore.
In questi passi, Dio ci istruisce su come agire in questi casi… e questo insegnamento può essere applicato anche alla donna abusata, sia nelle sue emozioni, che fisicamente, od in tutti e due i casi.
  Essere sottomesse malgrado un carattere difficile
“Domestici, siate con ogni timore sottomessi ai vostri padroni; non solo ai buoni e ragionevoli, ma anche a quelli che sono difficili.” (1Pietro 2:18)
 Sopportare dei cattivi trattamenti è una grazia davanti a Dio
“Perché è una grazia se qualcuno sopporta, per motivo di coscienza dinanzi a Dio, sofferenze che si subiscono ingiustamente.
Infatti, che vanto c’è se voi sopportate pazientemente quando siete malmenati per le vostre mancanze? Ma se soffrite perché avete agito bene, e lo sopportate pazientemente, questa è una grazia davanti a Dio.”   (1Pietro 2:19-20)
 Dobbiamo seguire l’esempio di Cristo
“Infatti a questo siete stati chiamati, poiché anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme.”     (1Pietro 2:21)
 Essere irreprensibili ed avere una bocca pulita
«Egli non commise peccato e nella sua bocca non si è trovato inganno».   (1Pietro 2:22)
 Non rendere le ingiurie ma rimettersi al vero giudice
“Oltraggiato, non rendeva gli oltraggi; soffrendo, non minacciava, ma si rimetteva a colui che giudica giustamente”   (1Pietro 2:23)
 La nostra speranza e giustizia è in Cristo
“Egli ha portato i nostri peccati nel suo corpo, sul legno della croce, affinché, morti al peccato, vivessimo per la giustizia, e mediante le sue lividure siete stati sanati.” (1Pietro 2:24)
 Gesù è la nostra consolazione ed il nostro custode
“Poiché eravate erranti come pecore, ma ora siete tornati al pastore e guardiano delle vostre anime.”   (1Pietro 2:25)
 Rimanere sottomesse; per mezzo della nostra condotta, possiamo conquistare i nostri mariti a Cristo
“Anche voi, mogli, siate sottomesse ai vostri mariti perché, se anche ve ne sono che non ubbidiscono alla parola, siano guadagnati, senza parola, dalla condotta delle loro mogli, quando avranno considerato la vostra condotta casta e rispettosa.” (1Pietro 3:1-2)
 Avere uno spirito dolce ed pacifico  verso tutti
 “Il vostro ornamento non sia quello esteriore, che consiste nell’intrecciarsi i capelli, nel mettersi addosso gioielli d’oro e nell’indossare belle vesti, ma quello che è intimo e nascosto nel cuore, la purezza incorruttibile di uno spirito dolce e pacifico, che agli occhi di Dio è di gran valore.”   (1Pietro 3:3)
 Essere piene d’amore e di compassione
“Infine, siate tutti concordi, compassionevoli, pieni di amore fraterno…”   (1Pietro 3:8)
 Essere pronte ad umiliarsi per i propri errori
“…misericordiosi e umili.” (1Pietro 3:8)
Non vendicarsi di qualsiasi azione cattiva
“Non rendete male per male, od oltraggio per oltraggio…” (1Pietro 3:9)
Benedire chi ci offende
“…ma, al contrario, benedite; poiché a questo siete stati chiamati affinché ereditiate la benedizione.”   (1Pietro 3:9)
 Non dire parole cattive o bugie ma cercare la pace
“Chi vuole amare la vita e vedere giorni felici, trattenga la sua lingua dal male e le sue labbra dal dire il falso, fugga il male e faccia il bene; cerchi la pace e la persegua;” (1Pietro 3:10-11)
 Dio Stesso giudicherà il cattivo
“Perché gli occhi del Signore sono sui giusti e i suoi orecchi sono attenti alle loro preghiere; ma la faccia del Signore è contro quelli che fanno il male. Chi vi farà del male, se siete zelanti nel bene?”    (1Pietro 3:12-13)
 Abbandonare in Dio ogni paura e non essere agitata
“Se poi doveste soffrire per la giustizia, beati voi! Non vi sgomenti la paura che incutono e non vi agitate.”   (1Pietro 3:14)
 Difendersi in modo dolce e rispettoso
“Ma glorificate il Cristo come Signore nei vostri cuori. Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni.”   (1Pietro 3:15)
 Avere una condotta irreprensibile
“Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita; affinché quando sparlano di voi, rimangano svergognati quelli che calunniano la vostra buona condotta in Cristo. Infatti è meglio che soffriate per aver fatto il bene, se tale è la volontà di Dio, che per aver fatto il male.”   (1Pietro 3:16)
FONTE: SITO WEB DONNE CRISTIANE.

28 Commenti a ““Hai subito abusi? Meglio per te!””

  • non sono riuscita a finire di leggere….io credo che ci siano i presupposti per farlo chiudere sto’sito del cappero!!!!

    Ciao max, besos

  • «Chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me. Chi invece scandalizzerà anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da un asino, e fosse gettato negli abissi del mare» (Mt 18,5-6; Mc 9,42; Lc 17,1-2).

    Magari non l’hanno letta tutta la Bibbia… bah

  • «Chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me. Chi invece scandalizzerà anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da un asino, e fosse gettato negli abissi del mare» (Mt 18,5-6; Mc 9,42; Lc 17,1-2).

    Magari non l’ha letta tutta la Bibbia… bah…

  • senza parole. Cristiane??? Cristo mica dice questo!! è un minestrone di versetti presi qua e là da una mente delirante e mooooolto disturbata! spero che in realtà tutte le donne che hanno scritto questa roba, siano poi in realtà una sola… lo spero tanto…

  • Che dire…mi piacerebbe conoscerle e poi chiedere a loro di prendere il posto di chi sta subendo ogni tipo di abuso..dopodichè vediamo se il loro pensiero rimane il medesimo, se la loro interpretrazione della bibbia, mi pare di capire assolutamente traviata e personale, rimane sempre quella della donna servizievole, devota, sottomessa, colpevole di aver adirittura istigato agli abusi…mah!

  • MarziaVicenza:

    ma allora ho scelto il marito sbagliato, non mi picchia e non mi sottomette…potrò mai ambire al paradiso?

    ma questi sono i talebani del cristianesimo, o mio Dio quanto orrore!

  • Il fondamentaslimo di prese di posizione del genere è agghiacciante almeno quanto la sua miopia. Purtroppo (opinione mia, non intendo offendere nessuno) la morale cristiano/cattolica del sacrificio e del porgi l’altra guancia si presta benissimo a questo tipo di aberrazioni, come la “scelta” e l’imposizione del celibato si presta alle deviazioni sessuali. Mah…

  • ESSERE SOTTOMESSE,MALGRADO UN CARATTERE DIFFICILE:essere sottomesse,malgrado ti butti giù x le scale a 3 mesi di gravidanza,sottomessa,malgrado la sua pistola d’ordinanza,puntata sul grembo,dove una vita sta crescendo o se tutto va bene,alla tempia o alla schiena.

    ESSERE PIENA D’AMORE E DI COMPASSIONE:nonostante ti faccia mangiare il tuo stesso vomito.

    BENEDIRE CHI CI OFFENDE:già benedire chi ti annienta il corpo e l’anima,benedire chi ti lascia una ferita nel cuore,

    che a distanza di anni sanguina ancora.

    BENEDIRE: chi fa parte ancora dei tuoi incubi peggiori e svegliarsi la notte madida di sudore,

    prendere solo dopo un pò coscienza che non accadrà più,

    perchè x salvare tuo figlio dalla violenza vai via e nonostante,trascorsi diversi anni non riesci a perdonare del tutto te stessa x non averlo protetto abbastanza quando era nel tuo grembo.

    Quel bimbo che oggi è un ragazzone bello come il sole ed è il cuore che batte fuori dal mio petto,insieme al fratellino.

    AVERE UNA CONDOTTA IRREPRENSIBILE:per calmare o attenuare la sua violenza andarci a letto e come una bimba che conta le pecore,prima di addormentarsi,fai lo stesso,finchè non “soddisfa appieno le sue voglie”,

    per poi rimanere a letto a guardare il soffitto.

    Barattare il tuo corpo ,con l’illusione di ricevere meno botte,come una puttana lo fà x soldi.

    Auguro a queste donne di avere il mio stesso vissuto,

    non x vendetta ma semplicemente x far capire loro come ci si sente ad aver sposato una bestia.

    Non si può definire uomo un personaggio del genere;

    offenderei la categoria.

    Dove c’è violenza non c’è Cristo ma solo tanto male…..

  • ma queste sono da curare (e da prendere a sberle, giusto perchè a loro piace e se lo meritano, me l’ha detto il LORO dio!). a parte le secolari fatiche che le donne hanno affrontato per vedersi riconosciuto il diritto di scegliere il proprio uomo e gestire il proprio corpo come meglio credono, mi sorge spontaneo chiedermi se hanno, non dico orgoglio (temo che l’abbia distribuito quel tentatore di un satanasso!), ma un briciolo di dignità. domanda antipatica: queste soggette (che, benchè facciano incazzare assai, non sono che da compatire…) hanno idea di cosa sia il dolore?

  • stavolta tocca a me fare la voce fuori dal coro… non sono una persona religiosa, ma la teologia la conosco.

    considerate che la persona che abbraccia il cristianesimo (poichè è di cristiani stiamo parlando…) quando non lo fa per convenzione, sceglie di seguire delle regole di vita, tra cui appunto benedire chi offende, o il famoso “non giudicare” (lasciare che sia dio a farlo) e il perdonare – sempre e comunque – chiunque gli faccia del male. attenzione, non “chiudere un occhio” ma perdonare le persone per il male ricevuto.

    che piaccia o meno, che appaia difficile, demodè, da perfetti stupidi o privo di dignità, le cose stanno così.

    nel cristianesimo il “male” può essere dire una parolaccia o uccidere, o si perdonano entrambi o è ipocrisia anche solo parlare di perdono. e per quanto possa sembrare strano questi sono i dettami di cristo. se nessun cosiddetto “cristiano” li pratica non vuol dire che queste donne siano pazze.

  • caro max mi spiace dirlo ma questo articolo non può essere scritto da persone che si professano cristiane!

    al loro posto mi vergognerei per aver strumentalizzato il Libro Sacro per affermare le loro idee malsane.

    chi ha scritto l’articolo è senz’altro quialche malato/a filo testimone di Geova, non certo seguace di Cristo!

    saluti a tutti

  • 88apetta88:

    O Dio Mio…

    allora esistono davvero:Torquemada e i suoi amici dei Secoli Bui…

    Le scritture dicono anche: “Se un tuo fratello ha peccato contro di te, va’ e correggilo da solo a solo. Se ti ascolterà avrai conquistato quel tuo fratello; se invece non ti ascolterà ricorri ad una o due persone: le recherai con te, affinché sulla testimonianza di una o due persone sia decisa ogni questione. Se non ascolterà neppure costoro riferisci la cosa alla comunità, e se nemmeno alla comunità vorrà dare ascolto sia per te come un pagano o un pubblicano.”

    Quindi loro hanno torto anche dal punto di vista delle scritture:

    Dio vuole che ci amiamo,il significato di “porre l’altra guancia” è perdonare l’atto singolo del fratello in attesa del suo ravvedimento,del suo ritorno all’ovile…se ciò non accade Dio non ci obbliga a continuare a soffrire.

    Cmq il post in questione non si trova più,si trova solo su questo forum…

  • che sia gente pazza non vi è dubbio!

    ma da come scrivono i riferimenti biblici (1Pietro 2:18) non sono certo cristiane cattoliche. i cattolici userebebro: 1Pt 2,18.

    nella migliore delle ipotesi si tratta di qualke gruppo emarginato che si professa cristiano ma che cristiani non sono come hanno ampiamente dimostrato con le loro idiozie che hanno scritto. vabbè poverette anche loro saranno vittime di chi le ha inculcato qeste tremende fesserie.

    A loro auguro un buon corso di teologia come si deve al fine di evitare di “A”busare della Bibbia a loro uso e consumo per esternare i loro deliri.

  • cara ledar

    te lo dico molto sinceramente: hai detto un sacco di castronerie senza senso spaciandoti per “esperta” di cristianesimo.

    ma per favore.

  • mi scuso se torno ancora una volta, ma credo doveroso indicare un link utile per chi voglia veramente capire la Prima Lettera di Pietro. Il commentatore è un Illustre personaggio che si chiama Carlo Maria Martini!

    Spero che possa essere utile per evitare infondati commenti alla Scritura.

    Mi è sembrato doveroso per par condicio… ciao a tutti.

    http://www.atma-o-jibon.org/italiano5/martini_es_1pietro_5.htm

  • Purtroppo non hanno idea di che senso di colpa possa venire ad una donna, dicendole di “soffrire in silenzio”, perchè “in questo modo riceverà una grazia in più”. E’ un pò come se la donna debba schacciarsi sotto i propri stessi piedi, per rendersi più vicina al paradiso. Questo è puro inno al masochismo. In questa pagine leggo solo che la colpa è della vittima, che probabilmente ha fatto qualcosa di sbagliato per ricevere questo abuso, e che deve rivedere la propria coscienza. Ma dov’è l’uomo, qui? Ho ricevuto una educazione simile. Gli effetti sono stati disastrosi. Ah, ma giusto, forse la colpa è mia.

    Grazie al cielo, Dio è molto di più delle supposizioni folli che facciamo noi umani.

  • Ledar, c’è modo e modo di praticare la religione. Queste sopra sono fondamentaliste. Io conosco bene la religione cattolica, sai, lo posso dire: l’estremismo, in qualsiasi religione, è una bomba che può fare solo danni. Anche nelle religioni ci vuole quella che si chiama testa.

  • marghy: davanti a un comandamento come “amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, pregate per quelli che vi perseguitano e vi diffamano”, sinceramente se fossi cristiano non saprei come fare ad “usare la testa”. chi sono i miei nemici? sono autorizzato ad escludere i pedofili e gli stupratori? se un pedofilo mi diffama posso mandarlo a quel paese?

    caloveto22: parlo con cognizione di causa. potrei dimostrarti per filo e per segno la veridicità di ciò che ho detto, ma questo non è un forum di teologia… senza contare che proprio tu che ti definisci cattolica, definisci “malati” persone come i testimoni di geova, che poverini non so che ti hanno fatto tranne non essere cattolici… mi pare un atteggiamento molto poco cristiano, no?

    e nel constatare amaramente la valanga di bigottismo cattolico che sta crescendo, passo e chiudo definitivamente.

  • Ritiro quel che ho detto

  • comunque la bibbia e i vangeli son stati scritti da UOMINI

  • Quello che purtroppo non insegnano queste situazioni di fondamentalismo, è avere rispetto per se stessi, Ledar… e ti parlo conoscendo la situazione. Sono così drammaticamente occupati a fare del bene agli altri, a perdonare i persecutori, che non si fermano nemmeno un attimo a pensare… a se stessi. Al male che può arrecare insegnare ad un bambino a sopportare, a non ribellarsi, a rispondere bene al male. A subire senza poter dire nulla, perchè altrimenti si sente in colpa per aver risposto male. Ad insegnargli che anche i bambini sono peccatori, macchiati, con l’anima sporca, bisognosi del perdono. Perchè tu lo sai Ledar… queste cose le insegnano fin da bambini, più sono fondamentalisti più l’età dell’indottrinamento si abbassa. Io ho rispetto delle religioni, ma quando si parla di queste esagerazioni mi si rizzano i capelli. Fidati, non capisci se non l’hai passato sulla pelle.

    Si, hai il diritto di mandare a quel paese chi vuoi, Ledar, anche se sei cattolico, è proprio questo usare la testa!! Usare anche la propria volontà di separare cosa è davvero male da cosa è bene. O si è solo un mucchio di pecore tutte uguali, che belano all’unisono.

  • a44a:

    Non ho parole per tutto ciò che ho letto…….

  • in realtà la violenza fisica e il tradimento sono gli unici motivi di divorzio ammessi anche dai cristiani più radicali. per esempio sono cause invocate dai tdg.

    invece i versetti travisatissimi si riferiscono alla sofferenza sopportata a causa di persecuzioni PER LA FEDE IN CRISTO. non certo per un marito matto o stronzo. Si riferiscono ai martiri dell’ epoca, perseguitati “A MOTIVO DI CRISTO”.

    mah….

    A ROSARIA TUTTO L’AFFETTO…

  • non poteva che venire dalla Chiesa, un monito simile. da lei che per prima ha distrutto, torturato, ucciso. cosa ci si poteva aspettare?

  • Ciao a tutti

    io non so se quello che ha scritto il vangelo, la bibbia sia vero o meno, ma che esista o meno il paradiso o se quello che abbiamo fatto è stato giusto o sbagliato agli occhi di Dio lo sapremo solo una volta morti.

    Oggi siamo VIVI ed è così che dobbiamo essere VIVI.

    I martiri non servono a nessuno, e nessuna battaglia è giusta se ha bisogno di martiri per essere giustificata.

    Ma nel frattempo, dico a chi ha scritto ed ha chi si fa portavoce di queste cose: DATE IL BUON ESEMPIO, FATECI VEDERE CON I FATTI E NON SOLO A PAROLE IL VOSTRO BUON PROPOSITO, FATEVI MARTIRI DEL VOSTRO PENSIERO.

    Ps.:

    Se volete vi do una mano, scrivete un annuncio sugli affari economici, avrete un gran successo

    AAA CERCASI CARNEFICE FEROCE PER MARTIRE SUCCUBE IN ERBA.

    AUGURI, GENI!!!!

  • ciao max,non mi soffermo molto quì oggi,perchè mi preme di più dare un’occhiata a questo sito e lasciar due paroline da parte di qualcuno che a loro dire dovrebbe ringraziare se è stato abusato.oggi mi dispiace non mi trattengo…e altro che:

    “Non dire parole cattive o bugie ma cercare la pace

    “Chi vuole amare la vita e vedere giorni felici, trattenga la sua lingua dal male e le sue labbra dal dire il falso, fugga il male e faccia il bene; cerchi la pace e la persegua;” (1Pietro 3:10-)

    io sn nera oggi e sfogo il mio dolore e la mia rabbia!

    un bacio caro max grazie per l’articolo

  • E’ assurdo quello che c’è scritto in questo “studio”. Io sono un uomo e un cristiano evangelico e devo dire con mia somma vergogna che si tratta di donne evangeliche (di che tipo però non lo so, visto che ogni chiesa evangelica è indipendente dalle altre – tipo le città stato dell’antica grecia).

    Sono anni che leggo la Bibbia e questa è la prima volta che mi capita di leggere un’interpretazione tanto distorta e forzata di un passo biblico (e ne ho sentite di tutti i colori). E’ l’apoteosi della filosofia “donna schiava! zitta e lava!” al punto che si confonde il ruolo della moglie con quello degli schiavi (tanto per loro è uguale). Dov’è l’amore del marito che dovrebbe dare la vita per sua moglie e curarla teneramente come ha fatto Cristo per la Chiesa? Un marito violento è solo un’animale ed io come uomo sarei il primo a pestarlo a sangue, tanto per dargli un assaggio della sua stessa medicina. E’ vero che il giudizio spetta a Dio e noi non dobbiamo vendicarci, ma sopportare come sacchi da pugile… meglio se il sacco diventa lui.

    Comunque una donna così, come uomo e come cristiano, non la vorrei mai. La persona CON cui costruirò il mio futuro sarà intelligente e capace di affiancarmi nelle decisioni importanti aiutandomi e contestandomi, dicendomi quando sbaglio e migliorandomi. Queste da dove sono uscite? Il fondamentalismo è fondamentalismo… mah.

    Comunque ho visto che conoscete più voi la Bibbia, che non vi dite esperti e non pretendete di insegnare con presunti “studi biblici”, che quelle che spero siano solo ignoranti, perché altrimenti… che disastro! Non gli auguro di subire il male per capire, ma di sicuro così fanno più danni che altro.

    PS: I testimoni di Geova sono purtroppo gente ingannata che viene isolata e schiavizzata da un sistema pesante di cui trovate anche qui qualche testimonianza, purtroppo. Non sono malati, sono solo ingannati

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe