….per la serie tutto quello che diciamo poi (purtroppo) si verifica…….
Blog copiaeincolla: Allarme pedofilia su Facebook
Progetto per combattere il fenomeno
Gli ultimi due arresti sono stati effettuati ieri. Negli ultimi cinque mesi sono arrivate cinquanta denunce dai genitori
Domenico Vulpiani, il direttore centrale della Polizia Postale ha presentato a Palazzo Valentini il progetto «In strada come in rete» per combattere la pedofilia in internet. «Ieri a Roma sono stati arrestati 2 pedofili: avevano un armadio pieno di video». Un fenomeno «internazionale» quello della pedofilia online «che supera i confini regionali e nazionali».
I NUMERI – «Negli ultimi 5 mesi del 2009 la Polizia Postale ha eseguito nel Lazio 21 perquisizioni domiciliari, ha ricevuto 50 denunce da parte di genitori e parenti per adescamenti e abusi ai danni dei loro figli. 11 le persone denunciate e 3 gli arrestati». Ha detto Vulpiani sottolineando come dal 1 febbraio 2008 siamo stati inclusi nella black list dei 451 siti pedofili. E ancora, negli ultimi 10 anni, da quando è iniziata l’attività della Polizia Postale, sono stati monitorati oltre 307 mila siti web, di cui 177 siti pedofili chiusi in Italia. L’attività investigativa legata a questo fenomeno ha consentito di effettuare 4353 perquisizioni con 5145 denunciati e 244 arresti. Secondo Vulpiani «i siti più pericolosi sono i peer to peer e le chat – ha detto – ma stanno diventando oggetto di attenzione anche i social network per effetto dell’adescamento».
ZINGARETTI – «Internet è uno strumento straordinario che offre opportunità incredibili -ha fatto sapere in una nota il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti- ma, come tutti i grandi mezzi di comunicazione, ha anche aspetti controversi. Questo progetto vuole proprio contribuire all’alfabetizzazione dei nostri giovani che avranno così la possibilità di conoscere meglio il web e il suo linguaggio».

Un Commento a “”

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe