Foto dei bimbi su My Space e Facebook: è pericoloso?

Oramai non c’è persona che non compaia su uno dei due social network del momento, My Space e soprattutto Facebook.
Confesso che c’è un certo piacere schizofrenico nel ritrovarsi amici di Shreck e di Monica Bellucci, più ancora che nel ritrovare vecchi compagni di scuola. Magari quelli che all’epoca del liceo detestavi e che oggi devi riaccogliere con un’ipocrita “bentrovato, ma che piacere,” e via dicendo.
Ma al di là di questo i social network rappresentano tutto il bene ed il male della rete di Internet. Rete che non lo scopriamo certo oggi, non dà alcuna garanzia di protezione da possibili malintenzionati, sempre a caccia dei dati nostri, siano essi password, indirizzi e-mail, o dati anagrafici di vario tipo, da rivendere ad agenzie di marketing. Da quando io stesso sono entrato in My Space non faccio altro che ricevere però domande su una tra le peggiori violazioni che possiamo provare. Quella fatta sulla pelle dei nostri figli. Le cui immagini innocenti abbiamo messo e che senza che ce l’aspettassimo sono finite in decine di siti pedopornografici. Poiché, va ricordato, il pedofilo tipo, non cerca solo immagini di bimbi stuprati. Al contrario per eccitare le proprie criminose fantasie va alla ricerca anche di immagini “normali”. Il bambino al mare, al parco giochi, mentre soffia sulla torta di compleanno. Foto che noi, sbadatamente, gli abbiamo fornito, mettendole nelle nostre pagine web. Attenzione allora. Abituiamoci, purtroppo, a non mostrare nulla di tutto ciò poiché tra tanta brava gente basta un solo predatore a caccia di trofei.

4 Commenti a “Foto dei bimbi su My Space e Facebook: è pericoloso?”

  • infatti volevo proprio domandarti se, dato che su f.book ho solo i miei amici più cari e datati con te come unica eccezione recente, posso mettere le foto del bimbo o se possono essere “rubate” dall’ esterno senza che io sappia. Per adesso non ne ho messe per timore.

    Grazie

  • Questa è una cosa che mi ha sempre preoccupato. So che su facebook devi usare il tuo vero nome, non uno pseudonimo, ma nessuno ti può impedire di inventarti un “vero” nome..Io avevo un sito facebook ma l’ho eliminato perchè stava crescendo troppo e mi ritrovavo troppa gente che non conoscevo, amici degli amici ecc. Inquietante.

  • a44a:

    Io penso che i bambini vadano sempre protetti in ogni situazione e proprio per paura anch’io non ho mai divulgato foto di mio figlio.

  • quanto hai ragione, max! peccato che tantissima gente non si renda conto del pericolo che corre e che fa correre ai propri figli.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe