paolini1
I PAOLINI DELLA LOTTA ALLA PEDOFILIA.
Per anni hanno insultato, offeso, attaccato.
Con violenza, veemenza ed ignoranza.
Hanno creato un vero e proprio contagio, facendo ricadere però lo stesso sui genitori e sui bambini abusati.
Si sono messi in rete e si sono difesi tra di loro, a volte vincendo.
Sono i Paolini della lotta alla pedofilia.
Volgari disturbatori che si sono permessi pure di mettere in discussione il nostro operato, i nostri collaboratori.
Certo tanta ostinazione, tanto impegno dovevano avere una motivazione personale molto forte ed oggi che abbiamo letto, col vomito alla bocca, le quasi 160 pagine con le motivazioni del Tribunale di Torino che ha condannato uno di loro per abusi, ma guardaunpo’, all’intero di una scuola materna capiamo definitivamente il perché.
Partiamo dai capi d’imputazione espressi già nel primo grado, poiché ci permettono di capire meglio di chi, ma soprattutto di cosa, stiamo parlando:
<<imputati del delitto punito e previsto dagli artt. 81 cpv. 110, 609 bis, 606 ter c. 1 e u.c. 609 octies C.P., perchè con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, con l’abuso di autorità derivante dal rivestire la qualità, rispettivamente, l’APOLLONI di Presidente della Scuola Materna Bovetti  e la BALLARIO di insegnante e direttrice didattica dello stesso Istituto Scolastico costringevano XX BAMBINA e YY BAMBINO , alunni della stessa scuola materna, a compiere e subire atti sessuali tra cui, in particolare, accarezzamenti del pene dell’Apolloni da parte delle persone offese, carezze e toccamenti anche penetranti sia da parte dell’APOLLONI sia da parte della BALLARIO sia dell’ano che della vagina delle persone offese seguiti da minacce rivolte alle stesse parti offese di mantenere l’assoluto segreto sotto pena di violenze fisiche. Con l’aggravante di aver commesso il fatto nei confronti di minori di dieci anni in La Loggia nel corso del 2001 e comunque non oltre l’ottobre del 2001.>>
 
CHILD ABUSE
Questa la prima parte. A breve ci torniamo sopra, lasciando soprattutto ai bimbi la parola. Bimbi a cui qua da sempre si crede, dato che è scientificamente provato non si possano inventare simili racconti. A meno che non si voglia credere alla palla del contagio. O al fatto che Auschwitz non esiste. Che la Mafia era un’invenzione di Falcone. E via dicendo…..
 
“a questo punto la dr.ssa xxx chiedeva cosa facesse Wanda (Ballario) e cosa facesse Valerio (Apolloni), e XX BAMBINO mimando i gesti sul proprio corpo, aveva detto che Vanda metteva le mani sul pene e VALERIO metteva il dito nel culetto. Alla domanda su cosa facessero costoro a YY BAMBINA , XX aveva mimato gesti analoghi…….
…..il medico pediatra riferiva “di un comportamento alquanto inusuale tenuto dalla bambina durante la visita domiciliare”: aveva divaricato le gambe chiedendogli di stare attento a non farle male nell’esaminare la farfallina”…. continua……..
 

13 Commenti a “”

  • il vomito è venuto anche a me,che schifo.

    Quando leggo queste notizie mi convinco sempre di più che ci vuole più coraggio a vivere che a morire,in questo mondo di merda che viola l’infanzia.

    Scusa Max per la parolaccia;non ne ho potuito fare ameno….

  • yzy:

    leggo le righe postate tremando, nonposso che ribadire quanto scritto qualche giorno fa. a tutti quelli che hanno insultato, offeso, attaccato, a tutti quei decerebrati che intasano internet con pietosi blog in cui addirittura giustifacano la loro misera patologia: siete fetido liquame.

    Grazie max di resistere e lottare per i bambini nonstante tutto questo.

  • IN QUESTE CIRCOSTANZE DIVENTO PIUTTOSTO GREZZA: GLI AUGURO VERAMENTE DI CREPARE ALL’INFERNO TUTTI INSIEME MOLTO MOLTO MOLTO LENTAMENTE.

  • 160 pagine di motivazioni? Bene…meno male che, secondo i sostenitori dei falsi abusi, il tribunale ad aprile era in difficoltà nella scrittura di tali motivazioni, adesso saranno soddisfatti?

    Non solo, vorrei dire a questi personaggi che non siamo tutti dei visionari solo perchè giustamente ci informiamo sui reali pericoli che corrono i nostri figli e giustamente sosteniamo chi li tutela. Non siamo quelli ossessionati che vedono pedofili dappertutto. Lo spettro pedofilia esiste!!! Potreste dirmi che esistono anche i falsi abusi, certo, tutto è possibile. Sappiate però che chiunque abbia del sale in testa sa che un’accusa di pedofilia è molto pesante e prima di formularla adotta tutte le cautele possibili. Io non credo che un genitore parte subito in quarta non appena sente una parola diversa dal solito dal proprio figlio o un racconto confuso. Un genitore si allarma quando un bambino di 4/5 anni parla di contatti che si posssono conoscere solo quando si raggiunge una certa maturità sessuale che non è sicuramente tipica di quell’età,a questo aggiungiamo un terribile malessere che è inevitabile per una creatura che ha subito queste atrocità. I bambini non possono inventare quello che non conoscono e i genitori che credono loro non hanno alcun motivo di danneggiare persone che a volte neanche conoscono. Se poi pensate che certe accuse contro di voi sono state costruite allo scopo di danneggiarvi o per antiche vendette, allora, se non avete nulla da temere, rendetelo noto….ma siate mooolto convincenti!!!

  • Ma Paolini non è quel rompiscatole televisivo che fino alla fine del 2006 era online un sito internet dove mostrava sé stesso intento in atti sessuali espliciti con uomini e donne ed in atti di coprofagia.

    Se è questo, allora capisco il parallelismo con i maestri della Scuola Materna… azz… È proprio azzeccata!

  • Quanta feccia schifosa vive in questo mondo, feccia che può permettersi di oltraggiare, tradire escreditare la cosa più innocente che abbiamo, i BAMBINI. Quello che più mi fa incazzare sono i tali che lasciano questi maledetti creare associazioni e difendersi dal male che compiono, sono tutta la serie di pecoroni che ci vanno dietro, per ignoranza, menefreghismo o meglio convenienza. La legge dovrebbe essere uguale per tutti, mentre è per i delinquenti. Una legge, uno stato che non protegge l’infanzia è niente, vuoto. Forza bambini, siamo con voi.

  • tutti i pedofili sono dei brutti pezzi di merda…ma di quella molle, gialla e puzzolente…quella che ti fa star male…ma che quando la espelli ti libera e da quel senso di vuoto…ecco vorrei liberarmi per sempre di voi e tirare allegramente lo sciacquone …..

    bimbi quanto vorrei potervi dare la cordicella del cesso da tirare per lavare via il vostro dolore…quanto vorrei scaricare in un cesso quei pezzi di merda….quanto lo vorrei!!!

  • ….SIMILITUDINE!!!…ecco quello che ho sentito dentro di me nel leggerti…si, similitudine…non esiste un procedimento diverso da un altro…è un FORMAT!!!…ne conosci uno e ti basta per conoscerli tutti!!!…stesso metodo di abuso=stessa strategia difensiva!!!…isteria collettiva, contagio, dichiarazioni a reticolo, falsa memoria, sindrome varie, domande induttive e cazzate varie!!!…si, le trovo cazzate…volgari cazzate!!!…ma con quale “fantasia perversa” si può infangare l’innocenza di un bimbo di soli quattro anni quando questi ha atteggiamenti erotizzati, segno di un evidente esperienza vissuta in prima persona…ma come si fa ?!?!…BASTARDI!!!…e noi vi romperemo il culo!!!

  • hai ragione a dire che leggere certe cose fa vomitare e a me terrorizza pensando che il mio bimbo è a scuola e io non lo posso controllare sempre, è un incuboooo

  • Sono assolutamente d’accordo con Spunz….e sull’ultima frase avete un’alleata. MALEDETTI BASTARDI!!!

  • MarziaVicenza:

    sbaglio o questo “sig.Apolloni” è quello il cui padre ha creato il sito Centro Falsi Abusi?

  • Tutti i nodi, anche i più lordi, vengono al pettine!!!

    Leggo in un sito che non voglio citare che i bambini denunciano falsi abusi perchè oggi i genitori li fanno assistere a chissà quali manifestaioni (ma chi????) e magari il genitore del sesso opposto si occupa dell’ igene delle loro parti intime….

    MA CHE CACCHIO SCRIVONO???? SONO VERAMENTE ALDILà DELLA VERGOGNA….

  • CARA CAPUCCI

    AL DI LA’ DELLA VERGOGNA DICI???? SONO OLTRE, MOOOOLTO OLTRE

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe