11
LA VOSTRA VOCE.
Carissimo Max mentre ci sono genitori(?)
che dimenticano i figli in macchina
come se fossero pacchetti di sigarette
,in questo scritto ,c’è la mia disperazione del momento,
pensando,al mio carissimo figlio.
Le parole non dette,
sono nel ricordo di quando appena nato
tuo "padre" voleva rapirti per non darmi
la gioia di crescerti,di amarti.
Le parole non dette,
sono quell’Amore,così forte
da credere che il cuore mi scoppiasse in petto
per quell’Amore dedicato solo a te.
Le parole non dette,
sono il rimorso di aver lasciato
che la "bestia" mi picchiasse
quando tu eri nel mio grembo.
Le parole non dette,
sono il mio perdere i sensi,
quando andavi via con "l’assistente sociale"
e.. ti vedevo piangere
perchè temevi,tu così piccolo di non vedermi più
ma la "legge" ti imponeva che imparassi
a conoscere tuo padre.
Le parole non dette,
sono le lacrime,le mie lacrime di gioia,
quando piccino,piccino,
incontravi i miei occhi e mi dicevi:
il nostro è un grande amore
e…ti tenevo stretto a me.
Le parole non dette,
sono i tuoi sguardi,
la tua tristezza perchè
il tuo papà prometteva e non manteneva.
Quelle telefonate che tu aspettavi invano
perchè il bastardo godeva,che tu soffrivi.
Le parole non dette,
sono tutte le volte che rintracciavo il bastardo
per ricordargli che aveva un figlio.
"Lui" dopo qualche giorno ti telefonava,
inventando ridicole scuse,per le sue assenze,mancanze.
Le parole non dette,sono quando sei stato operato
e..la bestia non si è fatta viva per mesi
e..tu ne soffrivi.
Le parole non dette,
sono il barcamenarmi nel ruolo di padre,
che non era il mio;volevo darti il meglio della vita.
Le parole non dette,
sono le sue bugie che non ho mai smentito;eri felice
di credergli.
Le parole non dette,sono nel tuo decimo compleanno,
giorno in cui lo hai aspettato invano;non si è presentato,
inventando altre scuse,menzogne,
ed io sempre zitta
perchè è difficile far morire sulle tue labbra
un sorriso,figlio mio.
Le parole non dette,
sono andare dallo psicologo
perchè la bestia,per oltre un anno
non si è fatto vivo
e tu stavi male.
Le parole non dette,sono in quel telefonino che ti regalai
a soli sette anni,
perchè le rare volte che eri con "lui" mi impediva di telefonarti,
perchè la bestia potesse godere al meglio
del mio e del tuo dolore.
Le  parole non dette,
sono le menzogne che ti racconta,
adesso,per metterti contro di me.
Le parole non dette,
sono la paura di perderti,figlio mio.
La voglia di farla finita
con la vita
ma poi c’è il tuo fratellino,
che dà un senso alla mia vita,
insieme al bimbo che abbiamo adottato
a distanza,la speranza che tu ritorni a credere in me.
Le parole non dette,sono questo scritto
che non leggerai.
Le parole non dette,
sono che tu sei
e continuerai ad essere il mio respiro…..

16 Commenti a “”

  • E’ un’illustrazione densa di significato che denuncia in modo particolare la mentalità più diffusa generata dai soliti luoghi comuni che contribuiscono a creare nella mente della gente l’immagine più distorta che si può avere di un pedofilo. Credo che questo sia uno degli aspetti fondamentali di quella che definiamo come “presa di coscienza”. L’esempio emblematico si ha quando si scopre la vera natura di una persona nota, dalla facciata “normale”, la prima reazione di tanta gente è quella di dire: “ma figurati se quello ha l’aria di un pedofilo, secondo me qualcuno lo vuole incastrare!”. Questo perchè nell’immaginario collettivo quella persona non ha l’aspetto dell’orco mostruoso che ci si aspetterebbe. Quando ci convinceremo che non bisogna stupirsi di niente e di nessuno?

  • Queste sono parole che gli hai detto ogni momento della sua esistenza semplicemente standogli vicino o guardandolo negli occhi.

    Il legame di amore che hai instaurato con tuo figlio, non temere, nessuno lo può scindere.

    Ora può sentirsi forse confuso, ma solo perché ha bisogno di conferme dove non ne ha mai avute, e cioè dal padre.

    Tu sei la sua unica certezza, il vero amore l’ha conosciuto per la prima volta con te, tu sei tutto ciò che per lui hai voluto essere.

    Queste tue parole sono le parole che ogni figlio vorrebbe sentirsi dire come marchio indelebile di una rara eredità di amore.

    Se solo avessi ricevuto una sola frase di questo tuo scritto da mia mamma, un solo cenno di questo profondo legame…avrei il mondo ai miei piedi.

    Davvero.

  • mi ha commosso…. -.-

  • Quanto amore, quanta dolcezza e quanta profonda tristezza in queste parole.

    Sei tu che oggi mi lasci senza parole, davanti ad un amore così grande che porti dentro di te!..L’amore che provi per tuo figlio, non ha bisogno di chissà quali parole, anche perchè un giorno,e quel giorno sarà vicino..il tuo piccolo ometto saprà riconoscere al di là delle parole, la donna e mamma straordinaria che sei, come nello stesso modo saprà riconoscere chi il male lo elargisce facendo ricadere le colpe ad altri.

    Tutto il male fatto ricadrà su tuo marito, come un boomerang, mentre a voi due rimmarrà la certezza di un amore profondo reciproco che persisterà al di là delle parole.

    Parleranno, per come hanno già fatto, i vostri sguardi, le vostre promesse d’amore e si rafforzerà la certezza in lui che l’unico scoglio, l’unica luce sei tu!

    Un bacio ed un abbraccio grande a te e al piccolo ometto…che sà sicuramente già leggere nel cuore e nell’anima della sua mamma.

  • Carissima, l’amore che ha una madre per il proprio figlio è qualcosa di meraviglioso e sacro come l’amore di un figlio per la madre. Questo è un rapporto talmente forte e sincero che niente e nessuno riesce a dividere. Sei una donna e madre eccezzionale, dai tempo al tempo e vedrai che quello che hai costruito si rinforza sempre più. Un bacio

  • Spesso l’apparenza inganna.

  • sapessi me cara IR

  • purtroppo ci sono ancora tanti imbecilli che credono che il pedofilo abbia caratteristche fisiche particolari.Sveglia!!!!!!!!!

  • illustrazione vera, verissima. certo non aiuta a liberarsi dello stereotipo del pedofilo “solo ed esclusivamente” maschio, ma è già qualcosa.

  • carissima una situazione difficile la tua…ma il tuo ragazzo sa che tu lo ami…sa che sei lì per lui….sa che il bastardo lo manipola…forse non se ne rende conto ma lo sa….

    ora vuole un po’ di quell’amore che ha conosciuto solo da te anche da lui……

    grazie per questa lettera e ti prego abbi il coraggio di farla leggere anche a lui….fallo

    si potrà scatenare una frana, di romperanno gli argini….ma l’amore resterà…

    un abbraccio

  • rubando un frase del grande Renato Zero:spero che l’amore vinca sulle mie paure.

  • anche io mi sono commossa ….tanto tanto.

    magari l’avessi avuta io una mamma cosi’…come te!!!! MAGARI

  • Ci possono essere parole nn dette è vero..ma quelle che hai detto ora sono le più belle parole che potessi dire ora..e queste parole accompagneranno sempre ogni tuo respiro, per lui e per te..un abbraccio

  • Le mie parole d’affetto te le ho lasciate sul tuo blog…qui solo un abbraccio stretto da mamma a mamma…

  • Oh!! Cavolo….ho ancora i brividi……

  • Piango piango perchè io una mamma e un papà teneri e profondamente innamorati di me, di tutti i figli li ho avuti, ma la vita me li ha portati via prestissimo Ti scrivo non per dirti le mie pene che sono pulviscolo nei confronti della tempesta che ti porti dentro, ti scrivo per farti capire e tacitare le tue grandissima paura di perderlo. Io ho vissuto con mamma solo i miei primi dieci anni, ma il legame è stato così intenso e il ricordo cosi nitido che ricordo tutto di lei. Sono stati dieci anni dilatati dal mio ricordo perchè il ricordo mi ha aiutata a non impazzire, il ricordo di questo amore immenso non si può cancellare e altrettanto è e sarà per tuo figlio. Tranquilla tuo figlio è più tuo adesso che prima, lui attinge da te in ogni momento, perchè l’amore sei tu. Ti abbraccio con tutta la tenerezza di cui sono capace e con affetto materno , potresti forse essere mia figlia, ora ho 61 anni, ma la mia mamma è sempre con me. Ti faccio dono di questa immagine creata in questi giorni da me, per dirti che la mamma è con noi sempre anche a 61 anni.Tranquilla tesoro di una donna, tranquilla.

    Image and video hosting by TinyPic

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe