Giornata di barzellette questa…..perchè così vanno prese. Barzellette di serie z, quelle che non fanno ridere nessuno e proprio per questo non hanno alcuna importanza. Altrimenti dovremmo incazzarci, e tanto.
Ieri è uscita una lunga intervista ad Antonella Conserva, che ha rotto così…..il suo silenzio.  A seguire due strafalcioni, cioè volevo dire due stralci della stessa.
A proposito di Alessi dice:
“non si dubita mai della persona che si ama, le si crede, le si dà fiducia. Non ho mai pensato che Alessi fosse un poco di buono, ero certa fosse vittima di calunnie” (questa frase la suggeriamo a tutti i sostenitori di pedofili).
Ma il meglio arriva alla fine. Alla domanda: “vorrebbe dire qualcosa alla famiglia Onofri?”, risponde: “per ora no, prima voglio essere assolta”.
Manco a Zelig ci sono più esemplari così………

15 Commenti a “”

  • Alessi era stato condannato per stupro prima di uccidere il piccolo Tommi e questa..parla di calunnie.La sfrontatezza che possiede questo genere umano non ha limiti.Se dovesse essere assolta ,poichè dalla legge italiana mi aspetto di tutto,sono disposta ad invitarla a casa mia

  • anch’io vorrei dire qualcosa agli Onofri:” scusateci tutti….”

    e scusate in anticipo qs giustizia che giustizia non farà…perchè nessuna pena è giusta nei confronti di quelle bestie (mi scusino le vere bestie per il paragone).

    Tommy scusaci! noi ti vogliamo bene

  • un autentico “freak show”

  • 88apetta88:

    Ma che maliziosi che siamo!

    Mica è detto che uno stupratore condannato non possa essere una brava persona ma solo un poco di buono [infatti poco di buono non va bene per uno stupratore,meglio “essere immondo”…]!

    e poi certo che deve aspettare l’assoluzione…

    visto che tale assoluzione non arriverà MAI [o almeno così spero!] e quindi non dirà MAI nulla alla famiglia Onofri mi pare un ottima strategia per evitare di dire bestialità ancora più grosse di quelle che spara di solito…

  • a44a:

    Che donna di m…..non solo ha messo vicino al figlio un mostro come Alessi, ma lo difende pure e crede anche di farla franca, qui si arriva sempre di più all’assurdo. E pensare che è stata anche madre, ma come si può? altro che trenta anni, la pena di morte ci vuole per questa gente.

  • ma come pensa di essere assolta???? i giudici dovrebbero essere tutti ciechi e sordi…

  • Più che una barzalletta di zelig, mi sembra una barzalletta dell’orrore…nn dovrebbero dar voce a criminali simili..che cosa hanno da dire di tanto interessante delle belve del genere, dovrebbero dare voce alle vittime a chi soffre veramente,e a chi lotta per fermare questi orrori.

  • x pisquania:

    scaramanticamente ,meglio incrociare le dita, sai visti certi chiari di luna, mai dire mai…….

  • concorod con te minny,mouse.

    biosngerebbe applicare quanto chiesto di recenete dal rpesidente napolitano a proposito di alcune interviste rilasciate dai terroristi:

    bisogna toglier loro spazio e diritto di parola. le uniche cose che possono dire sono le scuse alle famiglie ed a questa società….per quanto tali scuse possano valere.

  • sai cosa dovrebbe fare quella scema?

    essere CONSERVAta in una cella!

  • Spero proprio che non abbia nulla da dire ai Sigg. Onofri nè ora nè mai !!

  • Ma chi da spazio a queste persone non partecipa in piccola porzione a dargli una possibilità di scampo?

    Spero che i giudici rimangano ad occhi e cuore aperto!

  • ciao gisytruck

    buona strada

  • Credo che animali simili non sappiano neanche pronunciarla la parola scusa..ricordo la falsità di Alessi quando in tv si mostrava preoccupato per la scomparsa del piccolo Tommy…sarebbero solo scuse non dettate dal cuore, perchè queste persone nn hanno cuore..e sopratutto ricordo ad un tuo convegno la Famiglia Onofri…non potrò mai dimenticare le loro parole..le lacrime che scendevano dai miei occhi e il mio cuore che sembrava aver smesso di battere..e come a me credo a tutti i presenti…dunque nn credo possano esistere parole di scuse appropriate da coloro che hanno deciso con mente lucida e maligna di uccidere senza pietà un piccolo angelo.

  • Error:

    finalmente mi sono registrata….. beh, volevo lasciare un commento, ma non so perchè l’unica parola che mi sale è pena di morte…io non so, se dovesse succedere qualcosa ai miei figli, cosa potrei fare…….ciao a tutti, Elisa.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe