Pedofilia: il dna incastra il pizzaiolo di Agrigento
Coincidono i profili genetici, stesse tracce sulla gonna e sulle calze della bambina che aveva accusato Vincenzo Iacono.  L’uomo era già stato condannato a 6 anni e mezzo per aver abusato di due bimbe di Canicattì.

9 Commenti a “”

  • il bastardo di agrigento si farà altri anni di carcere…e poi..scontata la pena di nuovo libero di fare ancora del male.in questo clima elettorale i politici fanno promesse ma mai attinenti al gravissimo problema della pedofilia.smuoviamo le loro coscienze.magari realizzando una manifestazione.baci da una mamma

  • Secondo me si parla troppo del pedofilo e non delle vettime, mi sembra gli si stia dando troppa importanza, per di più non viene punito e questo di certo non lo scoraggia. All’inizio i nostri cari politici parlavano di come proteggere l’infanzia e punire nel vero senso i maiali, ora però si sono spostati in Tibet (nulla togliendo a loro) e discorso pedofilia si è spento.

    Io spedirei a tutti i capi un video in modo che si rendano conto di cosa significa, tanto per scuotere animi, coscienza e indifferenza. Che sappiano il significato degli incubi e tutto il resto.

  • …e ora cosa aspettiamo? Dobbiamo trovarlo mentre stupra un’innocente o possiamo sbatterlo dentro..possibilmente per sempre?…ah no, per quello bisogna aspettare che ammazzi qualcuno e forse non basterebbe!

  • riguardo alla manifestazione io sono pronta….e voi?

  • a44a:

    Vedete che prima o poi chiederanno anche l’incidente probatorio, oramai è diventata un’abitudine per allungare il brodo e proteggere ancora questi depravati.

  • 🙁

    inviamo ai politici le testimonianze di chi ha subito, inviamo un video per far capire (!!!!) quanto male fanno quei porci, proprio loro che hanno diritto agli stessi gradi di giudizio ed a tutte le attenuanti di un semplice ladro….la giustizia da noi è veramente ingiusta…..:-((

  • Cazzo, ma CI RESTASSERO in carcere questi… GRRRR!!!

    Image Hosted by ImageShack.us

  • @Ale

    Mandale al “Dott. Viale Silvio” dei radicali che ne ha bisogno…

    Renato

  • Quello che mi chiedo è perché gente così sia ancora in giro, libera di ferire ancora.

    Ma attaccarlo al muro con una spara chiodi no?

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe