SPECIALE QUARK: CONOSCIAMOLI DA VICINO.
Incominciamo, in attesa del nuovo blog, un viaggio ancora più all’interno del “pianeta pedofilia”. Partiamo dalla parte più folcloristica…la poesia.
creeper
LA POESIA DEL PEDOFILO.
Quella che segue è la poesia che un pedofilo americano ha messo nel proprio sito:
“LITTLE BOY”
Piccolo ragazzo,
trascinami dentro
il tuo dolce sogno.
Lascia che ti stringa.
Lascia che io respiri su di te.
Tu giustifichi il battuto del mio cuore.
Con te, il mondo ed i suoi problemi infiniti
cessano di esistere…
Il Paradiso non è alla tua altezza
dolce espressione di perfezione.
Immensa felicità infantile
tu scorri nelle mie vene,
oh mia linfa vitale.
Piccolo ragazzo,
sogno di seta.
Apri i tuoi occhi,
io guardo attentamente
la tua anima.
Perdo me stesso
e divento te….
Definitivo obbiettivo ripieno d’amore
Unità.
Insieme a te
torno ancora bambino.

12 Commenti a “”

  • Questa non è una poesia, ma un insulto all’infanzia!!! “Guardo la tua anima e te la fotto” forse non fa rima, ma è sicuramente più reale.

    Renato

  • io non sono piu’ tanto piccola, nè ho 36 anni, ma se i pedofili han il ben di dire

    “torno ancora bambino”

    ci pensiamo noi adulti a falli rideventar bambini

    vuoi vedere che a suon di sberle, sentono le campane della ragione!

    Brutti STRONZI!

  • Uno qui vicino a me ha appena detto: MORTACCI TUA

  • 5 secondi nelle mie mani per fargli provare tutta la libidine del mondo

  • Sono sicura che per i sostenitori dell’orgoglio pedofilo questa e’ ‘una bellissima poesia d’amore’.

    Perche’ non provano a chiedere al bambino se richiambia questo bellissimo sentimento di amore?

  • 88apetta88:

    la poesia è carina sul lato forrmale…

    peccato che l’autore è 1 pezzo di merda e nn un uomo di alti valori spirituali e che nn è molto stilnovistico [gli stilnovisti idealizzavano l’amore e non si sarebbero mai sognati di possedere l’oggetto del loro desiderio…]che a questo componimento segua probabilmente uno stupro e la rovina di 1 infanzia…

  • Disse un lupo gentile a una semplice pecorella:

    E la pecorella rispose:.

    K. Gibran

    Vergognatevi pedofili!!!

  • Scusate.La riscrivo…

    Disse un lupo gentile a una semplice pecorella:

    “Non vuoi onorare la nostra casa con una visita?”

    E la pecorella rispose: “Saremmo onorati di farlo, se la tua casa non fosse nel tuo stomaco”.

    K.Gibran

    Vergognatevi pedofili!!!!

  • “lascia che io respiri su di te”. “mia linfa vitale”. “divento te”. “unità”.

    come una zecca schifosa su un cane. luridi parassiti, ecco cosa sono.

  • LA POESIA DEL RESILIENTE

    Questa invece è la poesia che un sopravvissuto dedica agli aguzzini.

    “BIG SHIT MAN”

    Grande uomo

    che mi hai trascinato nel tuo incubo

    lascia che ti stritoli

    lascia che ti sputi addosso

    tu giustifichi il mio odio

    grazie a te il mondo è un problema

    L’inferno non è alla tua altezza

    occorre il peggio,

    immensa tristezza

    che mi ha svuotato le vene della linfa vitale.

    Grande merda

    Incubo vigile

    chiudi gli occhi

    chiudili…

    Io ti guardo, anche se non ci sei

    so

    che sei di nuovo a caccia,

    ma questa volta ti troverò prima io.

  • che sei di nuovo a caccia,

    ma questa volta ti troverò prima io.

    GRANDE LACEDEMENTE

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe