BLOG COPIAeINCOLLA.
Un’altra condanna……!
 
Ravenna: pedofilia, molestava 13enne, condannato
È stato condannato, dal tribunale di Ravenna, a 6 anni e 6 mesi di carcere, il faentino Aldo Pirazzini, accusato di violenza sessuale nei confronti dell’ex fidanzata del figlio. I fatti risalgono al 2005, quando l’uomo 49enne,  avrebbe approfittato della giovane di 13 anni. Ad innescare le indagini della polizia la denuncia della madre della ragazzina. L’uomo inoltre è stato condannato a una interdizione a vita dai pubblici uffici e al pagamento

4 Commenti a “”

  • Ma perché esiste questa MERDA di gente???? perché??????? Mi si stringe il cuore quando leggo ste cose………….=(

    ps: passa da me, ce l’ho finalmente fatta con il banner,,,,=)

  • ADNKRONOS DI IERI!!!!

    EVVAI!!!!

    sai cosa però mi auguro che ci VADA IN GALERA E CHE CI RIMANGA!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • …Un’altra condanna….

    ciao max, se posso mi accodo…

    30/11/2007 (da Il Mattino- cronaca di Salerno)

    Abusava delle figlie minorenni, dovrà scontare sette anni di carcere

    Eboli. Abusava delle figlie minorenni, tra cui una bambina down. Ora è arrivata la sentenza definitiva: un camionista ebolitano, Pasquale S., dovrà scontare sette anni di carcere. dovrà scontare 7 anni. Mercoledì sera, i carabinieri del maggiore Nobile Risi, hanno raggiunto l’uomo presso la sua abitazione per notificargli la sentenza di condanna definitiva.. Per la giustizia italiana non ci sono dubbi: Pasquale S. era responsabile delle violenze sulle figlie. La vicenda risale al 1995, quando l’autista venne denunciato dalle figlie. La scoperta avvenne grazie alle testimonianze delle insegnanti della scuola e delle assistenti sociali. Qualcuno in classe si accorse che quelle bambine non erano serene. Dopo un lungo lavoro di convincimento, due figlie del 54enne ebolitano decisero di raccontare tutto l’inferno che vivevano a casa, nel quale venne coinvolta anche la bambina down. L’indagato fu allontanato da casa, in attesa di fare luce sui fatti. La sentenza è passata in giudicato pochi giorni fa. In Cassazione è stato confermato il dispositivo di condanna. L’ebolitano 54enne ha provato invano a dichiarare la sua innocenza, ma i giudici non gli hanno creduto neè in primo nè in secondo grado. Insieme alla condanna alla detenzione per sette anni, il camionista ha ricevuto una serie di prescrizioni accessorie. Non potrà più avvicinarsi alle figlie, non potrà più esercitare i suoi diritti civili e politici. Altro episodio simile, altra condanna penale. Pochi giorni fa, al tribunale di Salerno, in corte d’Appello è stata confermata la condanna per A.R., bidello ebolitano. A meno di clamorose scelte della Suprema Corte di Cassazione, l’ebolitano dovrà scontare 5 anni e 6 mesi di reclusione. Contro di lui le accuse sono atti di libidine violenta e violenza sessuale ai danni dei bambini di una scuola materna ebolitana. Anche in questo caso, la denuncia dei fatti scatenò clamore e scalpore a Eboli. Il bidello lavorava in un asilo di un popoloso rione ebolitano. I genitori dei bambini molestati si sono costituiti parte civile. Una volta concluso il processo penale, quindi, seguirà una citazione a giudizio in sede civile.

  • Qualcuno riesce a togliermi di dosso questo senso di orrore? Malgrado si faccia tanto ho sempre la sensazione di non fare mai abbastanza!!!! Un sorriso Rosanna

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe