BLOG COPIAeINCOLLA.
Gravina,"Credo bambini siano morti"
Le conclusioni del procuratore di Bari
"Credo che i bambini siano morti. Umanamente mi posso augurare che siano vivi, ma dal punto di vista inquirente vi dico di credere che siano morti". E’ la conclusione del procuratore della Repubblica di Bari, Emilio Marzano, parlando della sorte di Francesco e Salvatore Pappalardi, i fratelli di 13 e 15 anni scomparsi dalla loro casa di Gravina in Puglia, nel Barese, il 5 giugno 2006. L’affermazione del procuratore sarebbe indotta – a quanto ha appreso l’agenzia Ansa – da una lettura articolata delle acquisizioni investigative raggiunte sinora che potrebbero portare ad aggravare la posizione del papà dei due fratellini, Filippo Pappalardi, autotrasportatore di 41 anni. Nell’inchiesta sulla scomparsa dei fratellini, l’uomo è indagato per sequestro di persona: agenti della squadra mobile della Questura di Bari gli hanno nei giorni scorsi notificato un avviso di proroga delle indagini preliminari per ulteriori sei mesi. Secondo la relazione conclusiva che la squadra mobile ha consegnato recentemente in procura, invece, Filippo Pappalardi potrebbe aver provocato la morte dei suoi bambini mentre li stava punendo. Fonte TG COM.

8 Commenti a “”

  • GIUSTO X COMPLETARE LAGIORNATA

  • MENTRE LI STAVA PUNENDO?! E POI E’ IN TV AD ACCUSARE LA MOGLIE E FARE LA VITTIMA?! UN SOLO GRIDO: GIUSTIZIA SIA FATTA, ORA E SEMPRE!

  • Io,fino all’ultimo,voglio sempre credere che non sia un genitore a mettere fine alla vita del proprio figlio…e voglio ancora aggrapparmi alla speranza che se qualcosa di orribile è accaduto ai due fratellini di Gravina non sia stato per mano del loro papà.

  • Ricordo le tante puntate di CHI L’HA VISTO dedicato alla ricerca di questi bambini. Ricevevo sempre l’impressione che il disagio sociale fosse la concausa dell’accaduto.

    Di queste situazioni chi è il pincipale colpevole?

  • “Potrebbe aver porvocato la morte mentre li stava punendo”. Una conclusione simile a quella riguardante la sparizione della piccola Meddie “uccisa per errore dai genitori con una dose eccessiva di sonniferi”. Mi sembra che a volte, quando si potrrebbero seguire piste più complesse la magistratura scelga la strada più semplice, accusare le parti più deboli…

  • Polizia scopre rete pedofili online

    Perquisizioni ed accertamenti in 15 regioni italiane

    (ANSA) – PALERMO, 17 OTT – La polizia ha scoperto una rete internazionale di pedofili on line e perquisizioni sono in corso in tutta Italia.L’operazione, coordinata dalla Procura di Palermo, trae origine da un’indagine della polizia tedesca.Gli agenti hanno interrotto la diffusione in internet di video prodotti attraverso lo sfruttamento sessuale di minorenni,in alcuni casi anche di 10 anni, e hanno sequestrato materiale pedopornografico.Gli accertamenti e le perquisizioni riguardano 15 regioni.

    http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus//ticker/news/2007-10-17_117116641.html

  • La follia umana non ha limiti….nessun stupore se il padre fosse colpevole della loro fine.

    Amarezza tanta, perche’ significa che per l’arco della loro breve vita avevano gia’ sperimentato violenza all’interno della famiglia.

    BASTA….non ho altre parole leggibili da un blog.

    Baci

    Maria Teresa

  • Come può,un procuratore, rilasciare una conclusione sulla sorte di due bambini con un “credo” che siano morti ??

    Lo trovo incomprensibile..forse vivo in un altro mondo.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe