THE TRUTH IS OUT THERE.
Dal libro di “Michela”, “FUGGITA DA SATANA” (la storia vera di una adepta di una potente setta satanica attiva in Italia), edizioni Piemme, appena pubblicato:

“Per quello che ho compreso, alcuni dei bambini sacrificati dalla setta erano stati presi per strada, scegliendoli fra quei piccolini che chiedono l’elemosina ai semafori e dei quali nessuno in sostanza si cura. Se anche scompaiono, è difficile che le loro famiglie zingare facciano la denuncia alle forze dell’ordine. Altri bambini arrivano invece dal giro della pedofilia, che non di rado è invece una copertura per le attività sataniche.”
(…) “Nella notte del 27 dicembre, in spregio di qui bambini che furono uccisi da Erode e che la Chiesa cattolica venera come martiri innocenti, veniva offerto a Satana il sacrificio di un bimbo. Qualche settimana prima, durante un sabato notte, avevo sentito il sacerdote arrabbiarsi con un confratello che non aveva ancora trovato il bambino da offrire per quella data: evidentemente poi quella tragica ricerca era andata a buon fine.
Si trattava di un maschietto di 6 – 7 anni, vestito con una tunica bianca, senza cappuccio. Stava attaccato alle braccia del sacerdote, come se si fidasse di lui, e probabilmente era stato drogato. (…) Mentre un altro adepto teneva fermo il bambino, il sacerdote lo stese sull’altare e cominciò a fargli sgocciolare addosso cera bollente. (…) .”

10 Commenti a “”

  • Di fronte alla pedofilia ricorrerei con sana passione male a una sana ricetta,di quelle tramandate dalla nonna, per così dire, particolarmente efficace e meritevole di essere presa in considerazione: manganello e olio di ricino…Negli anni Venti funzionava.

  • ecco perchè mi sento di pregare angeli ed Arcangeli, spratutto S. Michele Arcangelo che sia di aiuto nella lotta contro le malvagità e le insidie del maligno

    solo la verità ci mette al riparo

    un abbraccio Max e che Dio ti benedica

  • ciao!ho letto il tuo commento…io sn un po’ imbranata cn il pc infatti nn riuscivo a spaziare correttamente…grazie x il suggerimento!

    🙂

  • perchè? beh, molti satanisti si dichiarano “atei razionalisti” che non credono all’esistenza del diavolo ma lo considerano un simbolo del proprio io. venerano in sostanza se stessi e i loro piaceri. ma ci sono anche i satanisti “duri e puri” che al diavolo ci credono, praticano riti per farlo contento e per farsi dare in cambio (almeno in teoria) potere, ricchezza e successo. oltre a un insano piacere di causare morte e sofferenza nel prossimo e di vivere in spregio dei principi religiosi che si avversano

  • Resto un pò perplessa perchè ho sempre sentito,dai vari criminologi di turno in televisione, che il fenomeno delle sette sataniche in italia è molto contenuto(a differenza di altre sette pseudocristiane)e che per lo più si tratta di una scusa per usare droghe e fare sesso di gruppo nella cornice evocativa di una messa nera.

    A seguito di questa denuncia,ci sono stati accertamenti?processi?

  • buon fine settimana

  • che merda… giuro.. l acera bollente non ti dico dove gliela metterei per poi strappare tipo “ceretta”

    kalamella indignata

  • catra nuance, diffida dei “soliti criminologi” da tubo catodico.

    e se ti va leggi il libro da cui ho tratto il post.

    un abbraccio a te e grazie x quello che hai scritto ieri e che meritava un post tutto per sé.

  • Non ho ancora letto il libro in questione (l’ho appena ordinato), ma mi permetto di segnalare una lettura in qualche modo “in tema”: Gli Adelphi della dissoluzione di Maurizio Blondet.

    Ciao.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe