BLOG COPIAeINCOLLA.
PEDOFILIA: "ORCO" SCEGLIE VITTIMA, ARRESTATO NEL PALERMITANO
Palermo, 24 set. – Un 65enne di Partinico (Palermo) e’ stato arrestato per abusi sessuali su una bambina di undici anni. Ad ammanettarlo gli agenti della Polizia di Stato appartenenti alla sezione "reati sessuali e in danno di minori" della Squadra mobile di Palermo, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip Pasqua Seminara. Secondo quanto accertato, l’uomo scelse la sua piccola vittima tra un drappello di bimbi che scorazzavano nella piazza di un paese vicino Partinico. Facile per il pedofilo catturare l’attenzione dei piccoli, offrendo loro gelati e amicizia. Pochi incontri nella piazza, bastarono per carpire la loro fiducia e condurli in un appezzamento di terreno. In quell’agro isolato l’uomo fece cadere la sua terribile e torbida scelta sulla piu’ matura delle bimbe, allora appena undicenne. La piccola fu condotta all’interno di un casolare della zona, trasformatosi in una vera e propria stanza degli orrori. Dopo di che tenne per se’ la terribile esperienza, ma dopo poche settimane ne parlo’ con i genitori.  Quindi la denuncia alla polizia e all’autorita’ giudiziaria.  Per riscontrare il racconto della piccola e ottenere un pieno riconoscimento dell’uomo ritenuto autore della violenza, i poliziotti si finsero turisti in visita nei pressi di una piazza frequentata dall’accusato. Individuatolo, familiarizzarono con l’uomo e ne carpirono la fiducia chiedendogli la cortesia di scattare alcune foto alla comitiva.
  Per ripagarlo della disponibilita’ accordata, il gruppo di finti turisti lo invito’ ad aggregarsi alla comitiva cosi’ da essere immortalato in una foto ricordo. La sua immagine fu cosi’ mostrata alla vittima degli abusi e ai suoi compagnetti di giochi che lo riconobbero.   Era l’ultimo tassello mancante all’emissione del provvedimento restrittivo, oggi eseguito dagli agenti. (FONTE AGI).

5 Commenti a “”

  • L’orco… sono proprio tanto inadeguate le favole che raccontavano a noi da piccoli per i bambini di oggi?

    Terribile testimonianza, come ogni testimonianza del genere.

  • quanta freddezza in questa procedura.ottimo lavoro..e come si dice in gergo..uno in meno.

  • 65 anni…oso sperare che dal carcere non esca più…

  • Sono contenta dell’esito finale di questa ennesima, orrenda storia.

    Vorrei ora segnalare la storia di una scuola di Bologna per sapere se c’è qualcuno che ha saputo come è andata a finire. Grazie

    PEDOFILIA: BIDELLO SCUOLA MATERNA INDAGATO PER MOLESTIE

    (ANSA) – BOLOGNA, 16 APR – Un bidello ausiliario di una

    scuola materna comunale di Bologna e’ indagato in una inchiesta

    del Pm Maria Gabriella Tavano perche’ avrebbe molestato i

    bambini che accompagnava in bagno. La denuncia e’ stata fatta

    alla polizia nell’aprile del 2005 dai genitori di una decina di

    bimbi, tutti allora sui quattro anni, della materna che sorge

    nella zona ovest della citta’. L’uomo, un quarantenne che e’

    stato allontanato dalla scuola, e’ indagato per violenza

    sessuale.

    E’ stato fatto anche un incidente probatorio per stabilire la

    capacita’ dei bambini di testimoniare, ovviamente in forme

    protette, e il risultato e’ stato affermativo. Cosi’, con tutte

    le cautele del caso, verranno ascoltati dagli inquirenti

    La prima a raccontare qualcosa era stata una bambina che in

    un normale discorso con la madre aveva raccontato del ”dado”

    che l’accompagnava in bagno che l’avrebbe molestata. Sono

    seguite altre rivelazioni e in molti casi, prima ancora dei

    racconti dei piccoli, i genitori avevano notato anomalie nel

    comportamento dei figli. C’era chi non voleva piu’ dormire da

    solo, sebbene fino ad allora lo avesse fatto, e chi non voleva

    piu’ andare a scuola, anche se ci era andato con entusiasmo sin

    dal nido. Spesso erano stati fatti intervenire i pediatri

    perche’ non era stato compreso il motivo degli improvvisi

    cambiamenti di abitudine. Poi sono seguiti i racconti dei

    piccoli che oltre alle molestie hanno definito il bidello come

    una persona ”cattiva”. (ANSA).

  • Finalmente riesco a postare!!! E’ da mesi che ti seguo ma probabilmente visto che mastico poco di internet sono riuscita solo ieri a registrarmi su Splinder. Sono una mamma di 45 anni di una bambina di nove, ho sempre prestato attenzione ai bimbi, alle loro necessita’, ai loro sguardi fiduciosi o spaventati. Avrei tanto voluto diventare insegnante ma ai “miei tempi” studiare ragioneria era piu’ “conveniente”!! Da quando sono madre ogni singolo fatto di cui vengo a conoscenza (tramite i mezzi di informazione o leggendo libri) riguardante violenza ai danni di bambini (in particolare…anche se violenza e’ sempre e comunque, anche se rivolta all’adulto) provoca in me una profonda lacerazione e vergogna di appartenere al genere umano!!

    Grazie a te Massimiliano, al lavoro che svolgi con i tuoi collaboratori, dovete essere sempre di piu’ e sempre piu’ “cattivi”…. perche’ non si debba piu’ sentir dire “impossibile, non ci credo, una maestra non fa’ queste cose e poi … sai…i bambini hanno una fantasia!!!”. Parole dette (e questo e’ l’orrore) da una mia cugina cinquantenne, anche lei madre, anche lei operatrice scolastica, anche lei cattolica zelante…anche lei….insomma rappresentante di cio’ che ci circonda!!! Per finire…ho letto “Predatori di bambini”…angoscia e commozione e desiderio che finalmente qualcosa cambi.

    Grazie per lo spazio che mi hai regalato (o che mi sono presa!!)

    Un abbraccio e in bocca al lupo!

    Maria Teresa

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe