Il primo incidente probatorio di Rignano ha (ovviamente) dato esito positivo. La bimba, dopo un inizio difficile, quando ha cominciato a sentirsi a suo agio ha raccontato. Tutto.
Ho assistito più di una volta, dietro ad un vetro, agli incidenti probatori. Sono quanto di più drammatico si posa vedere. Soprattutto nella paura e nella sofferenza che riaffiorano nelle vittime. Ma anche nell’innocente replica di quanto hanno subito e che vanno a replicare per mezzo di appositi giochi (bambole, etc.) o mimandoli. Detto questo spero però, come da tempo diciamo, che non si faccia passare l’incidente probatorio come l’ago della bilancia. Mi spiego: se l’incidente va bene allora tutti gaudenti se l’incidente va male, bambini attaccati e pedofili in libertà. L’incidente probatorio è un passaggio all’interno di un lungo percorso, non IL passaggio definitivo. Altrimenti i bimbi spaventati, che non riescono a sbloccarsi, che devono fare incidenti probatori in posti assurdi o con persone per nulla accoglienti, perderanno ancora una volta la possibilità di avere giustizia.

14 Commenti a “”

  • Innanzi tutto complimenti per il blog ed il suo fine.

    Spero vivamente che la vicenda smascheri gli Orchi che, come per altre assurde tragedie italiane, si sono professati innocenti d’avanti alle telecamere.

  • E’ sicuramente un piccolo passo ma comunque positivo (se ci può essere qualcosa di positivo in questa storia!). Non capisco come fanno certi avvocati a trovare ancora le parole per difendere queste “persone”!!!

  • L’incidente probatorio credo sia la parte piu’ delicata di un percorso del genere. Sono da ammirare tantissimo tutte quelle persone che intervengono con queste creature affinchè si sentano protette e pronte a raccontare le violenze e gli abusi (diomio non immagino cosa si scateni in loro quando sono portati a ricordare…) Un Grazie va a loro e a te Max per questa battaglia che non è per niente facile.

    Anna

  • Io penso che per una vicenda così “difficile” sia necessario non emettere giudizi prima che tutti i tasselli siano stati ricomposti. Ci vuole la necessaria prudenza.

  • Credo che la vicenda di Rignano sia una delle tante storie silenziose che coinvolgono i bambini nel mondo e che poi sfociano in iniziative come “La Giornata dell’Orgoglio Pedofilo”.

    Ha ragione StreGattaBlu: dobbiamo impegnarci per combattere la pedofilia con tutti i mezzi che possediamo.

    Buona serata a tutti.

  • Direttamente da Rignano rispondiamo a queste ennesime ed infanganti repliche degli “avvocatoni” delle “maestrine”

    L’avvocato Coppi: si augura che i filmati diventino pubblici?? ma è lo stesso che dopo che al TG5 trasmisero immagini delle perizie sui bambini dichiarò: “È una porcata schifosa – sbotta l’avvocato Franco Coppi, difensore della maestra Patrizia Del Meglio e dell’autore tv Gianfranco Scancarello – e quello che piú mi fa schifo è il fatto che chi ha diffuso i video è protetto dal fatto che sono in molti oggi ad avere accesso a quel materiale, ovvero tutti i consulenti delle parti in causa. E come per altre porcate non si saprà mai chi è stato il responsabile”. Inoltre oggi dichiara, allo stesso modo dell’avvocato Naso, che le dichiarazioni della bambina non sono veritiere in quanto fantasiose poichè la piccola ha detto di essere stata “ieri sera al castello”!! Bambini anche più grandicelli ve lo assicuro cari avvocati, non sanno farsi i conticini dicendovi che questo è accaduto 200/300/400 giorni fà alle ore 10/12/15!!! Per loro il passato è sempre IERI ed a volte anche DOMANI HO COMPRATO LA BICI….. Ma mi facciano il piacere!!!!! L’ultima “chicca” invece la dice NASO: Stiamo perdendo tempo” ha concluso l’avvocato Naso, precisando che se anche si provasse che i bambini hanno subito degli abusi ciò non significa provare che gli abusi siano stati commessi dagli indagati. E qui mi tocca riportare in ballo, anzi EVOCARE il caro amico “fantasmapedofilo” perchè, seppure la bambina indica nomi e case e particolari delle indagate, “sicuramente la piccola ha subito abusi da un ectoplasma”.

    A ME HANNO PROPRIO ROTTO…

  • l’unico fantasma esistente in queste storie è il “fantasma giustizia” e l’avvocato della difesa dovrebbe piantarla di parlare di fantasie dei bambini ed è vero che i bambini (soprattutto se hanno 5 anni) non riescono a capire la differenza tra ieri e un anno fa, ma questo non vuol dire niente. Ora manca solo che vengano a dire che sono stati i bambini a violentare le maestre.

  • x Gormito. Guarda che le maestre, in diverse occasioni, travestendosi da agnellini, hanno detto che sono loro a subire violenza con le dichiarazioni di questi bambini. Sapessi quante ne hanno dette e quante ne dicono ancora i loro parenti e accoliti… uno schifo!! e minacciano pure ritorsioni fisiche pesanti perchè si stanno vendendo tutto per pagare avvocati e periti. Te la ricordi “la verità non ha paura”? potevano prendere avvocati meno costosi se stavano cosi tranquille, o no?

    x dubbiocosmico : se hai tutti questi dubbi sempre vivi male. Vieni a farti un giretto a Rignano che ti chiarisci. Senza astio: ognuno dice la sua e credo nella democrazia e nella libertà di pensiero ma il tuo nick mi mette TANTO DUBBIO. Un abbraccio comunque a tutti e due.

  • x antoesimo: sono arrivato tardi a quanto pare: ti chiedo scusa per la mia mancanza d’informazione (questa mi era sfuggita). Bene (anzi male) ora non manca più niente: arrestiamo i bambini per tutto il male che hanno fatto a queste povere maestre. Lo schifo avanza e la giustizia si ritira per fargli spazio. Tu dici che stanno vendendo tutto, ma non è vero: la loro dignità (e non solo quella) non l’hanno venduta, l’hanno buttata nel cesso e hanno tirato l’acqua.

    Un abbraccio anche a te.

  • Buona sera a tutti…

    Dopo tanto tempo di assenza torno a commentare sul blog del mio amico max,e quale giorno migliore di questo avrei potuto scegliere?? 🙂

    Inutile dire l’ansia con la quale ho passato questa giornata,attaccato al telefono aspettando quelle notizie che alla fine poi sono arrivate…mi ricollego solo un attimo a quello che ha scritto max nel post su rignano,l’esito dell’incidente probatorio di oggi non deve far pensare che tutto sia finito….anzi…..diciamo che la strada è appena cominciata!! sicuramente è stato fatto un primo passo in avanti (e a mio modesto parere un passo anche abbastanza importante) però un primo passo…….non ce lo dimentichiamo….dobbiamo continuare a lottare,a stare vicino alle persone che hanno dovuto vivere ” l’inferno” e sperare che questo mondo…il nostro mondo…possa diventare migliore…

    BUONA NOTTE A TUTTI….

    Francesco

  • Io non mi sento di puntare il dito contro nessuno, fossi stata la psicologa forse mi pronuncerei, nel mio caso pero’ voglio solo dire che è vero che un bambino è suggestionabilissimo e che fargli un analisi è difficilissimo perchè occorre un’altisima imparzialità e professionalità ( ci fu anni fa un episodio simile a questo, e gli insegnanti erano innocenti) ma aggiungo anche che la memoria di un bambini inizia a funzionare gia nel ventre materno, e a 2 anni sono in grado di raccantare un fatto accaduto.

  • Le parole riescono a trovarle sempre, questi cosiddetti “principi del foro”. Pensando, però, alla pochezza delle tesi difensive partorite per il caso Rignano, sostituirei la parola “principe” con “ciambellano”. Sì, i ciambellani del foro” hanno imputato la tragedia alla “fantasia dei bambini”. Avendo i periti del gip escluso la psicosi collettiva, a cosa ci si poteva attaccare, se non alla perversa fantasia dei bambini? Ma non tutti i ciambellani sono dello stesso avviso. Infatti, uno di loro afferma che, anche se gli abusi ci fossero stati, non ci sarebbe la prova che a commetterli siano stati gli indagati. E qui, davvero, emerge la grande passione per il teatro di taluni avvocati. Infatti, secondo indiscrezioni, sarebbe già pronta una versione aggiornata della commedia di Eduardo de Filippo “Questi fantasmi” e la tesi difensiva, sarebbe solo un modo per pubblicizzarla in anticipo.

  • andiamo avanti senza sperare, perchè a me la sola speranza non basta!!!!

    Andiamo avanti mentre questi cuccioli devono ancora subire quanto raccontano…andiamo avanti perchè indietro non si può.

    Buona domenica a tutti,

    Ale

  • per Max Frassi

    purtroppo ho letto solo ora il tuo commento sull’articolo che ho trascritto.Quindi,anche se in ritardo,ti chiedo scusa per aver trascritto l’articolo senza prima inviartelo;il fatto

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe