L’AVVOCATO.

“Uno alla volta si scende anche voi, sotto a chi tocca….”-
Renato Zero, Il Carrozzone.

avvocatoChiunque lavori in polizia sa che con il cambio di stagione e le giornate di caldo intenso, certi “soggetti” danno il meglio di sé. Dando sul piano della follia, il meglio……in assoluto.

Così deve essere stato per quell’avvocato di Milano che è andato a processo, questa volta sul tavolo delgi imputati.
L’accusa: aver cercato di strappare dalle braccia del nonno una bimba di 5 anni “per baciarla”.
L’avvocato (Fabio Massimo N.) ha dato il meglio di sé anche durante il processo, dove ha scelto di difendersi da solo (affiancato quindi dal legale d’ufficio). In passato era più volte stato ricoverato in strutture per malati psichiatrici.
Di lui, forse, torneremo a parlare. Dato che tra le sue passioni c’era il riempire i blog di difese, più o meno velate, della pedofilia. Pare che lui stesso avesse creato un sito e che nel forum dei radicali avesse apertamente difeso la pedofilia.
Come sempre capita per questi individui, che aprono siti solo per loro stessi, commentandosi tra sé, le giustificazioni portate avanti e spacciate addirittura per “scientifiche” sono così ridicole da essere pure divertenti, sotto certi aspetti, se non si parlasse di abuso.
Così davanti alla Polizia che gli sequestrava a casa sua materiale pedopornografico, con immagini di bimbi abusati da adulti e di bambine nude, l’avvocato ha risposto che di fatto si trattava di materiale "normalissimo, scaricabile liberamente da internet". Anzi lo stesso si è vantato di essere un membro della Commissione europea (?????) atta a vagliare uno studio approfondito sul fenomeno pedofilia.
Studio dove – scommetto – avrebbe parlato di bambini fantasiosi e genitori contagiati.
 

24 Commenti a “”

  • un maxi saluto a teeeee! 😉 ciauzz! come và?

  • Ho letto un po’ di te e mi chiedo una cosa: spero che tu abbia realmente devoluto tutti i soldi che sono derivati dagli incassi dei tuoi bestseller alla causa della lotta contro la pedofilia… altrimenti mi dispiace dirlo ma saresti parte integrante dello sciacallaggio mediatico, medaglie o non medaglie.

    Infatti, il problema principe della società moderna per quanto riguarda l’ipercomunicazione riguarda il fatto che qualsiasi abominio (pedofilia compresa) venga trasmesso ed evidenziato multicanale, viene recepito in modo erroneo da menti malate (perché tali sono) e purtroppo imitato.

    Ricordo personalmente quando, dopo un caso isolato di un malato di mente che gettò una pietra da un cavalcavia, data la tremenda risonanza che diedero al fatto, si trasformò la cosa in uno sport nazionale. Potrei citare anche gli infanticidi, la moda di dare fuoco alle macchine ed altri incendi dolosi, e così via.

    Non so se le menti delle persone così facilmente plagiabili siano da condannare in partenza perché totalmente malate oppure lo diventino solamente in seguito. In effetti ogni volta che viene scoperta una retata di pedofili fra di essi ci sono pochi disadattati sociati, e molte persone insospettabili, tra cui membri stessi delle forze dell’ordine, addirittura preti, molte donne, insomma un pout-pourri di gente della quale tendenzialmente ci si dovrebbe fidare. Etichettando tutte queste persone come “malati mentali”, non si risolve il problema, ma lo si scarica. Considerando che poi, soprattutto, al momento esiste una vera e propria “caccia alle streghe” ed il “dagli all’untore” è diventato il “dagli al pedofilo”, io stesso che ho 27 anni se vedo una bella ragazza di 16 anni, completamente sviluppata (e quindi non bambina, ci tengo a sottolinearlo), debbo sempre astenermi da ogni tipo di commento perché potrei essere tacciato anche scherzosamente di pedofilia.

    Il problema grave è a monte, il problema grave è che noi dobbiamo REALMENTE difendere i bimbi, dobbiamo REALMENTE impedire che il loro diritto a vivere la sessualità con i tempi e le modalità giuste, ma la società ce lo impedisce.

    Prendiamo i pedofili e li sbattiamo in galera, buttando la chiave.

    Il che, onestamente, su due piedi anche a me parrebbe la soluzione giusta. Ma non è così, la pedofilia è una piaga sociale, è come una malattia e come tale va curata, intendo, si dovrebbe trovare la causa a monte che “trasforma” una persona con una sessualità normale in un pedofilo, ed operare su di essa.

    Perché non mi convincerete mai che le persone tacciate di pedofilia ed arrestate, sono tutte malate di mente.

    E poi quant’è labile il confine!

    Ci preoccupiamo (giustamente!!!) della pedofilia, ma poi i ragazzini oggi tendono a fare sesso per la prima volta a 13, 14 anni, perché l’accessibilità mediatica del sesso è incredibile ed a quell’età non solo sanno di che si parla, ma quasi sei OUT se non hai provato a farlo. Lo so, perché insegno, e perché spesso i ragazzini di 15 anni che ho me lo raccontano. E io rabbrividisco.

    Dovremmo fermare pariteticamente questo fenomeno E la pedofilia, ovvero l’accessibilità del sesso a persone che ancora non possono viverlo appieno perché ancora non hanno ben presente di che cosa si parla, cosa vuol dire vivere una relazione sessuale con un’altra persona… sono persone, ragazzi e ragazze, che a malapena sanno cosa vuol dire la sessualità con sé stessi, come fanno a sapere cosa vuol dire esplorare l’universo di un’altra persona? Posso dire a malapena di saperlo io a 27 anni!!!

    La società moderna è malata, ma noi come il Frassi possiamo fare qualcosa. Però il rischio è che mentre noi condanniamo la pedofilia ovunque, perché ci riteniamo nel giusto, qualcuno che proprio al 100% non ci sta, si incuriosisca e dica: “pedofilia? perché piace tanto?”…

    …e vi assicuro che trovare filmati pedofili su internet è uno scherzo.

    Purtroppo.

    Scusi il Frassi lo sproloquio, era tanto tempo che dovevo dire tutto questo.

    Shin

  • Ciao Max…ho letto che ci chiedi qualche suggerimento per il nuovo nome del blog.Io ho pensato a qualche titolo, vedi tu se ti piacciono 😉

    DI TOMMY E ALTRE STORIE

    pensieri e lotte dedicati ai bambini di tuto il mondo

    INFANZIA NEGATA

    dedicato a tutti i bambini vittime di abusi

    LA COMETA

    perchè ovunque c’è un bambino, dobbiamo accorrere, guardarlo e proteggerlo.

    L’AQUILONE

    la nostra voce è il filo della speranza, per ridare fiato ad ogni bambino offeso, umiliato, abusato.

    BAMBINI NEL MONDO DEGLI ORCHI

    A fianco di Max Frassi,per combattere insieme, senza tacere.Al suo fianco per vedere di nuovo il sorriso dei bambini.

    A te lascio un forte abbraccio.Ros

  • no la verità signor shin è che con i soldi guadagnati mi sono comprato sei yacht un paio di ville e giro in bentrely. unico punto negativo: la residenza che ho duvto spostare a montecarlo, non le dico che palle quando mi serve un certificato, piglia l’elicottero privato, vai, torna, una mezza giornata di ozio sottratta per l’essermi arricchito sui bambini.

    questa lo fa sentire meglio? le fa aver trovato la ricetta giusta?

    bravo.

    poi s eun giorno a tempo lei da perdere venga qua a vedere come si alvora e con quanti sacrifici, venga in s ede troverà anche un bilancio pubblico, dove alla voce entrate ci sono anche i guadagni dei miei best sellers (ovviamente quelli non finiti a montecarlo, già me ne dimenticavo….).

    siamo tra le poche associazioni ad essere regorlarmente iscritta in più albi.

    proprio per prevenire certe sterili e ipcorite riflessioni.

    la saluto e la prego, non torni a trovarmi.

    non solo perchè ho già commesso l’errore una volta, questa (forse perchè è sabato pomeriggio, fuori cì’è il sole e dio lavoro…gratis!) ,di leggere il lungo e noioso post, ma perchè la lotta alla pedofilia non ha bisogno nè di medaglie nè di parole come le sue.

    sfoghi pure altrove le sue frustrazioni.

    quanto al dibattito che se certa gente legge del sasso dal cavalcavia e poi lo lancia vada a vedersi i fiori distudi che ci sono, cosa le dimostrano. ma se dietrole sue aprole è di lei che parla (lo stesso che trova facilmente materiale pedofilo in rete, a me chissà come mai non è MAI capitato), bhè allora …….

    p.s. chiedo a chi commenterà qua di seguito di ignorare il mio post e quello di questo tizio per evitare inutili continuazioni in questo sterile dibattito, grazie.

  • Difatti, pur leggendolo non avevo commentato di proposito.Pensavo oltre ai titoli che ti ho inviato alla grafica, perchè non mettere sotto il titolo piccole foto (come quelle tue a lato) di Tommy, di Simone, di Angela Celentano, di Denise? Insomma una bella fila in orizzontale dei loro volti? Un modo per ricordarli e non dimenticarsi di loro nemmeno un giorno. Ti abbraccio Ros

  • hem posso permettermi di dare appoggio ad uno dei titoli che ho letto qui sopra?

    Mi piace molto,

    abbracci a tutti, 🙂

  • chiedo scusa avevo messo il titolo tra due tag, e non si leggeva.

    VOTO PER QUESTO:

    L’AQUILONE

    la nostra voce è il filo della speranza, per ridare fiato ad ogni bambino offeso, umiliato, abusato.

    🙂

  • invece io stavo per rispondere, e la tentazione è stata forte fino a tre secondi fa. Ma hai ragione tu.

  • Prendendo un pò spunto da una canzone di Renato Zero potrebbe essere carina “se mi ami non negarmi due ali per volare”.

    Dedicato a tutti quei bimbi e non solo (ormai) che non desiderano altro che volare alto oltre il male, oltre i ricordi.

    Dedicato anche, perchè no, ai bimbi felici, anche a loro serve volare, sempre, in un mondo di fantasia e di serenità.

    Ciao a tutti.

  • Ciao max………un abbraccione piera

  • Hai ragione Max, … non vale la pena rispondere a quell'”ASSURDO POST”, ma devi darci atto che la tentazione è grande…..

    Ad ogni modo va bene così, … questo è un blog dove ognuno può esprimere la propria opinione e ben vengano idee contrarie alle nostre, … serviranno a spronarci ad andare avanti con + forza ……

    P.S.: Anche io, come te, non ho mai trovato materiale pedopornografico in rete, … sarà forse xkè, a differenza di kuroishin, non l’ho mai cercato ?!?!?!?!!? 😉

  • La differenza tra un avvoltoio e un avvocato?

    Uno si nutre di carcasse in putrefazioni… in fin di vita.

    Laltro vola.

  • non sapevo di questa notizia, e sono profondamente sconcertata, come donna, come persona che ha subito violenze in infanzia sia fisiche che psicologiche, e non da ultimo come avvocato. sono schifata, da questo personaggio, che non è degno di portare il titolo che ha. non ne è degno. io ho scelto la mia professione quando avevo quattro anni, esclamai che “farò l’avvocato così difendo i bambini e le donne contro gli uomini cattivi”. e così è stato nella mia vita, e così ho proseguito, fino ad arrivarci. sono schifata da questo personaggio e da quello che ha fatto, da quello che ha detto, dal suo ignobile vanto in giudizio perfino.

    scusa max, vorrei dire soltanto al/la blogger di sotto, lacedemente, che il paragone tra avvocati e avvoltoi è molto, molto infelice.

    sarebbe meglio non catalogare.

    sarebbe meglio, quando si affrontano soprattutto argomenti come la pedofilia in cui possono essetr tirati in ballo preti, o professionisti (come in questo caso), o anche muratori, o magari bidelli di scuola, o insegnanti, e così via, non generalizzare.

    questo è un caso specifico di un avvocato.

    da quì a fare il paragone di sotto mi sembra eccessivo, considerando una cosa fondamentale : l’avvocato è un uomo/donna libero/a, dentro, è libero, e può scegliere chi difendere, con chi schierarsi e contro chi. non tutti scelgono di difendere colpevoli, non tutti sono avvoltoi, non tutti. perdonami, ma la precisazione mi viene spontanea, anche per rispetto della professiona, CHE APPUNTO, APPUNTO VIENE RIEMPITA DI SCHIFO DA PERSONAGGI COME QUELLO DEL TUO POST.

    grazie, a presto. tornerò ancora.

  • ciao tigraffio

    concordo con te.

    nessuan equazione avvocato: avvoltoio o prete:pedofilo, ci mancherebbe altro.

    quando si fa lo si fa, appunto, sui singoli casi.

    torna a trovarci

    max

  • E’ vero.Con il caldo alcuni “soggetti” danno il meglio di sè..Bisogna portar pazienza.E sono felice che il “signore” in questione da avvocato si sia trasformato in “imputato”. Un abbraccio grande Ros

  • grazie Max, noto che hai ben compreso quello che volevo dire. a volte si scrive, e anche se cerchi di scrivere in italiano corretto, quì si possono incontrare ostacoli di comprensione. che vadano in galera gli autori dei delitti. che siano accertati, di qualunque appartenenza sociale si tratti, e vadano dentro a marcire. questo conta. certo che tornerò a trovarti. ho messo un banner nel mio blog di questo tuo spazio che non conoscevo prima della battaglia contro l’orgoglio pedofilo. quando si scopre un blog così non puoi mica non tenerlo dietro. te lo devi trascinare e metterlo in faccia a tutti, cosicché si sappia che c’è chi lotta sul serio contro abusi del genere. io personalmente sono sincerissima, non ti conoscevo, e non sapevo di questo blog. l’ho scoperto per caso, giorni prima dell’orgoglio pedofilo (altra cosa che non sapevo assolutamente, molte cose della mia vita sono sotto la cenere, tirarle fuori fa male, e solo chi l’ha vissuto può capirlo. il resto son chiacchiere al vento) e ti stimo, sappilo. e come donna, e come blogger, e non da ultimo come professionista. e .. ribadisco, professionista schierata senza mezzi termini. proprio per l’infanzia che ho avuto. un abbraccio forte, continua così. a presto.

  • volevo dire … per quell’infanzia che … NON ho avuto. rectius, errata corrige.

  • Sono molto dispiaciuto dal vostro comportamento per diversi motivi:

    1) Io dico “La società moderna è malata, ma noi come il Frassi possiamo fare qualcosa”, quindi elogio il Frassi, che invece manifesta sdegno e riconduce il mio post soltanto alla prima frase che ho detto, che per certi versi può risultare infelice.

    2) Io parlo di lotta alla pedofilia come di una cosa importante per la mia vita, per motivi che solo IO so e che non voglio certo divulgare ad estranei, e voi mi tacciate alla stregua di un pedofilo? Ma leggete quello che scrivo?

    3) Trovare materiale pedofilo su internet è uno scherzo ed io l’ho trovato NON perché l’ho cercato, ma cercando altre cose, ed è questo che mi fa pensare che sia uno scherzo. Il fatto che io lo trovi SENZA cercarlo implica che chi vuole trovarlo purtroppo può avervi accesso facilmente. E questo è gravissimo!

    Voi che mi accusate di cercare materiale pedofilo… dopo tutto quello che ho detto, avete due possibilità: o seri problemi di comprendonio, o una personalità gretta e meschina che lancia accuse gratuite.

    4) Non tornerò più qui se è ciò che il Frassi desidera. Però tali comportamenti esistevano ai tempi del fascismo. Comunque sia, non amo essere indesiderato, pertanto me ne vado e non leggerò alcuna risposta a queste frasi. Però mi è sembrato di leggere di un esercito di struzzi che vogliono solo mettere la testa sotto la sabbia. Mia zia ha abitato vicino all’asilo di Rignano e vi assicuro che quando questa realtà tocca la VOSTRA VITA PRIVATA non è più così facile credere che siano solo notizie di cui parla il TG e che non esistono!

    Saluti.

    Shin, uno che dice le cose in faccia e come stanno

  • Invece tornerai, eccome se tornerai, a leggere quello che ti si dice. QWuelli come te viovno di questo, illudendosi così di avere un minimo di utilità nel mondo, malgrado la evidnete superficialità.

    Perchè più parli più sei di una superifcialità disarmante.

    e dimostri di non voler capire nulla, ma proprio nulla.

    soprattutto con la frase, infelice, con cui concludi: “mia zia ha abitato vicino….e allora sì che capiamo”:

    come diceva Totò: ma mifaccia il piacere.

    i bimbi di cui tu senti parlare in tv, tra la nuova velina e il fotografo cocainomane, noi li incontriamo ogni giorno in carne ed ossa.

    Quindi il tuo ipocrita e sterile moralismo vallo a postare altrove…..ed il fascismo che manco conosci mettilo dove ben sai…..

  • Max, mi dispiace non rispettare la tua volontà quando ci hai chiesto di non commentare il post di Shin x evitare inutili polemike.

    Ma, se questa xsona (come dice) è abituata a dire le cose in faccia, anke noi lo siamo, quindi mi prodigo a rispondergli (tanto anke io sn sicura ke tornerà su questo blog) sperando di interpretare un pò il pensiero di noi tutti “ESERCITO DI STRUZZI” come lui ci ha definiti, ….

    Egr.sig. Shin,

    lei pensa ke i ns commenti siano scaturiti dalla prima frase del suo post, ma nn è così, mi creda, tutti noi sappiamo leggere e lo facciamo con il cuore aperto, soprattutto quando su questo blog vengono pubblicati dei post duri come pugni a pieno viso, ke le assicuro … fanno davvero tanto male xkè i segni ke lasciano restano nell’anima …

    Lei dice di aver letto un pò su Massimiliano Frassi, ma evidentemente nn si è documentato abbastanza. Se l’avesse fatto, … se avesse visitato il sito dell’associazione prometeo, …. se avesse letto le testimonianze di ki conosce “IL FRASSI” (come lo kiama lei) e le testimonianze degli abusati, … se avesse letto dei suoi viaggi in posti dove nemmeno Dio c’è mai stato come l’orfanotrofio rumeno, …. se avesse letto + di un post su questo blog, ….allora il dubbio su come vengono investiti i soldi ricavati dalle vendite dei libri e dalle donazioni non le sarebbe proprio sorto.

    Qui nn si lanciano accuse gratuite, si commenta semplicemente e liberamente nel rispetto di tutti.

    Se Max (io preferisco kiamarlo così) l’ha invitata a nn visitare + questo blog ed a sfogare le sue frustrazioni altrove, è solo xkè ki come lui vive queste cose giorno x giorno da vicino, ki come lui guarda negli okki i bambini abusati e sofferenti, rammaricandosi spesso di essere arrivato troppo tardi o sentendosi in alcuni casi impotente, si arrabbia a leggere ke lei pensa alla pedofilia come ad un fenomeno ke, se trasmesso ed evidenziato multicanale, può essere recepito in modo erroneo da menti malate e purtroppo imitato.

    Chiedo venia sig. Shin, in riferimento ai “seri problemi di comprendonio” dei quali ci accusa, ma non è lei ke ha scritto “menti malate xkè tali sono” e poi quanlke riga dopo scrive “nn mi convincerete mai ke le xsone tacciate di pedofilia sn ttt malate di mente” ?!?!?! Siamo noi a nn comprendere o è lei ad essere un pò confuso in merito ?!?!?

    LEGGA SIG.SHIN, … SI DOCUMENTI UN PO’ DI + E POI TORNI A TROVARCI!!!

    Anke x noi la lotta alla pedofilia è importante sig. Shin, ecco xkè siamo qui, ecco xkè nel ns piccolo cerkiamo di fare qualcosa x quest’orrore.

    Un’ultima cosa: MAX FA REALMENTE TANTO X QUESTI PICCOLI ANGELI !!!!

    Senza rancore.

    Rosaria

  • Ricordo a tutti il post di MAx sui TROLL!!!

  • Error:

    X Cinzia72

    Cinzia io nn ho letto quel post e non riesco a trovarlo, potresti darmi una mano ?!?!!?

    BACI

  • Error:

    x Rosaria:

    vai a mercoledì 16/05/07.

    Ciao!

  • Error:

    x Cinzia

    GRAZIE, 6 UN’ANGELO !!!!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe