RICEVO E RIPORTO CON PIACERE:
 
La lettera della mamma delle bimbe rapite e portate in Belgio:
Maria – Pia Maoloni
 
 
Sono venuta in Italia con la convinzione che tale paese avesse dei fondamenti solidi sulla famiglia, basati su valori cristiani per la protezione, considerazione e rispetto dei diritti dei bambini, che nulla hanno fatto, nessuna colpa hanno se non quella di subire da un mondo crudele di adulti incoscienti ed insensibili.
Pensavo che solo in Belgio ci potesse essere tanta indifferenza per ciò che riguarda la pedofilia, essendo un paese che ha già avuto trascorsi, scandali e problemi a riguardo: non dimentichiamo l’affare Dutroux e tutti i bimbi che ogni anno spariscono nel nulla.
Certe persone della giustizia italiana mi hanno dimostrato di non essere in grado di rimanere integre e capaci di poter resistere alle pressioni politiche venute dal Belgio. 
Ho sperato fino all’ ultimo giorno, prima del RAPIMENTO delle mie bambine… 
Questo blitz inumano e di una violenza indescrivibile mi ha fatto capire che gli interessi politici, economici, diplomatici degli adulti sono più importanti che la vita di due bimbe.
 
Ognuno di noi ha la propria parte di responsabilità nella salvaguardia e nella protezione dei bambini; ma spesso “responsabilità” si trasforma in “complicità”; “fiducia” in “tradimento”; “coraggio” in “vigliaccheria.
 
Le mie bambine non sono oggetti sessuali nemmeno pacchi postali ! Sono esseri umani che hanno dei diritti! Diritti che nessuno ha rispettato ma anzi calpestato !
Le mie bimbe hanno dato fiducia e sono state tradite dalle persone che avrebbero dovuto tutelarle.
 
Chi ha pianificato le regole perverse di tale rapimento, facendo credere loro che fosse solo una semplice passeggiata? Che cosa hanno provato i miei due angeli quando l’operatrice, per strada, diceva loro che le stavano accompagnando dove loro non avrebbero mai più voluto tornare: nel buio e nel gelo, nella solitudine della perversione degli adulti dalla quale loro hanno cercato di proteggersi e di proteggermi!
 
Perché il Ministro della Giustizia Italiana non ha voluto firmare la richiesta mandata dalla Procura di Fermo per indagare sul padre ed il nonno paterno in Italia?
Perché la Dott.ssa SELLITTI Maria, Direttrice dell’istituto, che aveva ricevuto la relazione della maestra contemporaneamente al tribunale dei minori in cui si parlava delle confidenze fatte dalla mia bambina riguardo agli abusi sessuali subiti dal padre e dal nonno paterno in compagnia di altri bambini ed altri adulti, non ha potuto fare niente per proteggere le mie figlie evitando di mandarle diritto all’inferno ?
Perché il giudice del Tribunale dei Minori ad Ancona, il Dottore MANZONI Giovanni Maria ha totalmente negato l’importanza di questa relazione e anche i procedimenti penali in corso in Belgio ed in Italia e soprattutto il PERICOLO GRAVE di mandare le mie bambine nelle mani degli stessi criminali ?
Il male non deve vincere !!! 
Ho dato fiducia alla giustizia italiana ma sono rimasta delusa ed indignata da questa decisione. 
Là dove si trovano adesso, le mie bimbe sono in GRAVE PERICOLO DI VITA ! E chi le tutela ? Chi potrà avere il coraggio di aiutarle e di proteggerle contro le persone che le hanno molestate ?
 
 Chi, a parte una madre, può rassicurare un bambino quando ha paura ? Chi può guarire le sue ferite quando sta male ? Chi può proteggerlo contro il pericolo ? 
 
Il mio cuore di mamma è triste e ferito, ferite che non rimargineranno mai!
Quale barbarie è stata perpetrata su due creature innocenti, quale inumana punizione è stata loro imposta: l’averle portate via dalla loro mamma con la quale chiedevano disperatamente di stare!
 
Le mie bambine hanno subito non solo violenza sessuale ma anche violenza e distruzione psicologica a causa delle separazioni frequenti e lunghe dalla loro mamma.
 
Finora, le uniche persone che ammiro sono LE MIE FIGLIE, e soprattutto la primogenita per la sua forza e il suo coraggio di avere potuto ancora esprimere il suo vissuto orribile, dopo essere stata chiusa tre volte in istituto per questo motivo !
Di nuovo, è stata tradita dal mondo dei adulti, per avergli dato fiducia ! 
 
Quale avvenire riserviamo ai nostri bambini se noi adulti non siamo in grado di proteggerli ?
I bambini rappresentano l’avvenire della nostra società !
Ma quale società gli riserviamo se i loro diritti fondamentali non sono rispettati ?
Ed anche se si seguisse solo la “legge del cuore”, ci piace ricordare che chi nascondeva i bimbi ebrei ai nazisti era un fuorilegge. Oggi è un eroe!
 
Per AMORE delle mie bambine, andrò fine al fondo della verità, anche se devo aprire le porte dell’ Inferno ! 
Perché…
“ salvare un bambino è salvare l’umanità intera !!”
Le vittime, le mie figlie, sono state punite per aver subito e per aver parlato del loro calvario.
Sono state ricondotte dai loro carnefici!
 
POVERI ANGELI, VITTIME del vostro martirio e dell’indifferenza della gente!
Mamma vi crede, mes chéries;
Mamma sarà sempre presente per difendervi;
Mamma rimane sempre nel vostro cuore;
 
MAMMA VI AMA ALL’ INFINITO………..
La mamma, MAOLONI MARIA-PIA

18 Commenti a “”

  • LASCIATE PER FAVORE IN MASSA I VOSTRI COMMENTI QUI!!! E NON VIA MAIL!!!!

    GRAZIE.

  • Profonda solidarietà.

  • da mamma a mamma un abbraccio-se c’è qualche petizione da firmare in favore di Maria-Pia fateci sapere

    daisi

  • Un ennesimo caso dove provo vergogna di appartenere alla razza umana !!!!

    Che bravi ad articolare discorsi per la tutela dei bambini.. parole parole parole come molecole dispersibili nell’aria e la protezione e tutela dei bambini viene barattata con soldi e politica !!!!!

    Mi unisco alla sua indignazione sig.ra Maoloni …

    Esiste, anche se minima, la possibilità di fare qualche cosa ?????

    Grazie

  • Questa società è profondamente malata,sforna mostri ad un ritmo allucinante e quel che è peggio è che non viene garantita la giustizia.Se non si cercano le cause di tutti questi orrori,se non si trova un rimedio,e presto,sprofonderemo nella barbarie più completa.Da madre stringo in un abbraccio Maria Paola,e se c’è da fare o firmare qualche cosa caro Max,faccelo sapere.

  • un abbraccio sentito , sono vicina

  • MarziaVicenza:

    mi ha spezzato il cuore leggere le notizie riguardanti questo caso, ma oggi, leggendo questa lettera sto piangendo per questa mamma e le sue figlie!

    Un forte abbraccio cara Maria-Pia, auguro a te e alle tue coraggiose figlie tutta la giustizia e il bene del mondo, Dio solo sa quanto lo meritiate!

  • Signora sono straziata dal dolore per quanto da Lei appena riportato.

    Sono d’accordo con Lei che bisogna andare fino in fondo e aprire le porte dell’Inferno.

    Cerchi di trovare il sistema per poter stare più vicino alle sue figlie anche fisicamente e soprattutto se ci fosse qualche via da perseguire ha il mio appoggio non solo morale ma effettivo.

    DOBBIAMO MUOVERCI AL PIU’ PRESTO CONTRO QUESTI DEMONI!

  • MARIA PIA le sono vicina e la sua lettera conferma le mie idee: i bambini non vengono mai creduti, io so invece che i bimbi non mentono…….. con stima e ammirazione pierangela

  • Il mio cuore è spezzato dalle tue parole cara Maria Pia…spezzato perchè riesco a percepire quale sia il tuo dramma di mamma che non riesce a proteggere le sue creature. Sono nauseata come te per come funzionino le cose in Italia e in tanti altri paesi quando si tratta di bambini. Sono nauseata e purtroppo diventata cattiva e cinica per quanto riguarda la giustizia, che non c’è!!!C’è solo un bel giro di parole, troppa gente che si fa bella agli occhi degli altri, ma in sintesi, in concreto, niente di buono per i bambini che subiscono violenza sia fisica che psicologica!!!Ho una bimba di tre anni e credimi solo, dico solo, pensare che possa accaderle qualcosa mi annienta…quindi posso solo immaginare come tu stia!!!Ho visto una tua intervista su rete 4…purtroppo non hai avuto tempo per parlare, solo una manciatina di secondi, ma l’ultima frase che hai pronunciato: le mie bambine sono in pericolo di vita!, rimbomba ancora nella mia mente e mi chiedo come si possa continuare a vivere noncuranti di quanto possa accadere alle tue bambine. Spero con tutto il cuore che accada il “miracolo” e che tu possa riabbracciarle nel tuo nido sicuro!!!Mi dispiace…non so più cosa scriverti…anche perchè sono sicura che niente di quello che posso scrivere lenisca il tuo dolore. Come mamma ti sono vicina…qui…sempre…Kary

  • leggo questa lettere e piango, ma piangere serve a poco. E allora tanta rabbia e la la necessita’ di reagire e la speranza, perche’ anche se i pedofili ‘sono tanti e sono forti’ le mamme saranno sempre piu’ numerose di loro e il loro amore sempre piu’ forte della loro perversione.

    Proprio oggi sono stata delusa da un’ amica (almeno cosi’ credevo) che non ha voluto inserire il proprio nome nella petizione perche’ prima deve essere sicura di sapere a che scopo verra’ utilizzata la petizione e perche’ i pedofili sono anche persone malate bisognose di aiuto. Sono senza parole. Non si finisce mai di imparare. Con le parole di un padre spezzato dal dolore per l’abuso subito dalla figlia: quando si tratta dei vostri figli, non fidatevi di nessuno, nemmeno del vostro compagno/a.

    Sono a dispoziaione di tutti i bambini che hanno bisogno d’aiuto. Ti abbraccio forte.

  • Cara Maria Pia…non sò cosa dire… Oltre a ribadire lo schifo che provo verso tutto quello che ci circonda… non posso che dirti che sono con te…

    NOI TUTTI SIAMO CON TE….

    IL MIO CUORE E’ LI CON TE…

    Mi dispiace,veramente,avrei voluto dire qualcosa di più “importante”…ma non ce la faccio…

    L’UNICA COSA CHE SERVIREBBE A FARTI CAPIRE COSA PROVO IN QUESTO MOMENTO SAREBBE UN ABBRACCIO…PERCHE IN CERTE SITUAZIONI NON CI SONO PAROLE ADATTE… TI PREGO,FAI FINTA CHE IO TE L’ABBIA DATO…ANCHE SE COSI PURTROPPO NON E’…

    Sono con te! Francesco

  • la giustizia italiana…

    sono con lei signora.

  • Maria Pia, è vero le parole faticano ad uscire, ma i pensieri quelli sono tanti.

    Uno in particolare, lei dice che ammira moltissimo i suoi angeli e sono convinta che la forza, la saggezza e la maturità che loro dimostrano sono frutto del grande amore che lei prova per loro.

    Lei ammira loro, ma loro sanno con certezza di avere una mamma dolcissima che supererà ogni ostacolo per la loro serenità e felicità.

    Saprà sicuramente quanta speranza e quanta forza può dare il pensiero di avere una mamma come lei.

    Con questo pensiero si scalderanno quando avranno freddo, si consoleranno quando saranno tristi e non avranno più paura.

    E il momento in cui le abbraccerà di nuovo arriverà, e questo loro lo sanno.

    Patrizia

  • Vorrei guardare negli occhi i complici di questa spedizione all’inferno di due creature innocenti mentre leggono queste parole che arrivano come coltelli diritti al cuore..

    Teoricamente l’Italia, grazie proprio alla presenza del Vaticano, dovrebbe essere una meta sicura per chi crede nei valori della famiglia ma, questo ennesimo fatto sembra la conferma di quanto non sia altro che uno specchietto per allodole.

    Possibile che non si possa fare alcun tentativo..forse la mi domanda è banale ma, questa lettera, non si può inviare in massa ai presunti complici ?????????

  • Sei una grande mamma, torna a rapirle e portatele lontano. In bocca al lupo di cuore ed un abbraccio forte, con tutta la mia ammirazione.

  • Per correttezza devo aggiungere che la mia amica ha aggiunto il suo nome alla petizione, voleva solo saperne di piu’ sulla vicenda…forse sono stata un po’ troppo precipitosa. L’informazione è d’oro.

  • Io sono una di quelle idiote che ha firmato la petizione da inviare a Mastella pensando che tra un furto e l’altro si concedesse una tregua e avesse un minuto di tempo da dedicare a questo dramma. Non c’è niente da fare, non gliene frega niente, non gliene frega niente.

    Un abbraccio stretto stretto ad una grande madre.

    Max facciamo qualcosa.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe