crudelia

Comincia oggi, e durerà per molto, un viaggio tra le panzane inventate di sana pianta e vendute dai nuovi teleimbonitori. Difensori d’ufficio di pedofili, pederasti e loro complici. In forma cartacea, virtuale o carnale, poco importa. Un mare di immondizia inquinante che chissà quale nuova voragine avrà aperto nell’ozono. Partiamo (per ora con uno stralcio poi come per tutti gli altri argomenti con dossier esclusivi) con la  pedofilia al femminile. Che più volte in questo periodo vi hanno detto NON ESISTERE (vedasi al riguardo anche mio vecchio post, pubblicato da molti quotidiani: LE QUOTE ROSE DELLA PEDOFILIA).maleficent2

Gli stessi che hanno, come cultura e modus operandi, la stessa base, ad esempio, dei revisionisti che affermano (dati scientifici alla mano….sic!) che Auschwitz è un’invenzione degli americani ed altre panzane simili.
E’ geniale (scusate ma non trovo altre parole) che a certificare la NON esistenza di donne pedofile siano i parenti di donne imputate per pedofilia.
Praticamente è come chiedere al figlio di Tano B. se la Mafia esiste. Oppure (risposta giusta) se è l’invenzione di qualche folle……
In realtà la pedofilia al femminile, purtroppo, esiste ed è studiata (all’estero) da tanto tempo.
In America a fine anni’80 addirittura si parlò di “emergenza sociale legata all’aumento di casi di pedofilia al femminile” in tutti “quei circoli che portano le donne a contatto con minori (scuole e palestre in primis)”.
Per capire meglio il problema diamo un’occhiata ad alcuni siti americani che promuovono culturalmente la pedofilia al femminile.cinderella08
Ricchi di immagini (non pedopornografiche!), con disegni a colori pastello (in prevalenza fiori) invitano le donne che “provano un’attrazione sessuale a favore dei bambini ad uscire allo scoperto” e  “godere in pieno la propria sessualità”.
“Per molto tempo ho pensato di essere l’unica, ma dopo aver trovato questo sito ho capito che eravamo in tante. Tante come me” scrive una tizia di nome Stefy, che non vede l’ora la prossima estate di farsi una vacanza in Sud America.
Interessante è Katie, ma il nome chiarisce essere uno pseudonimo, di 39 anni, insegnante. “Se mio marito sapesse” scrive in un suo post, impazzirebbe, “ma nessuno mi può rendere felice come il corpo di un bambino”.
Con la solita ipocrisia che contraddistingue la categoria, anche le pedofile cercano assurde giustificazioni per celare, malamente, i propri atti.
E come sempre capita in questi casi gli unici ad ascoltarle ed a crederci sono i propri simili:
“noi non approviamo la coercizione o qualsiasi altra forma di violenza.
Il sesso con i bambini è positivo solo se loro acconsentono, non se sono obbligati a farlo”.
 
Si ringrazia:F.B.I. , Polizia di Stato, amici vari 😉 –

21 Commenti a “”

  • Claro que todo esto exsiste!!!!Dios mio … orrible!…

  • Esistono eccome!

    E la cosa è talmente raccapricciante da domandarsi se non esista qualcosa di diabolico a sconvelgere il nostro mondo, e perchè sta diventando così forte. Perchè?

  • CHE SCHIFO!!!

    CHE SCHIFO!!!

    CHE SCHIFO!!!

  • dopo il fatto di rignano visito blog inerenti e mi sono accorta che anche qui,in italia ci sono siti dove queste amabili persone,in forma più occulta,fanno gruppo.Mi sento male,non posto perchè già so che non inserirebbero il mio commento,mi viene la nausea e poi vengo a leggervi….e mi sento meglio.Ma è possibile che si sentano tanto protetti?

  • “Il direttore generale della Rai, Claudio Cappon, non accetti la richiesta di Michele Santoro di acquistare il reportage della Bbc sul coinvoglimento di alcuni sacerdoti in vicende di pedofilia. Lo chiede in una nota Mario Landolfi (An), presidente della commissione Vigilanza Rai.” , IMG Press – 20 maggio 2007

  • PER EOSOS:

    Sai,penso che queste persone si sentano tanto protette perchè come hai detto giustamente tu fanno “gruppo”…penso che sia una realtà talmente tanto diffusa,anche se “sotteranea e subdula”…che non hanno paura a dire la loro,perchè si sentono protetti..

    MALEDETTI…

    Un abbraccio……a tutti…

    Francesco

  • COME GIA FATTO DA ANTONELLASER METTO IL LINK PER LA PETIZIONE ON-LINE DI SOLIDARIETA VERSO LE FAMIGLIE DI RIGNANO E DI TUTTE QUELLE ALTRE ZONE D’ITALIA….FACCIAMO SENTIRE CHE NOI SIAMO CON LORO…

    http://www.censurati.it/voxpeople

  • Ho conosciuto una tipa, anzi più che una tipa è stata la mia datrice di lavoro per qualche mese alcuni anni fa. Gestiva con la sorella ed il padre una pizzeria molto frequentata nel centro commerciale del quartiere, lavoratrice, sorriso sempre sulle labbra, pignolissima, praticamente maniacale sul lavoro, una bravissima persona per tutti. Pochissimi, anzi pochissime sapevano che aspettava con ansia il mese di gennaio, quando il locale chiudeva, per andare a Cuba a fare turismo. Di che genere? Diceva che da quelle parti si faceva delle gran sc…te, che lì i ragazzi dimostrano più anni di quelli che hanno in realtà. Non so altro, non eravamo molto in confidenza, ma non mi suonava benissimo. Una volta mi ha chiesto se sapessi l’età di un amico di mio fratello, che all’epoca aveva 12, 13 anni. Quando il ragazzino entrava nel locale faceva di tutto per servirlo lei al banco e la sera, quando chiudeva la pizzeria, andava nel retro del locale con la pizza avanzata a distribuirla ai ragazzini che stavano lì intorno seduti sui motorini, e gli diceva “adesso me lo dai un bacetto?”

    Questo per dire che tante volte le viscide stanno ad un passo da casa tua, si travestono da personcine integerrime, ma sempre con secondi e terzi scopi.

  • …mi scuso se intervengo nei post quasi sempre di ritardo, ma non sono molti giorni che mi sono ‘avventuarata’ in questi spazi, e leggo quando ho tempo..poco per volta x non arrabbiarmi troppo…:-(

    In merito al fatto che donne pedofile non esistano, ho sentito dirlo il ‘Criminologo sempre in TV’ sicuramente qualificatissimo (quel signore robusto con capelli bianchi lunghette e occhiali) che : il tutto relativamente a Lignano…. 🙁

  • antonellaSer:

    è in corso una petizione per stare vicino ai bambini di rignano

    http://www.censurati.it/voxpeople

    facciamo sentire che siamo di più, dalla parte dei bambini

  • SCUSATE PRIMA NON è APPARSO QUELLO CHE HA DETTO IL CRIMINOLO A STUDIO APERTO:

    ”DONNE PEDOFILE NON ESISTONO; SE FOSSE, QUESTA è UNA ECCEZIONE” RELATIVAMENTE A LIGNANO.

  • Max sto male da morire, eppure sai che sul sito della Polizia di Stato sezione minori scrivono:

    “….In realtà, il fenomeno, se pur da tenere sotto osservazione e controllo, va ridimensionato alla luce di una attenta lettura dei dati a disposizione. Circa l’80% dei bambini che “scompaiono”, infatti, rientrano nella categoria dei cd. allontanamenti volontari o delle sottrazioni operate dai genitori stessi.

    Sono, cioè, minori che, per svariati motivi, decidono di lasciare l’abitazione familiare o la comunità cui sono affidati, anche se questa ultima ipotesi presenta delle peculiarità che occorre chiarire”.

    Ma questa è una bufala!! Alla faccia della gravità del fenomeno. Non ne posso più.

    Si può lanciare una petizione per far approvare le leggi antipedofilia, leggi a tutele VERA dei minori?

    Io non so come agire, se qualcuno di Voi lo sa ci provi e ci avvisi, così magari mandiamo un messaggio chiaro e forte alle istituzioni.

    Cinzia

  • Ciao Max,

    FINALMENTE!….solo questo.

  • Questo mi sorprende: una maestra d’asilo morde un alunno e viene rimossa immediatamente (se ben ricordo). Ci sono denuncie contro 3 maestre e una bidella per pedofilia e rimangono tranquillamente dove sono, per quanto tempo???

    Una cosa che mi spaventa: poiche’ i pedofili si stanno rendendo conto che i bambini dai 3 ai 5 anni, nonostante la loro tenera eta’, hanno la capacita’ di RICORDARE E DI RACCONTARE e che quindi stanno diventando bersagli pericolosi, inizino a prendere di mira i bimbi ancora piu’ piccoli che non hanno ancora incominciato a parlare.

    Un’altra cosa che mi fa veramente andare in bestia sono commenti del tipo: ‘ma questi poveri bambini hanno tanto bisogno di normalita!’

    Quasi un rimprovero ai genitori che, come richiesto dall’incidente probatorio, li dovranno sottomettere ad un ulteriore stress. Come se fosse cosi’ difficile comprendere con quale dolore i genitori dovranno affrontare questi nuovi esami. Ma non si rende conto questa gente che ormai quella normalita’ e’ stassa rotta, violata e non certo dai genitori. Che un ritorno alla normalita’, se di normalita’ si potra’ mai parlare (io me lo auguro), sara’ possibile solo quando la verita’ sara’ accertata. E’ come dire alla vittima di un abuso: non soffermarti su quello che e’ successo, guarda avanti!

    Che dovrebbero fare allora i genitori secondo queste persone? Mollare tutto? Fare finta che non sia successo niente per il bene dei loro figli? Sarebbero dei genitori migliori se facessero questo?

    NO!

    Tutto quello che stanno soffrendo, il loro calvario porta i nomi di tutti i bambini abusati, ma anche la speranza per il futuro, la ‘normalita’ per i loro figli e i nostri.

    Tutto questo per dirvi, cari genitori, che vi sono vicina nel vostro dolore, totalmente.

  • Ma una lobby antipedofilia non esiste?

  • andiamo proprio bene… ci mancavano solo le donne!

  • Per tutti coloro che credono ancora che certe cose sono impossibili, impensabili, solo il frutto della fantasia dei bambini o di False Memory Syndrome (memorie mai esistite inculcate nella testa del paziente da psicologi che tengono solo al portafoglio). Fate un giro tra le testimonianze riportate su Prometeo e ci ritroverete tutto: messe nere, reti di pedofili, donne e suore pedofile, mamme e nonne omertose. Vorrei tanto, per il bene delle vittime, che qualcuno venisse a dirmi che quelle testimonianze sono il frutto di false memorie.

    Non so voi, ma per quanto mi riguarda, per quanti problemi io possa avere, nessuno, nemmeno Freud risuscirebbe a farmi credere che mio padre, mia madre o quell’anziano che di fronte a me e a mia cugina (avevamo 6-7 anni) commise atti osceni, hanno abusato di me durante la mia infanzia.

  • News, tanto per restare in tema…

    donna 84enne confessa violenze sessuali su un bambino 11enne: http://www.firstcoastnews.com/news/mostpopular/news-article.aspx?storyid=76141&provider=top

  • E ancora, tanto per restare in tema:

    Wikipedia. Gloucester (Inghilterra) guadagnò notorietà nel 1994 con l’arresto di Fred West e di sua moglie Rose West per il rapimento e l’omicidio di più di una dozzina di giovani donne fra il 1967 e il 1987, compresa una delle loro figlie. La loro casa, al 25 di Cromwell Street, dove i resti di molte delle vittime furono sepolti, fu successivamente demolita e una passerella pubblica è stata messa al suo posto. Per trattenere i cacciatori di souvenir, le macerie sono state ridotte in polvere prima dell’eliminazione.

    http://www.crimelibrary.com/serial_killers/weird/west/index_1.html

    Una ricerca su google e troverete articoli a non finire in lingua inglese sulla storia di abusi sessuali su minori e omicidio multiplo che sconvolse l’Inghilterra.

    Per la pedofilia (e le donne pedofile) tutto il mondo è paese.

  • che sia conseziente o meno resta uno stupro fa schifo vedere come questa gente se le canti e se le racconti

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe