impiccagione
E poi dicono che non devo arrabbiarmi. Che alzare la voce non serve. Che bisogna mantenere toni più pacati. Più “professionali”.
Come no?! FACILE A DIRSI. Perlomeno fino a quando non ci si imbatte in un caso così:
a Isernia un pedofilo 43enne, pedofilo in quanto, come tutti i pedofili RECIDIVO e quindi già condannato in passato a due anni per abusi sui minori, gestiva, squillo di trombe, nientepopodimeno che:
UNA CASA PER BIMBI DISADATTATI.
Li abusava con la minaccia che se non avessero accettato, li avrebbe rispediti a casa o in mezzo ad una strada.
Quello che mi fa arrabbiare non è il fatto di per sé (…), ma quelle domande che oramai fuoriescono ad ogni caso così:
perché un pedofilo gestiva una struttura simile? Perché non è stato allontanato dal mondo civile, evitandogli ogni contatto con il mondo dei bambini?m Cosa ne sarà di questi bambini che hanno conosciuto solo un mondo di violenze, prima domestiche poi esterne, dal mondo degli adulti?!  
 Quanto, poco, tempo passerà in carcere questo criminale prima di tornare a colpire?
nota: se qualcuno ha altri dettagli: nome del centro, nome del pedofilo, atti giudiziari sul suo passato procedimento penale, è pregato di farci avere il tutto, grazie!

27 Commenti a “”

  • Vamos a esperar!Besos Kary

  • AIUTIAMO EDOARDO – UN BAMBINO HA BISOGNO DI TUTTI NOI!!!

    http://www.aiutiamoedoardo.it/

  • Posso capire o meglio me l’ha fatto capire mio marito..il perchè tu debba essere sempre diplomatico e non usare toni forti e posso capirlo e ti ammiro, trapela dalle tue parole, che ne soffri terribilmente, sopratutto con notizie come questa!Sinceramente non t’invidio, perchè posso capire la fatica che ti costa…il dolore dentro…la rabbia che ti soffoca. Io non ho vincoli se non limitarmi negli insulti perchè rispetto il tuo blog…ma sento dentro di me una tale vergogna per quello che ho letto…per quello che hanno subito quei bambini per colpa nostra…di questa società malata, cieca, menefreghista, che non li protegge, non li considera. Io sono arcistufa di sentire che pedofili della peggior specie lavorano nell’ambiente bambini, fanno i bidelli, lavorano nei centri sportivi e guarda ora persino come gestori di case d’ assistenza per bambini disadattati!!!Mi viene la nausea e con quella non risolvo nulla!!!Ma per l’amor di Dio come possono questi individui arrivare così facilmente a quei bambini…non ci si può fidare più di nessuno…ma i bambini accidentolina i bambini non dovrebbero mai essere abusati!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ecco sto faticando per rimanere educata e con toni bassi ma non ci riesco e tutto meriterebbe un urlo collettivo da film horror…un movimento cittadino in ogni comune contro questi aberranti individui…ma dove sono le persone? Perchè non s’indignano quando sentono queste cose? dov’è la legge? Dov’è finita? Voglio gridare a pieni polmoni che esigo una condanna giusta per questa carogna…la esigo come cittadina e come persona…e non voglio più essere presa in giro dalla giustizia che ignora le atrocità sui bimbi per riempirsi le tasche di denaro sporco. Io mi sentirei una …(vedi foto marroncina sotto) se difendessi uno così!!!!Come potete farlo? Con quale coraggio ci riuscite? Basta così poco per eliminare le vostre coscienze!Se solo avessi capitale vi farei la guerra, lo giuro!

    Il politichese non lo imparerò mai! E non credo neanche che possa servire…da come va il mondo capisco che così non funziona!Sei tornato solo questa mattina e già ti hanno tolto la serenità di questo piccolo week-end in montagna!Es la vida Max…la vida que quisimos? Yo creo que sì!Besos Kary

  • Siamo tutti con te Max. Come sempre.

  • Mi sento (e credo anche tutti gli altri esseri civili) presa per il culo.

    Ma quali toni pacati!! Non mi scuserò mai per i miei toni che sono indirizzati a “questi”. Questo pezzo di cacca e tutti quelli che gli hanno permesso questo schifo devono marcire all’inferno ed io per questo prego ogni giorno. Fanculo a questa gente di merda. Devono pagare. Devono strapagare per gli innocenti che hanno rovinato. Vacci duro Max!! Io sono sicuramente con te.

  • Vai anto…sono con te!!!!Facciamoci sentire!!!

  • ciao max,

    volevo salutarti ed esprimerti come sempre il mio sostegno, la mia ammirazione verso il tuo impegno pasionario… però stavolta vorrei anche farti un piccolo appunto, non prenderlo come una polemica perchè non lo è (e spero di non urtare nessuno)…

    ti prego, non mettere più un’immagine simile, quella di un uomo impiccato da una folla, perchè la sua violenza e barbarie non si addicono a un blog come il tuo.. “non smettete mai di indignarvi”, su questo sono d’accordo anch’io, ma farsi trascinare dalla sete di sangue secondo me non è la soluzione.

    più volte in questo blog avete invocato il linciaggio, e spesso mi sono trovata d’accordo in un impulso di rabbia verso le atrocità dei pedofili… ma secondo me la folla vociante non ha mai, MAI ragione, perchè quando le persone si riuniscono in un gregge smettono la propria responsabilità per affidarsi agli istinti più bassi e animali.

    non mettere mai più un’immagine del genere (non voglio pensare che sia un’immagine dei linciaggi di neri a opera di bianchi), perchè così getti del fango addosso alla tua stessa causa.

    ciao e scusami

  • ciao daisy

    concordo con te.

    ma prova a guardare quelal foto (che non è assolutament un linciaggio di un uomo di colore) da un’altra prospetiva:

    e se non rappresentasse la risposta a questa gente ma volese rappresentare quello che loro fanno e che questa società tollera, guardando voyeuristicamente e passivamente?

  • Concordo con DaisyM, mettendo un’immagine del genere, ispirando simili idee, vai dalla parte del torto senza neanche passare dal via.

    L’uso che ne hai fatto fa ribrezzo quanto i protagonisti dei tuoi articoli.

  • sono senza parole davvero.

  • Ciao! Trvo il tuo blog intelligente!

    Si vede che ti dai da fare!

    Ti auguro di portare a compimento il tuo compito, qualsiasi esso sia!

    E concordo con te su quanto detto sulle donne…

    Dio crecò l’uomo e poi gli Angeli e li mandò sulla Terra assieme a noi uomini…e noi uomini quegli Angeli li abbiamo chiamati “donne”…

    Donna è Vita…e picchiarla è sacrilegio…

  • per ram Mit:

    hai capito cosa ho scritto?

    Serve che lo ripeta,magari in un’altra lingua?

  • p.s.: chissà come mai non hai trovato disgustose o offensive le foto dei bimbi stuprati e maltrattati o quelle delle donne picchiate.

    già…chissà come mai per quelle non si offende mai nessuno.

    spiccia retorica del cazzo

  • Per Daisy e chi la pensa come lei.. se siete shokkati da un’immagine vuol dire che è un’immagine shokkante, non trovate? E siccome è un’immagine vera, perchè il mondo è così, non dobbiamo trovarla disgustosa o offensiva, nè dobbiamo guardarla con interesse morboso.. la foto è una denuncia, è una denuncia che colpisce, e dobbiamo guardarla per avere coscienza di ciò che accade: vera coscienza, non solo la coscienza teorica delle parole, ma la coscienza visiva, che essendo più primordiale si imprime più direttamente. Davanti a qualsiasi immagine di violenza vera non si abbassano gli occhi nè si volta la testa… si guarda e si interviene in atto di difesa, anzi. E non c’è niente di disgustoso o offensivo in questo.

  • @ onnie

    innanzitutto, non sei tu che devi dirmi cosa fare o non fare davanti a un’immagine violenta. posso guardare, ma anche voltare gli occhi, perchè non considero il mio cervello un immondezzaio. tu vuoi guardare, io no, e la scelta va rispettata in ogni caso.

    detto questo, io ho solo detto a max che la foto contraddice il suo messaggio contro la violenza, e la sua risposta al mio commento mi ha convinta e influenzata positivamente, come sempre, dato che max è una persona intelligente e riflessiva.

    per qr la coscienza primordiale, visiva e vaccate del genere… pensala un po’ come ti pare ma ti prego risparmiami “il mondo è così”….

  • In una foto, in una immagine, ci sono molte storie da raccontare!! I miei occhi guardano in un modo e realizzano un pensiero, i tuoi, i suoi, i loro occhi guardano in un modo sicuramente diverso e realizzano un’altro pensiero… Posso vedere anche un pedofilo che da solo si è impiccato perchè ha realizzato che la sua vita, che distrugge altre vite, NON VALE LA PENA DI ESSERE VISSUTA. Avete mai visto in giro foto di persone che si sono impiccate per altri motivi? Un uomo incapace di affrontare un cancro, una persona incapace di sopportare il proprio fallimento (aziendale, matrimoniale etc), una madre che si impicca per il dolore della morte del proprio figlio per mano di un pedofilo. Io mi auguro che il mio primo pensiero sulla persona impiccata sia quello giusto anche se a volte capisco la pena di morte! Un bacio a tutti voi e quando venite qui a leggere i post di Max pensate che rispetto a noi lui di merda ne vede tanta ogni giorno ed il dolore dei bambini non può non far uscire da nessuno di noi perdono e perbenismo e ne, ancora, diplomazia! FANCULO PEDOFILI.

  • antoesimo, hai perfettamente ragione… io dicevo semplicemente che incitare al linciaggio, come mi sembrava facesse quella foto, non è da max ed è controproducente, tutto qui.

    è vero che max vede e sente tanto orrore ogni giorno, per questo pensavo che potesse risparmiarsi almeno qualcosa, ma come ho detto mi ha risposto e mi ha spiegato le sue ragioni.

    per quanto mi riguarda, preferisco evitare le foto e le immagini troppo violente: non penso di essere ipocrita nè di essere fuori dalla realtà, semplicemente ho rispetto per me stessa, per la mia sensibilità e sopratutto NON VOGLIO ABITUARMI alla violenza. non voglio abituarmi a vedere facce come quella del mostro di rostov, voglio conservare la mia capacità di rabbrividire, di STARE MALE quando mi capita di incappare in certe cose.

    ciao

  • Quello che a me fa più male di tutto è che anche davanti a questo nostro dolore comune, a questa nostra lotta condivisa, a questa nostra solidarietà verso Massimiliano, riusciamo a scontrarci senza nemmeno conoscerci.

    Ognuno ha la propria visione della vita, il proprio modo di affrontare l’amore e l’odio, ma il rispetto per chi sta di fronte è la cosa principale.

    Ci sono battibecchi in quest’ambito che considero sacro, figuriamoci se non li possiamo trovare in situazioni più leggere e frivole…(mi riferisco anche alla televisione).

    Per quanto riguarda l’immagine, credo che rappresenti bene tutto l’orrore che la pedofilia diffonde,e noi come quelle persone che spesso ci sentiamo impotenti davanti a tutto questo.

    Persone che a volte guardano senza avere il coraggio di dire nulla,

    persone che preferiscono girarsi per non vedere, e poi anche quelle persone che guardano e ridono, con un sorriso che sa di male.

    Questo è la mia modesta interpretazione di ciò che ho visto.

    Patrizia

  • Non voglio mettermi a difendere nessuno perchè ho già sbagliato una volta, ma io credo che la foto non sia il problema…mi dispiace ma se ci fermiamo a questo non andremo da nessuna parte. Ho tremato molto di più vedendo le foto dei bambini piacchiati ccome quel piccolo reso celebroleso, è qui ancora davanti ai miei occhi, ho tremato per quel volto di bimba, come mia figlia, con bruciature e un occhio nero e per altre che ora non voglio elencare…ma non ho tremato per quella che ho visto…un uomo impiccato…realtà di un passato neanche tanto recente…una foto che ho interpretato come l’indifferenza che c’è oggi di fronte al male…sono daccordo che non bisogna istigare nessuno, ma io non ho recepito questo messaggio. Il mio umile pensiero. Ah sì dimenticavo di dire che io odio vedere le foto dei bimbi violati e torturati, ma credo che sia d’obbligo per Max ogni tanto inserire certi orrori perchè l’indifferenza è tanta e molte persone vengono colpite solo dalle immagini e le parole si perdono nel vento. Un saluto…Kary

  • Per DaisyM – Ciao. Mi farebbe piacere che tu andassi a rivedere queste date: il 9-2 Max ha messo una foto che gli ho inviato (è un fiore); il 12-2 Max ha messo un’altra foto che gli ho inviato (è una ragnatela); il 13-2 c’è un lungo articolo su una scuola materna. Troverai anche dei messaggi per te. Io amo la fotografia e ci sono tanti sorrisi nelle foto che faccio e che posso regalare a chi le guarda. Ci sono cose belle ovunque ed io lotto per mantenerle anche nel futuro che noi non vivremo. Ti abbraccio con stima e simpatia e con un grande sorriso di mamma. Anto&Simo

  • ciao antoesimo, le tue foto sono molto belle e impreziosicono il blog, sono un’oasi per gli occhi e per il morale… ma sono anche belli i ritratti, le foto di donne, i volti intensi.

    comunque il mio commento a max non era un battibecco, ma solo la mia impressione, non mi sento proprio in grado di mettermi a litigare o a giudicare uno che si fa il mazzo per una battaglia così importante.

    ciao

  • credo che si stia travisando il tutto.rischaindo diandare troppo oltre, quella che era una democratica e corretta osservazione.

    io e daisy ci siamo chiariti e capiti subito.

    basta leggere la mia e la sua risposta.

  • Ciao di nuovo a tutti!! Caro Max so anche io che non era un battibecco! Ci mancherebbe altro tra noi tutti che siamo qui ogni giorno. E’ solo un altro modo per dialogare e per dire democraticamente la nostra. Non c’è astio in ciò che scriviamo per noi…. solo qualche FANCULO per loro direi!!! Baci ed abbracci a tutti.

  • Ti chiedo scusa, ma se noti bene, mentre scrivevo il mio commento non era ancora apparsa la tua risposta (avevo probabilmente caricato la pagina da parecchio in un altro tab, come spesso faccio). La tua risposta all’altra lettrice spiega le cose perfettamente, ma non puoi pretendere che la gente abbia la palla di cristallo per leggere le tue intenzioni. E qui tutto a posto.

    Ma quanto a questo:

    “p.s.: chissà come mai non hai trovato disgustose o offensive le foto dei bimbi stuprati e maltrattati o quelle delle donne picchiate.

    già…chissà come mai per quelle non si offende mai nessuno.

    spiccia retorica del cazzo”

    Mi sembra che sia questa tua risposta sia peggio che “spiccia retorica”: almeno la retorica ha senso logico, invece di essere un appello alle emozioni che non ha nulla a che fare con l’argomento in questione. Per non parlare delle ridicole insinuazioni che hai pure la faccia tosta di infilarci tra le righe: cos’è, mi accusi di essere un pedofilo picchiamoglie perchè non ho lasciato commenti sul resto del tuo blog? Beh, CHIEDO PERDONO per aver osato criticare Sua Santità Massimiliano Frassi 😀

  • tranquillo, sbagliare è umano.

    è perseverare che è coglione.

    Sua eccelenza (non ancora santità)

  • bacioni a sua eccellenza!!!!!!! sei tropo forte max, anche se non scrivo piu’ tanto spesso ci sono!!!! piera

  • vivo in questi luoghi, non ad isernia, ma sono posti che conosco bene. chiedersi perchè un pedofilo gestisse una casa di cura per bambini disadattati è come chiedersi per quale ragione angelo izzo, cosiddetto “mostro del circeo” si trovasse nella città di campobasso in libertà vigilata dal 2002. le relazioni che spesso fanno gli educatori e/o gli psicologi in carcere sono frutto di sbrigativi e superficiali colloqui con i detenuti, spesso colloqui svogliati, spesso colloqui perfino inesistenti. sulla base di questo, un giudice concede ad un detenuto una misura alternativa alla detenzione. non è una risposta che soddisfa il tuo interrogativo. ma ti assicuro, essendo avvocato, che ne vedo e ne ho viste tante. mi meraviglio ormai quasi di nulla. l’unica cosa di cui mi meraviglio ancora è che le istituzioni non vedano il declino della società, attraverso chiunque commetta crimini contro la persona (pedofilia, e non solo), e imbraccia carte e carte di schede elettorali, al posto di preoccuparsi di modificare molte leggi e la loro applicazione. massimiliano, sono contenta che il “tam tam” partito dal tuo blog abbia avuto una risonanza in questi giorni così alta da far oscurare un sito. sarei molto più contenta se un giorno potessimo vedere e sapere che i bambini non sono più, mai più, mai più costretti a portare dentro e fuori il marchio di una violazione, fisica e morale che sia. continuo a sostenerti. e siamo in tanti davvero.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe