IL SORRISO DEL DIAVOLO E QUELLO DEL BIMBO.
pedofilia in germania  Forse è solo stanchezza. O forse è questo tempo, pazzo, come la gente che incontra, visto che siamo a fine febbraio ed oggi qua a Bergamo ci sono ben 27 gradi.
O forse è solo che siamo esseri umani, così diversi dai soggetti qua attaccati da perdere umanamente appunto, le forze…….
Mitja è il nome del bimbo di cui vi voglio parlare. Fra due settimane compie dieci anni. Anzi, mi correggo, avrebbe compiuto dieci anni, perché il piccolo è morto.
A dieci anni ci si sente grandi, in grado di fare tutto da soli. E’ un passaggio naturale e normale, della vita di ognuno di noi.le foto dei epdofili UWE KOLBIG
Mitja chiede alla madre di andare a scuola da solo “tanto sono due fermate e poi sono grande”.
La madre ovviamente acconsente.
La linea è la numero 11, sono le 16,49 quando la telecamera interna riprende una serie di immagini. Il tram è quasi vuoto. L’uomo sorride alla telecamera, quasi a volerla sfidare, certo che di lì a poco si sazierà. Al suo fianco un bimbo. Altrettanto sereno, parlicchia con l’uomo e…….gli sorride. E’ questo che forse ci sconvolge e ci lascia inermi, il sorriso……
Potrebbero essere un padre ed un figlio, invece sono un pedofilo assassino e la sua vittima. pedofilia in germania 2Il corpo del bimbo è stato ritrovato alla sera nell’orto di una casa a Lipsia. L’uomo, Uwe Kolnig, 43 anni è oggi ricercato in tutta Europa.
Divorziato, attualmente senza lavoro è stato condannato dieci anni fa a soli due anni di carcere per abusi su di un bambino.
Mija e la belva scendono dal tram intorno alle 17. Al bimbo viene comprata una fetta di crostata ai mirtilli, per fare merenda. Quindi i due spariscono.
Quando i genitori denunciano la scomparsa del figlio la prima cosa che la polizia di Lipsia fa è quella di confrontare le foto del tram con lo schedario dei pedofili accertati, che solo per la città sono 236.
Ultima nota: la mamma di Mitja dice di avergli sempre insegnato a non dare retta agli sconosciuti; l’ingenua disobbedienza gli è costata la vita.
Finisco con un ringraziamento, a voi, “popolo” di questo blog.
Sempre più agguerriti. Sempre più attivi. Che cogliete questi messaggi e li amplificate. Insieme all’aiuto concreto che fate arrivare ai nostri bambini. Non lasciandoli soli.
Perché l’indignazione è importante, ma non basta più.
Bisogna fare a qualsiasi persona che maltratti un bambino terra bruciata.
E si deve assolutamente far circolare il nome di chi è già stato identificato come pedofilo.
Perché si è predatori di bambini per tutta la vita.
Altrimenti continueremo a piangere, per bimbi come Mitja.

8 Commenti a “”

  • marcomarchese:

    hai ragione max… non basta indignarsi…. bisogna agire, insieme, uniti, dalla parte dei bambini sempre.

  • MarziaVicenza:

    un colpo al cuore, una gran sofferenza …non servono altre parole…. una preghiera per tutte le famiglie i cui figli sono stati “rovinati” da queste immondizie di uomo….

  • Mi convinco sempre di piu che non voglio un figlio da grande.

  • è da tantissimo che non passo. Passo oggi perche’ il sorriso di quel bambino vicino al sorriso di quel mostro mi fa paura… mi fa paura quanto non L’INCOSCIENZA ma la normalita’ delle cose che dovrebbero accadere senza paure… come parlare con qualcuno COSTA SEMPRE PIU’ CARA. Un bambino è un bambino. Non ci sono colpe per aver seguito, per essersi fidati. Qualsiasi cosa gli si dica.

    @startangel: neanche io voglio bambini, non per ansia di farli crescere… perche’ purtroppo ho vissuto in una famiglia dove nessuno o quasi è stato risparmiato da dinamiche di disturbi di affettivita’ e ho paura di diventare la persona che può rovinare il mio bambino o farlo crescere, vederlo nascere per darlo a un’altra famiglia? Spero che un giorno staro’ meglio… che quando avro’ trovato il mio equilibrio, SOLO ALLORA, potro’ aiutare un bambino, o magari tanti, chissa’… con le risorse che ho dentro di me. MA SE VIVIAMO NELLA PAURA IL MONDO SAREBBE FINITO CON ADAMO ED EVA.

  • e noi saremo predatori di pedofili per tutta la vita ed oltre… spero che qualcuno lo riconosca per strada e che non chiami le autorità… non ci sono processi, parole, avvocati, perdoni per un essere simile

  • dio, che orrore… quello shot dela ripresa sul tram fa accapponare la pelle…

    sono cose immonde. ma forse anche per questo io la penso in modo diverso da voi, penso che voglio avere figli, non uno ma due, tre, perchè anche questo è un modo per combattere il male, per non arrendersi ai mostri: ribellarsi alla paura e amare senza risparmiarsi nulla.

  • si…si continuerà a piangere lacrime amare…. ad ogni canzone…ad ogni bambino che muore cosi… che soffre cosi…. ad ogni bambino che voleva sapere amare…diventare grande…

    Max…….perchè le cose devono andare cosi per loro?

    continua a difenderli…. lotta sempre di piu… per te,per loro… per i loro genitori…per chi ha sofferto a causa di tutto questo……………………………………………………….

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe