I Blog Pro Ana

anoressiaSto caricando delle foto sul blog quando mi accorgo che qualcuno ha già messo online una fotografia. Che ritrae una ragazza su una passerella durante la sfilata. Peccato che la ragazza sia un mostro. Pelle ed ossa.
Penso di aver trovato un blog che parla di anoressia. Invece…..
Invece mi imbatto in un blog che è realizzato da una ragazza anoressica, che sta scendendo sempre di più verso un baratro che spesso porta alla morte.
Quella foto da lei messa era in realtà un esempio a cui aspirare. E come lei tante ragazze che risono collegate a quel blog per commentare, positivamente, tale scempio.
Riporto qui alcuni esempi, alcune frasi tra le tante che ho copiato.
Prima di farlo segnalo a tutti nello spazio links del sito di Prometeo il recapito dell’associazione Jonas di Milano (www.associazioneprometeo.org  spazio links in alto a sinistra).
Perché l’anoressia (come la bulimia) è una seria malattia. Da NON sottovalutare. Un disturbo che può essere curato, ma che se trascurato dà problemi che possono diventare irrisolvibili.
Questi i commenti di cui vi parlavo:
1) Siiii!!!!!!!!!!!!!
Sono troppo contenta!!!!!! Sono dimagrita un kilo!!
2) La felicità è quel sentimento di beatitudine,gioia e ,benessere che ti invade. Io non lo sono mai.
Solo quando vedo l’ago della bilancia scendere, la pancia sgonfiarsi, le costole apparire dal grasso che le circondano inizio ad essere felice, ma questa felicità scompare pensando a quanto devo ancora dimagrire!
3) Ho molte cicatrici,ma ho posto con me anche il ricordo di momenti che non sarebbero mai accaduti se io non avessi osato spingermi al di là dei miei limiti…
4) rieccomeeee!!
Ieri sera ho dovuto cancellare il mio blog perchè mio papà stava per leggere i post che avevo scritto e siccome erano pro-ana, li ho cancellati prima che succedesse casino!
MERDA …quando impareranno i miei genitori a farsi i cazzi loro?
5) oggi niente vomito.
forse perchè ieri mentre eliminavo il pranzo, ha cominciato a sanguinarmi il naso.
all’inizio credevo che fosse sangue dallo stomaco, mi è sceso un accidente.
poi ho sentito un solletico sulla punta del naso, e ho capito….
del resto, ho mangiato una mela e 3 pezzeti di formaggio…
devo riuscire a far tacere cla.
non voglio più che si occupi della mia salute.
mi vuole bene? ma chi lo sa, mi conosce da 3 cazzo di mesi! non può saperlo neanche lei!
come devo fare per fare in modo che lei non si occupi più di me???
prima che saltino fuori grossi guai…
per non far sapere a nessuno che io vomito,dopo mangiato vado in bagno e con la scusa di farmi la doccia apro l’acqua,la faccio scrosciare il più forte possibile in modo tale che non mi senti nessuno così posso vomitare in santa pace senza rotture di cazzo e per finire ingoio 4 pasticche di lassativi
 
 anoressia blog
 anoressia blog pedofilia
Questo invece il mio commento a foto così. Care ragazze, a noi così non piacete proprio. Ma proprio per niente. Altro che ideale di bellezza, altro che stronzate simili, qui di bello non c’è proprio nulla!

12 Commenti a “I Blog Pro Ana”

  • no basta scandalizzarsi. qui si mi chiedo NOI tutti dove siamo? in questo caso non regge l’alibi del non vedere.

    si vede, eccome!

  • Mio Dio!! E’ una cosa orrenda! E io che me la meno perchè sono magrolina e non riesco a ingrassare… Per fortuna che almeno amo il cibo…

    Complimenti vivissimi per il blog…davvero un lavoro ottimo e utile! Un caro saluto!^^

  • Io ho aderito all’iniziativa di UNOGIOSTRA, potete caricare il banner copiando il codice anche dal mio post!Per cercare di far aderire tutti e magari di far arrivare questo messaggio un pò a tutti!Grazie per la collaborazione!

  • …queste foto mi stanno facendo riflettere sul fatto che io anni fa stavo facendo la stessa cosa…fortunatamente ora sono qui pensando a queste ragazze che “inconsapevolmente” o forse “NO” si stanno suicidando. E’ un baratro terribile e senza fine se non aiutati, si vive con il pensiero che sono magari 3 ore che non ti pesi. Hai mangiato un pavesino perchè contiene solo sette calorie, mamma mia chissà quanto sono ingrassata. E via sulla bilancia, dita in gola, lassativi a iosa. E poi nessuno è più importante di te, di quella magrezza assurda, di quelle ossa così spigolose, di quello sguardo adorante di quel corpo orribilmente privato di tutto. E i giorni passano, i tuoi familiari si disperano ma non te ne frega niente, anzi più rompiballe di così si muore. I medici, la psicologa ti dicono che sei anoressica e tu t’incazzi come una iena perchè non è assolutamente vero. E ti vedi bella, invicibile, godi nel riuscire a non mangiare, a vomitare…e sei sempre più magra e bella ma solo ed unicamente tu ti senti così. Sono orgogliosa di me stessa per avercela fatta, sono guarita grazie in primis a me stessa e poi a quelle persone che giorno dopo giorno mi hanno tolto le dita dalla gola, mi hanno insegnato a mangiare, mi hanno fatto capire che mi stavo autodistruggendo… e un pensiero vola verso di te carissima Rita che purtroppo l’anoressia ti ha distrutto, ti ha poratato definitivamente via da noi…un abbraccio forte forte…

    RAGAZZE STATE PERDENDO LA BELLEZZA DELLA VITA…LA VITA NON E’ ESSERE TRENTA KILI E SENTIRSI BELLE…LA VITA E’ UN DONO COME DICE UN GRANDE MAESTRO, VIVETELA, FATEVI AIUTARE, LOTTATE CONTRO QUESTA BRUTTA BESTIA PERCHE’ ALTRIMENTI MORITE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • però mi sembra un po’ troppo facile inorridire o dire “così non mi piaci”.

    Essendo una persona estemamente pragmatica ho fatica anche io stessa a convincermene, ma dicono (le persone competenti) che non si tratti solo di una questione di peso e di forma fisica, che ci siano dietro altre dinamiche, psicologiche, più complesse del solo desiderare di vedersi magri.

  • concordo cara wynona, infatti dopo la provocazione iniziale arrivano post come quello che ha preceduto i nostri due e che diventa una lezione di vita, anche e soprattutto per ch ista seguendo lezioni di morte.

  • mutuando da Faber: “per quanto noi ci crediamo assolti, siamo per sempre coinvolti”.

    peter

  • MA cosa si può fare?? Scandalizzarsi non serve più a null ma è anche difficilissimo agire…

  • perchè mai psicologi e gente che capisce come si possa aiutare (ex bulimica io) non vanno in giro tra i blog per aiutare ??

  • se uno psicologo venisse nel mio blog non lo ascolterei..perchè si capisce cos’è davvero questa malattia solo quando ci si è convissuto..altrimenti si è in grado di dire solo tante belle parole che agli occhi della ragazza malata sono solo parole insensate.

    e poi io degli psicologi non mi fido..

    credo siano pochi quelli che credono davvero nel loro lavoro, un pò come i preti..

  • concordo con siamia, purtroppo non servirebbe a molto….perlomeno non con tutte…..possono però le persone che stanno loro intorno, o chi ci è già passato e sa cosa vuol dire…..

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe