POST – IT.
Smettetela.
Di far parlare i parenti di Hina, la ragazza uccisa a Brescia dal padre.
Basta. Intervistare il prete presso cui lavorava il cingalese che ha ucciso quell’altra ragazza, sempre a Brescia.
Più rispetto per le vittime. PIÙ RISPETTO PER LE VITTIME.

5 Commenti a “”

  • Gia, inutile che cercano di dipingere quella ragazza come una scapestrata e quindi meritevole di morte.

    Non sono mai stata razzista, però ultimamente nel nord succedono episodi assurdi con protagonisti exstracomunitari…

    Un bacio e grazie dei complimenti… ti stimo molto…

  • Ascoltando le varie interviste si sente parlare di persone “normali”, persone normali che uccidono con violenza inaudita…….e’ questa la normalita?????????? dovrebbero avere la decenza di tacere tutti , hia proprio ragione max un po’ di rispetto per le vittime!!!!!! ciao a presto piera

  • Più rispetto sì!!!!

    scusa l’invadenza ma ho seguito il link di un tuo amico Quellodioggi Marco!

    e se non disturbo continuerei nella lettura.

    grazie

    monica

  • Come possono definirsi parenti persone così? Padri che picchiano a sangue i figli davanti alla famiglia e nessuno reagisce? MA dove viviamo nel medioevo? E perchè nessuno si è mobilitato dopo la denuncia fatta da Hina ai carabinieri? Troppo difficile muoversi o nessuno aveva voglia?

  • Sono passato x un saluto veloce…coem sempre sono contento di vedere che il tuo blog è sempre attivo…volevo domandarti se potevo linkarti nel mio nuovo blog..grazie e alla prossima…ciao rasco

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe