ANCORA OLANDA.
Ci siamo indignati, offesi, stupiti per il partito Olandese.
Non sapendo, o dimenticando, che da anni in Olanda esistono associazioni organizzate che diffondono l’idea dei cosiddetti “falsi abusi”, che propongono una cultura “dove il bimbo possa scegliere di fare sesso con gli adulti”, dove si fanno i soliti IPOCRITI distinguo tra “pedofilia violenta e pedofilia dolce (sic!”).
E dove la cultura pedofila passa (anche) per riviste come questa.
Liberamente stampate e vendute (chi ci segue da tanto ricorderà che di questo fatti parlammo nelle nostre conferenze ben 8 anni fa!!!!!).
Con una copertina molto bella, ma che diventa morbosamente pericolosa se si pensa a quale pubblico è indirizzato il messaggio della stessa……
 
 la rivista dei pedofili
p.s.: siete proprio così sicuri che in Italia questo manca ancora…….?!

6 Commenti a “”

  • Maledetti schifosi…

  • io Max non sono piu’ sicura di niente!!!!!! informaci tu se manca o no….ciao piera

  • ciao max…anche io non so se manca o no! continuerò comunque ad informarmi tramite te….

    Grazie!

  • … “pedofilia dolce”?! Secondo loro esisterebbe anche una pedofilia “dolce”? Che schifo!

  • Credo che quello che accade in Olanda sia la logica conseguenza dello sviluppo dell’individualismo e dell’abolizione del concetto di limite.

    In nome della libertà e del diritto dell’individuo, si pretende di abolire il limite connaturato all’orizzonte umano, quel limite che conferisce senso alla vita.

    un saluto

  • Anche in Italia esiste una cultura pro pedofilia … ma sono più furbi e lavorano in silenzio per arrivare ai loro sporchi comodi !! Sono dei criminali e devono finire in galera…

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe