BELGIO 2.
bambola_rotta1
Dopo la paura, il dolore, la rabbia, ora l’indignazione.
E così ecco riemergere, insieme alle ferite mai sanate, anche i rancori e le problematiche di sempre.
In Belgio, ma potrebbe essere casa nostra non pensiamolo tanto distante, la polizia ancora una volta finisce sul banco degli imputati.
E nuovamente non si capisce se hanno lavorato male per impreparazione o per complicità.
Il giornale De Telegrafa ha fatto uscire un dettagliato articolo dove si parla di una lettera giunta in redazione che descriveva alla perfezione i luoghi dove le bimbe erano state sepolte, molto prima che tale luogo venisse scoperto. Lettera, inutile dirlo, che era stata subito portata agli agenti che si occupano del caso.
Inoltre pare che le foto segnaletiche delle bimbe siano state diffuse solo 24 ore dopo la loro scomparsa.
Ad accrescere i malumori anche la situazione del principale sospettato, il marocchino Abdallah Ait Oud, che per ben due volte (e non una come io ho scritto ieri, per una sola), cito testualmente da tutte le principali agenzie belghe, “per una serie di cavilli legali l’aveva fatta franca” fino a quando, pare, sia tornato in azione ed abbia ucciso.
Chissà se anche lì qualche avanzo d’uomo senza dignità parlerà di falsi abusi certo che Stacy e Nath si sono inventate tutto così bene da morirne, mentre i genitori delle vittime mostrano quella dignità che i parenti dei pedofili per appartenenza genetica non hanno e l’opinione pubblica chiede a gran voce la pena di morti per i pedofili ed.
Perché quando la gente si stanca e non si sente più al sicuro, alla fine non ha mezze misure.
E la valanga di lettere che mi avete mandato negli ultimi tempi, da quando cioè sottolineiamo come siano più i delinquenti in libertà che quelli dietro le sbarre, dimostrano che ora stanchi lo siamo un po’ anche tutti noi.

5 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    Mi dispiace in questi casi avvicinarmi al loro livello… ma io sono per l’evirazione.

  • utente anonimo:

    NN basta dire che siamo stanchi, è ora di intervenire,di fare qualcosa, di non restare con le mani in mano… Far finire questo orrore, per i nostri pargoli e per i pargoli dei nostri amici,dei nostri cari, di persone lontane, per i bimbi di tutto questo fetido mondo… MAX NN MOLLARE MAI…

  • perche si continua a non dire che chi ha eseguito queto massacro non è altro che un parassita non bianco???

    siete degli stronzi difendete anche voi i parassiti!!!!

    vi riporto un’articolo su http://www.liberavow.splinder.com

    “”Le due bambine di Liegi, scomparse una decina di giorni fa, sono state ritrovate.

    Purtroppo erano già state non solo violentate, ma anche uccise.

    Il colpevole è Abdallah Aid Oud; questa bestia non era nuovo a questo infame crimine. Difatti pochi mesi prima era uscito per la seconda volta di prigione, dopo aver scontato una nuova sentenza, per aver violentato di nuovo una bambina.

    Non contento delle sue precedenti “missioni”, questa immonda feccia aveva puntato stavolta Stacy Lemmens (di 7 anni) e Nathalie Mahy (di 10 anni); si fidanza momentaneamente con una puttana antirazzista, per seguire meglio le bambine, ed al momento giusto le rapisce, le violenta e le uccide.””

    basta nordafricani di merda è l’ora della violenza contro gli immigrati!!!

  • utente anonimo:

    nON BASTA DIRE CHE SIAMO STANCHI, BISOGNA AGIRE, FARE QUALCOSA, FAR CESSARE QUESTA FECCIA PER I NOSTRI BIMBI E PER I BIMBI DI TUTTO IL MONDO…

  • Error:

    IO NON SONO A FAVORE DELLA PENA DI MORTE, MA DEL CARCERE DURO A VITA SI…..PENSO SIA MEGLIO FAR SPACCARE PIETRE, FIN CHE CAMPANO, A QUESTE BESTIE, INVECE CHE FARLE MORIRE….LA MORTE NO…QUELLA MAI NEMMENO PER I MAGGIORI CRIMINALI….TROPPO FACILE….CIAO

    Gianpy

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe