“Cosa fare?”

Cosa fare, è la domanda che un’importante realtà americana ha lanciato. Un grido d’allarme e di disperazione. Cosa fare dei 500.000 pedofili accertati ed iscritti nel “sexual offenders register”? E cosa fare degli altri 100.000 accertati che per “motivi burocratici” nel registro medesimo non ci stanno? A cui aggiungere, chiaramente chi l’ha fatta franca ed “accertato” ancora non lo è. Ma soprattutto cosa fare dei predatori quando escono dal carcere e tornano a colpire? “Di fronte ad una società impreparata.  Servizi sociali impreparati. Forze dell’ordine senza sufficienti uomini a disposizione. L’unica risposta è il carcere a vita”. Cosa fare? Forse si sono già dati da soli la risposta……

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe