JURASSIC AFGHANISTAN. 

Non è solo il terrorismo a macchiare l’immagine che l’Afghanistan ha nel resto del mondo. Sono anche e soprattutto, fatti come questo: 

Mohammad (il nome l’ho inventato e non sapendo trovarne un altro mi sono buttato sul “classico”), è un bimbo di sette anni e come tutti i bimbi di sette anni dovrebbero fare, va a scuola.

Nella sua classe però gli alunni sono tutti maschi. Così come nella classe dell’anno precedente, quella che dovrebbe frequentare anche la sua sorellina Shaina di anni 6, sono tutti maschi. Nemmeno l’ombra di una femminuccia. Il perché è presto detto, nel civile paese vige l’usanza di far sposare le bambine fin dall’età di sei anni. Per questo le piccole non vanno a scuola ma se ne stanno a casa, come tutte le brave mogliettine che si rispettino, a svolgere le funzioni domestiche loro assegnate. Molte muoiono a dodici quando arrivano incinte negli ospedali locali. Ma state tranquilli: se appena riescono a superare tale età possono sempre farsi lapidare diciottenni, ree di essersi innamorate di un coetaneo, come è capitato pochi giorni fa in un paese per niente post-talebano, ma molto troppo jurassico.

 

Un Commento a “”

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe