E’ strana la stampa inglese. In perenne disequilibrio tra i gossip più assurdi e prese di posizione rigide e ferree quanto basta per far subito capire da che parte si sta. E così nei giorni scorsi, dopo l’ennesimo scoop su Lady Diana condannata all’eterna paparazzata, hanno spiccato le prime pagine dedicate ai terroristi arrestati da Scotland Yard: 

“we got the bastards”, “abbiamo beccato i bastardi” recitavano molti tabloids.

Altrettanto chiari e franchi i titoli dedicati ai predatori pedofili, nel pese che per primo ha introdotto la reale tolleranza zero nei confronti di tali bestie. Oggi leggo un articolo del Daily Mirror. Ed il titolo chiarisce subito il tutto:
”Beware…..he’s back”, “attenzione..…lui è tornato”. 

Lui è lo stesso che appare sorridente in fotografia abbracciato alla moglie. Foto scattata il giorno del loro matrimonio, celebrato in carcere. 

Robert Excell, di anni 66, sta tornando dall’Australia dove ha passato in carcere gli ultimi 39 anni. In Inghilterra o aspetta altro carcere, forse perché le leggi non sono quelle italiane. Tale durezza è motivata dal fatto che lui è un predatore pedofilo e come tutti i membri della specie ha dimostrato di passare la vita solo per predare. Abuso. Arresto. Carcere. Libertà. Abuso. Arresto. Carcere. Libertà. Abuso…e via dicendo. L’ha fatto molte volte. Troppe. Fino a quando non hanno detto basta. Ed ora è tornato.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe