LA TERRAZZA – Reality show x bloggers.

Special guest: Sir Flipper II.

E’ un terrazza strana, quella di stasera. Stanca e afosa. Fatta di silenzi e ricordi. Pure Flip 2 rinuncia al suo momento di gloria e si abbandona cercando un po’ di frescura, non prima di aver graziato un grillo disgraziato che per un attimo, un fatale attimo si è trovato davanti alle sue fauci. Dal telefonino solo messaggi stupidi. Il quarantatreesimo amico mi manda la burla dell’estate (sms con la scritta “ti ho regalato una free sms card chiama il numero…”. I polli che ci sono cascati hanno regalato 30 centesimi ad un furbastro che ha fatto sentire loro un messaggio di insulti, intascando pare, in una sola settimana, almeno 200mila euro), e si becca il 43°insulto. Sbircio la posta elettronica. Un paio di inviti. Il solito pedofilo rompicoglioni che con le su eminacce regala materiale a chi indaga su di lui, lettere da chi ha letto i miei libri (alcune sono splendide e credo dovrebbero essere pubblicate), Andrea che mi manda le foto della figlia, all’età di….2 ore (bellissima!!!!), un gradito messaggio (“è un dovere morale pubblicare un’opera così”) dalla casa editrice che pubblicherà il mio nuovo libro ed un piano di lavoro da montarsi la testa…….Si commenta l’intervista che Povia ha fatto a Panorama. E in un nano secondo l’autore della canzone più cantata degli ultimi  mesi, “quando i bambini fanno oh…” perde tutti i punti che aveva. Per la serie, meglio tacere che sparare stronzate, l’intervista è un campionario di volgarità e luoghi comuni e Povia ne esce come quello che speravamo non fosse; non mi credete? Uno stralcio: “Ha vizi particolari? Fumo? Droga? Ho provato l’ascisc e anche l’erba. Ma ho smesso prima di Sanremo. Per i bambini non sarebbe stato un buon esempio. Comunque a volte una canna è meglio di un sonnifero. Prende sonniferi? No. E perché ha parlato di sonniferi? Perché da un mese e mezzo appena mi addormento faccio strani sogni. Salamandre, serpenti, uomini che mi vogliono ammazzare. Così mi accendo una canna e mi annebbio. Ma non aveva detto di aver smesso?”. Meno male che nello stereo c’è il cd di Simone, con nientepopodimenoche Bruce dal vivo a Roma. Altrimenti…….

Canzone: Bruce, Nebraska.

4 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    Sai ma non ho potuto fare a meno di leggere ciò che hai scritto su Povia,io sono una persona molto molto vicina a lui e lo conosco da 28 anni,,,,mi spiace contraddirti ma la persona che lo ha intervistato ha manipolato molto l’intervista e lo so’ per certo e penso dato la tua cultura che tu sappia cosa vol dire fare il giornalista e come giostrare con le parole a volte non dette assolutamente dalla persona in questione.Certo quando l’ho letto mi è venuta una fitta la cuore ,…ma solo perchè è stato dnigrato e designato come una persona che non è…

    In questo periodo è molto confuso …tengo a precisare che non ha un livello di studi molto approfondito a fatto la terza media e ha pochi strumenti per difendersi a volte…ma riesce bene in quello che che canta e scrive…(dovrebbe riprendere in mano i libri certamente..ma credimi lo sà anche lui)

    Vorrei tanto che tu lo conoscessi di persona e ti accorgeresti di chi e costa to’ parlando….premetto che non lo stò difendendo..che abbia provato le canne…e chi non l’ha fatto? che non abbia chiarezza politica…è un crimine?..é vero certe cose è meglio non farle trapelare,,…ma non è assolutamente volgare…sò cosa è successo in quello’intervista e veramente con il cuore ti dico :i media hanno un potere paragonabile a quello di satana (se ci credi)e min dmoralizza il fatto che l’intervistatrice abbia si fatto il suo lavoro ma plasmando in negativo un personaggio che di negativo ha solo il fatto di essere un po’ tanto ignorante e ingenuo..

    Con affetto

    Lyzzia

  • utente anonimo:

    Vorrei sottolinerare che non sono una sua fans..ma una persona molto molto vicina e obiettiva

    se vuoi scrivermi

    lyzzia@tiscali.it

  • Ti ringrazio per la chiarezza e l’intelligenza della tua discussione.

    Ho preso (appena uscito) il cd di Povia ed ho fatto suonare in (quasi) tutti i miei convegni il singolo.

    L’ho regalato ad amici in quantità industriale ed ho apprezzato molto il personaggio, un po’ ivan graziani, un po’ dalla, ma soprattutto molto Povia, ovvero molto originale e non clone.

    Ho apprezzato la sua “penna” e soprattutto la sua discrezione: avrebbe potuto cavalcare il successo invece se ne è stato bene in disparte.

    Proprio per questo l’intervista è stata un cazzoto in pancia:

    poichè a parte qualche dichiarazione folkloristica (vedasi il discorso “canne”, su cui comunque mi vanto di risponderti, alla domanda chi non le ha mai fumnate? io!) come hai ben visto non ne esce un personaggio trasgressivo o fuori dalle righe, ne esce semplicemente un ….coglione da cervello fuso.

    Oggi preferisco pensare che tu abbia ragione, ma soprattutto per questo spero che smentisca subito tale intervista e torni nel suo silenzio: se parlare con i giornalisti fa questo effetto lui lo eviti e continui a fare quello che mi pare gli riesce bene: scrivere canzoni.

    Anch’io ho avuto gironalisti teste di cazzo: oggi li evito oppure prendo le necessarie precauzioni.

    p.s.: sul poterlo incontrare , ti rispondo: magari!.

    Grazie ancora per il chiarimento, un forte abbraccio, continua a passare da queste parti.

  • utente anonimo:

    ps. anche io nn mi sono mai fatta le canne ho solo provato…una volta..ma penso cosa hai capito cosa intendevo…Abbiamo bisogno di Povia per scandalizzarci sulle canne? meglio riflettere sugli argomenti “forse” un po’ piu’ seri che trattate qui!!

    un bacione

    lyzzia

    ps. grazie della risposta e dell’intelligenza maturata..

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe