LA TERRAZZA/ REALITY SHOW.

Non so se ridere o piangere, gioire o soffrire, alla notizia che il commento chiamato “Buona domenica” è stato uno dei vostri preferiti in assoluto.E così penso che per tutta l’estate questa diventerà una rubrica fissa. Anche perché così sono fatti i blog. E poi un po’ di pausa in tutto ste’ mare di sofferenza credo anche io ci debba stare. Ogni un paio di giorni (splendido il mio italiano stasera) mi piazzo in terrazza e scrivo. A ruota libera. Tra un articolo e le bozze da correggere per un paio di bei progetti che stanno nascendo. Riparto da dove vi avevo lasciati: le lasagne di domenica sono state digerite solo da pochi minuti, complice un intruglio alla papaia che si ripromette essere miracoloso. In compenso coerentemente col mio vivere davanti ad un lago, per cena mi sono gustato una buona insalata di mare. Flip compone melodie morsicando a tempo, un maialino di gomma con sonaglio interno (se lo sente Jovanotti me lo scrittura), mentre dal lettore dvd gli U2 si esibiscono per la centotreesima volta davanti ad un mare di gente. Grazie al volume dell’home theatre posso fare in modo che i vicini di casa nel raggio di sei miglia possano godersi la musica con il mio steso livello di suono: questo significa essere veri altruisti. A proposito di altruismo come non ricordare l’amica che propri oggi mi ha trovato il biglietto per la prima data del loro tour italiano a San Siro: staremo comodamente seduti al terzo anello, li vedremo grandi come una squadra di puffi nani ma soprattutto spenderemo, per  poter dire c’eravamo anche noi, quanto spenderemmo per una settimana completa alla pensione Mirabella di Riccione (bevande escluse). Chiederò al marito carabiniere (acquirente del terzo biglietto) come poterla denunciare per complicità in estorsione. Le rondini sono state felicissime di essere state nominate nel blog e da allora hanno deciso di ospitare altre amiche: devono essere cinesi altrimenti non si spiega come possano stare in 24 in uno spazio di dodici centimetri quadri appeso contro ogni regola fisica sotto al tetto. Dal lago questa sera soffia una brezza piacevole. Peccato porti con sé tutto l’odore di fritto dei ristoranti sparsi per almeno venti miglia, che per un attimo (uno solo) fanno rimpiangere le lasagne appena smaltite. Nel frattempo anche Flip pare deciso a farsi piacere gli U2 e per dimostrarlo cerca di mangiare la custodia del dvd, prima che un urlo lo distolga dal suo intento distruttivo, salvandolo da sicura imbalsamazione. Ho iniziato il nuovo libro di Beppe Severgnini (che vi consiglio caldamente), dopo aver letto ieri sera il suo precedente “Un italiano in America” (che vi consiglio caldamente) e prima di passare, domani, a leggermi il suo “Inglesi” (che quasi sicuramente vi consiglierò, caldamente, a meno che non piova). E col consiglio per gli acquisti vi saluto e vi do appuntamento alla prossima. 

Un Commento a “”

  • utente anonimo:

    Grande veramente.

    Sì ce ne vorrebbero di più di discussioni così affinché possiamo divertirci e tirarci su il morale in mezzo a tante brutture.

    Complimenti per come scrivi.

    A quando il libro? Ce lo fai sospirare!

    Monia.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe