IL FORMATORE.

 

Ricevo oggi un articolo da alcuni membri del comitato scientifico di Prometeo sul tema degli abusi. Fa parte di un nuovo ciclo di documenti che andremo ad inserire nel nostro sito prossimamente.

 

Mentre lo leggo e apporto alcune aggiunte, mi vengono in mente gli articoli scritti dai pedofili durante lo scorso boy-love day e mi rendo conto di quanto fragili e “montabili” possano essere le loro difese.

 

La frase migliore l’ha coniata un amico poliziotto il quale dice che “sono così assurdi che convincerebbero anche chi critica Prometeo”……il che è tutto dire.

 

D’altronde la pedofilia gode e sopravvive non solo grazie ai silenzi ed ai boicottaggi ma spesso grazi anche all’imbecillità di taluni, a scapito della tranquillità di molti. Un esempio:

 

se vi cito il nome di Hubert Van Gijseghem dubito che vi dica qualcosa, al di là dell’impronunciabilità dello stesso. H.V.G. è in realtà uno psicologo (così dice) che spaccia in mezza America per scienza le sue folli teorie. Teorie apprezzate da tutti i pedofili che chiaramente trovano in lui la stessa scienza e la stessa giurisprudenza di cui hanno bisogno per farla franca e condannare chi li combatte. Teorie così:

 

definisce umanisti due autori che arrivano a giustificare la pedofilia e, con uno di questi, collabora  su una rivista di pedofili che giustificano la loro tendenza dicendo che rispettano la volontà di Dio e ribadiscono la fierezza di essere pedofili proclamando l’amore per i bambini

 

le sue tesi sono notoriamente utilizzate nelle aule penali per screditare la credibilità dei bambini e di chiunque testimoni a loro favore (in particolar modo le associazioni di tutela dell’infanzia; i mass media perché sarebbero loro ad incitare alla pedofilia e alle false denunce; la prevenzione da parte dello Stato perché così facendo invogliano i bambini a denunciare falsi abusi)

 

accusato di maschilismo e sessismo non solo dalle donne ma anche da prof. universitari e storici e dal Collettivo maschile contro il sessismo (vedi documento XX dove si parla di mercenari, preparati dalla lobby che difendono i pedofili, disposti a testimoniare il falso in difesa degli abusatori, in questo articolo si parla ancora del nostro psicologo e delle sue teorie)

 

mette a disposizione le sue tesi ed è vicino ai gruppi canadesi di padri separati accusati di abusi sessuali

 

mette a disposizione le sue tesi per
la Fondazione
per la falsa memoria ( teoria ripresa in vari documenti) ; é autore molto controverso e molto discusso e ampiamente criticato per la sua ambiguità, la parzialità e la poca attendibilità scientifica dei suoi studi, anche perché spesso autoreferenziali (dai documenti risulta che le autorità giudiziarie del Nord America lo abbiano screditato)

 

Vi basta? I passaggi chiaramente non sono miei ma tratti dall’interpellanza di un politico svizzero (tale Bill Arigoni…). Interpellanza già, poiché un soggetto come quello sopra citato, con un simile curriculum degno dei comitati italiani (che mi stupisco non l’abbiano reclutato) è stato invitato in Svizzera (e pagato profumatamente) per…….tenetevi forte…….tenere un corso di formazione su…….. come interrogare i bambini vittima di abuso. Incredibile ma vero.

 

Houston, we have a problem!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe