DI INDICATORI ED INSEGNAMENTI.

Cremona – La bimba (8 anni) aveva “un atteggiamento molto aggressivo, verso di sé e verso i suoi compagni. Spesso si metteva a 4 zampe ed abbaiava come un cane”.

Sono alcuni stralci della deposizione di un gruppo di maestre che ha portato a “salvare” la piccola dalle angherie del proprio padre-padrone, un ex detenuto che si è difeso così:

“non c’è nulla di male, voleva crescere mia figlia con i modelli educativi che ho imparato in carcere”.

Brescia – Arriverà nel carcere bresciano (mancava giusto lei…) Erika, la ragazza tristemente nota per aver trucidato a sangue freddo madre e fratellino. Il legale dice che la ragazza, oggi maggiorenne, è preoccupata di non ricevere la giusta educazione. Speriamo non abbia avuto gli stessi docenti del tizio di Cremona.

2 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    “Giusta educazione” … si magari potrebbero sbagliare ed insegnarle a NON UCCIDERE …

    Alessandra …

  • utente anonimo:

    Ho sentito dire da una ragazzina di quindici anni che basterebbe scommettere su di lei, darle prima amore, perchè i piccoli posono pacificarsi se di fronte ai loro errori qualcuno li corregge, invece che “punirli”…

    Vitlaiana

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe