IL PATTO DEL DEMONE.

Che la legge italiana sia estremamente garantista nei confronti dei predatori ed invece stia molto-poco dalla parte dei predati è oramai cosa nota. Non passa giorno che le cronache non ci restituiscano storie di folli, maniaci, assassini, spacciatori che hanno goduto dei benefici di legge e padri, madri, bambini, giovani la cui anima è stata ulteriormente uccisa, violata, drogata e via dicendo.

E così mentre il giovane rampollo milanese, accusato di aver massacrato con quasi cinquanta coltellate la giovane fidanzata (che peraltro ebbi modo di conoscere visto che partecipò, alcuni anni fa, ad un paio di mie conferenze organizzate nella sua scuola) uscirà tra soli 16 anni, a breve riavremo tra di noi anche l’ormai tristemente nota coppia Erika-Omar. Più contesi delle sorelle Lecciso dalle mille comunità di chiara fama mediatica, gli assassini che portarono un pm a dare le dimissioni e cambiare incarico a causa dello shock avuto nell’affrontare il loro caso, potranno usufruire dei benefici di legge facendo del volontariato.

Pronta la risposta di Al- Qaeda: li aspettiamo a braccia aperte.

 

Al di là delle provocatorie battute ciniche resta una domanda:

cosa vogliamo insegnare ai giovani? Quali valori ma soprattutto quali regole?Una credo la sappiano già. Non importa che reato commetti, l’importante è che sia grave, molto grave, tanto stai dentro poco e magari poi diventi reginetta dei talk-show.

 

Un Commento a “”

  • utente anonimo:

    Se rubi una mela perchè sei disperato dalla fame … probabilmente ti becchi l’ergastolo !!! Per le cose gravi noooo !!! ma che scherziamo … tutti “incapaci di intendere e volere”, tutti “poverini” … POVERINE SI MA LE VITTIME … per quelle non c’è pietà, non esiste vergogna …

    CHE INFINITO SCHIFOOOOOO !!!

    Alessandra

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe