IL SEGRETO

Uscirà anche in Italia (dal 28 gennaio 2005) il film “The Woodsman-Il segreto”, nuovo film sulla pedofilia che in America, grazie anche alla magistrale interpretazione di Kevin Bacon (attore abituato a ruoli maledetti) profuma già di Oscar.

La storia è la seguente:

un pedofilo dopo 12 anni di carcere cerca di rifarsi una vita.

Riuscirà a controllarsi ed a non nuocere più?

Augurandoci che i distributori nostrani non gli riservino le medesime accoglienze date ad altri simili films (boicottandone le visioni), riporto alcuni passi dell’intervista data dal protagonista, il già citato Kevin Bacon attore ma anche produttore, alla stampa italiana. Per meditare:

D: Ha avuto problemi nel raccogliere soldi per il film?R: Dopo lo scandalo dei preti pedofili che ha sconvolto la Chiesa cattolica USA, pensavo di essere accolto a braccia aperte a Hollywood. E invece è stato il contrario e tutto il cast del film, dal regista all’ultimo aiuto-elettricista, meriterebbero l’Oscar del coraggio.

D: Perché Hollywood è così riluttante a trattare questo tema?

R: Perché in tutte le società ed epoche storiche la pedofilia è considerata il peggiore dei tabù, visto che infierisce contro l’elemento più innocente e indifeso tra noi. Per secoli abbiamo nascosto il “mostro” nell’armadio, fingendo che non esiste,considerarlo un essere umano pone a rischio tutti.

D:Perché tirarlo fuori dall’armadio proprio ora?

R: In un’America dove una donna su quattro subisce un abuso sessuale nell’infanzia, si ha il dovere morale di informare i giovani prima che sia troppo tardi. Mia moglie ed io ne abbiamo discusso a lungo con i nostri due figli.

D: Qual è l’aspetto più difficile nel raccontare questo personaggio?

R: Per Walter (il nome del pedofilo) ho provato tutta una serie di emozioni, dalla rabbia all’orrore e dalla repulsione alla pietà e alla fine mi sono arrabbiato con me stesso per aver sentito compassione. Il vero problema di Walter – e di tanti pedofili – è il sentirsi una vittima. Ciò lo spinge a dire “non ho mai fatto del male a quei bambini”.

D: C’è speranza alla fine per Walter?

R: La malattia di Walter non è guaribile. Ma con terapie adeguate può cambiare il proprio comportamento ed arrivare a non commettere più quegli atti atroci.

Alla fine del tunnel anche per lui c’è la luce”.

4 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    Leggendo questa storia vado con il pensiero inevitabilmente a ciò che sta succedendo nella nostra città. Il regista che spera di essere accolto favorevolmente ad Hollywood e che invece trova un muro di diffidenza….

    Tutto il mondo è paese….

    Ma ciò non deve far desistere le persone dal denunciare pubblicamente quanto avviene quotidianamente non solo in America ma anche e soprattutto nella nostra “intoccabile”, “civilissima” ed “ovattata” Brescia.

    Armando

  • utente anonimo:

    Non credo che per un pedofilo ci sia possibilità di recupero. Provo tanto dolore e tanta rabbia per quello che mi è stato fatto da quell'”essere”…che ti dice sei stato tu bimbo che l’hai voluto, sei stato tu a indurmi a farlo…le persone così non cambieranno mai, mai, mai…

    “alla fine del tunnel c’è la luce” mi auguro per tutti quei bambini che purtroppo hanno incontrato l’orco!

    ………………………………

    Grazie Max

  • utente anonimo:

    Anche io penso che non vi sia, da parte di un pedofilo, la possibilità di recupero.

    Con la mia esperienza sono certa però che i bambini, aiutati veramente tanto, possono ritornare ad essere sereni.

    Sonia………………

  • Brescia: Pedofilia, Padre Denuncia Bambini Fotografati e Filmati Milano, 12 gen. (Adnkronos) – ”I bambini sono stati usati, fotografati, filmati. Il materiale raccolto potrebbe essere stato acquisito da altre persone via Internet”. Lo racconta alle telecamere di TeleLombardia il papa’ di una bambina coinvolta nella vicenda degli abusi sessuali avvenuti nella scuola ”Abba” di Brescia per cui sono stati condannati in primo grado un bidello e un’ausiliaria a 15 e 10 anni. Di (Red-Gio/Gs/Adnkronos)

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe