Cari amici pochi giorni di pausa e poi il blog tornerà attivo ed aggiornato come sempre.

Nel frattempo andate a ripassarvi le vecchie discussioni o a rileggervi attentamente quelle più recenti.

In attesa di un anno che possa essere di legittima riscossa. In attesa di un anno dove rispedire all’inferno le bestie che nel 2004 hanno dato voce alla loro follia.

Una sola notizia, tra le tante: a Lecco la polizia dopo aver fatto degli incontri nelle scuole elementari ha permesso ai bambini di raccontarsi e far arrestare un lurido avanzo d’uomo (il quale ha poi potuto ovviamente patteggiare, ma questa è un’altra storia su cui torneremo), a dimostrazione dell’importanza di parlarne, parlarne, parlarne.

E non essere ricodotti al silenzio da pedofili veri e da loro parenti, simili in tutto alla propria specie d’appartenenza.

Esseri per i quali non potrà mai essere Natale!

4 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    Auguri per il 2005, a te Max e a tutte le persone “ferite” nel corpo o nell’anima: che sia per tutti un anno migliore, che tutti possano ritrovare la serenità e la gioia di vivere e di andare avanti, la forza di rinascere, la voglia di sorridere,…
    Grazie per quello che tu, Max, e gli altri fate!

  • utente anonimo:

    Stamattina apprendo dal telegiornale che in paesino alle porte di Pavia un parroco è agli arresti domiciliari per aver abusato di due minorenni, qualche giorno fa a Brescia il vescovo ha pregato per il dolore delle famiglie e dei bambini, ma anche per il parroco indagato che è innocente.
    Allora, perchè io mi dovrei fidare di loro, perchè un vescovo permette che un prete continui una lotta assurda a difesa di INDAGATI e contro le povere vittime, perchè il vescovo non ha contattato le famiglie per fare ciò che ogni servitore di Dio dovrebbe fare, cioè dare conforto?
    PERCHE???????????????
    La risposta però forse l’ho trovata…….
    Sonia………

  • utente anonimo:

    Leggo il tuo commento sul fatto che del problema pedofilia è assolutamente necessario parlare. Che il 2005 sia l’anno in cui si continuerà fino alla noia a parlare di questo problema. Spero che non sia solo tu e la tua associazione Prometeo a parlarne ma che chiunque abbia un minimo di materia grigia si renda conto del problema e ne parli, ne parli, ne parli perchè solo così verrà sconfitto il silenzio tanto caro a tante schifezze d’uomo.
    PierMARIO

  • utente anonimo:

    Parlane e parlarne e ancora parlarne.
    Anche se è difficile ,a volte, sopportare gli sguardi di chi non vuole sentire perchè “è un argomento che disturba ” o più semplicemente perche si pensa che tanto l’orco mangia solo i figli degli altri.
    Noi,ne abbiamo parlato sempre, anche pubblicamente e l’orco con il suo schifoso avvocato,ci ha mandato 2 belle querele.Si,proprio così,siamo molestatori di pedofili!!!Non hanno capito che così ci hanno solo regalato
    del carburante per far correre più forte la nostra macchina.
    Il silenzio e l’ombra sono i grandi alleati di quegli schifosi e delle loro degne famiglie.
    Marinetta

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe